Casa / Art / Archeologia contemporanea: Claudio parti espone la decostruzione della pittura a Tiradentes Palace

Archeologia contemporanea: Claudio parti espone la decostruzione della pittura a Tiradentes Palace

Artista esplora la memoria e strati in singoli spettacoli

Claudio Partes. Foto: Erick Simão.

Claudio Partes. Foto: Erick Simon.

Tracce di mostre passate popolano i pezzi di "archeologia contemporanea", che succede a 03/11 un 05/12 a Tiradentes Palace. La mostra di artista visivo Claudio partito è il risultato di un'esplorazione sperimentale e si avvale di tecniche di restauro dei pannelli che formano una galleria d'arte per quasi 10 anni. Tutto per portare alla luce i resti di antichi reperti, esplorare il concetto di memoria.

Lo spettacolo arriva al palazzo dopo richiamando l'attenzione a cura di successo Phase-FMP Cultural Center, a Petropolis, che ha debuttato. Lo spazio stesso e dimostra di aver ricevuto gli ultimi nove anni motivato il lavoro, che ha coinvolto un processo noto come in avanti lungo pittorica 45 giorni. Il pubblico può seguire da vicino l'intervento pubblico, in cui l'artista pannelli ripristinato identificando strati sovrapposti di vernice sulle parti, senza rinunciare a preservare il suo valore estetico e la storia. La proposta è stata visitatori di unità per riflettere sul rapporto tra effimero e la conservazione e ri-esperienza dello spazio, sue dimensioni ed espressioni attraverso un dialogo che passa attraverso il tempo, integra e promuove la reunion. Il processo di completamento dei lavori è data nella vernice contro, nella sua decostruzione, in cui l'inserimento avviene rimuovendo gli strati di inchiostro, salvataggio ciò che è stato e, In alcuni casi, arrivando al punto di partenza è la parete schermo o bianco.

Pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Parti della prima fase di questo lavoro sono alcuni dei quali saranno esposte a Palazzo Tiradentes. Altri sono ancora inediti e sono stati creati da parti Claudio solo per questa mostra. "Cosa è cambiato dalla prima edizione per questo è stato in primo luogo il supporto di funzionalità visiva, perché se in alcuni casi sono gli stessi, essendo stato tagliato dalle 'mura' dello spazio di origine, sono cresciuti a più forte di un rapporto con la pittura. In tutto il discorso precedente, alcune tecniche e idee stavano emergendo e di essere maturati, unita alla ricerca per portare questa mostra alcune nuove soluzioni ed espressioni, il che rende l'esperienza più completa in termini artistici e sensoriali ", riflette Claudio.

Obras de Claudio Partes. Foto: Divulgação.

Claudio funziona parti. Foto: Rivelazione.

Responsabile di questo salvataggio, l'artista si propone di portare alla ribalta, attraverso gli strati di vernici, la ricchezza di informazioni nei suoi vari livelli e analogie. Le opere sono presentate come un corpo, con i record e la memoria (Di invecchiamento, cicatrici, interventi e il loro significato) gli spettacoli. Tra le influenze all'intervento sono opera dell'artista Gordon Matta-Clark, idee poetiche di Bachelard e la sacralizzazione del patrimonio Bordieu.

Per mostrare il Palazzo Tiradentes, sono esposti 10 fabbrica, sotto il produttore di comando Aquino Elissandro. Trasposto in un altro spazio, i pannelli sono reinterpretate. "Utilizzo di una parola d'ordine, le opere a volte tendono a guadagnare la vita e la propria forza, e credo che in qualche modo sta succedendo con il lavoro rimossi dai loro spazi domestici. La sua forza come "pittura" è cresciuta come un processo di lavoro, continua ad avere le tecniche originali come guida, è sofisticou. Credo che il dialogo e con lo spazio storico di Palazzo Tiradentes, fornendo un interessante contrasto ", spiega l'artista.

