Casa / Art / "Gli slot Mystic opere di William Blake" da Juliana Vannucchi

"Gli slot Mystic opere di William Blake" da Juliana Vannucchi