Obra de Claudio Partes. Foto: Anita Soares.

Il lavoro di Claudio parti. Foto: Anita Sethi.

A prima vista, le opere hanno in comune un senso di opposizione e antitesi cronologico per raccogliere gli elementi finora contraddittori. Ma uno sguardo più attento permette di rendersi conto che il tempo, il grande agente polarizzante per ogni strato a vista, guadagna un nuovo status per abbracciare le proprie cicatrici. sulla, le "ferite" sono aperte. Lasciare gli strati di vernice e pennelli e inserire bisturi, lama stiletto, spugna e spatola. Sono strumenti di restauratore e archeologo alla ricerca della memoria e passato incapsulato e mimetizzato, in un riflesso diretto sulla origine delle cose e il limite di ciò che dovrebbe essere mostrato e ciò che dovrebbe essere tenuto segreto.

Fase I de Claudio Partes. Foto: Divulgação.

Fase I di Claudio parti. Foto: Rivelazione.

Claudio parti

artista visivo, fotografo e designer per oltre 25 anni, Claudio parti si esibisce con "archeologia contemporanea" la sua prima mostra personale a Rio de Janeiro. Il suo lavoro ha l'immagine come ricerca di grandi dimensioni ed exploit per la più completa guida le possibilità e mezzi per espandere l'espressione e l'esperienza.

Si è laureato in arti grafiche (CFP-Senai, 1991), Claudio specializzati corsi di formazione in arti e mestieri dell'immagine (Museo imperiale) e l'educazione nelle scuole a tempo pieno (UERJ), Oltre a diversi corsi gratuiti, con un focus sul design, pittura, architettura, scenografia e la fotografia.

L'artista ha dato anche attraverso riferimenti eclettici. "Evidenziare Miró, che adolescente mi ha affascinato molto dalle primarie e apparente semplicità; Raymond Lowey, che mi ha portato a progettare; e nomi come Aloisio Magalhães, Wladimir giorni-pin e Gringo Cárdia, Oltre agli studi e opere inquietanti, provocatorio e stimolante di autori come Nietzsche, Jung e Bauman", rivela Claudio.

La leggerezza e la ricerca dell'essenziale sono alcune delle caratteristiche più notevoli del suo lavoro, nel suo complesso. In pochi istanti, Queste immagini prendere ares offuscata, in un approccio sentimentale e spirituale, In contrasto con il materiale. L'obiettivo è quello di sensibilizzare l'opinione pubblica ed evocare sentimenti. Questi sono aspetti che esistono in opere fotografiche come "3×4" (2008) e "Sottile" (2009) e in oggetti quali "Brasile" (2014) e il "sarto delle ali" (in sviluppo), altri.

Obra de Claudio Partes. Foto: Anita Soares.

Il lavoro di Claudio parti. Foto: Anita Sethi.

Oltre al lavoro individuale, visto in mostre come "frammenti" (Centro di Cultura Raul de Leoni, Petrópolis, 2012) e "saggio biografico" (Centro culturale STAGE – FMP, Petrópolis, 2013), Claudio porta curriculum collettiva come la Semana de Arte de Portinari (Brodowski – Sao Paulo, 1991), “Spazio vuoto” (Mac, Niterói, 2007), “Art Garage" (Petrópolis, 2009 e 2014) e "6 giù la sega" (Centro cultura della luce, Rio de Janeiro, 2014).

Servizio

Archeologia contemporanea
Periodo: di 03 Novembre a 05 Dicembre 2016
Visitazione: Lunedi al Sabato, das 10h às 17h; Domenica e festivi, 12h alle 17h
Local: Tiradentes Palace
Indirizzo: First Street Marzo, s / nº - Praça XV - Rio de Janeiro / RJ
informazioni sul gruppo e visite: (21) 2588-1251 o (21) 2588-1393
Ingresso: Gratis

Valutazione: Libro

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*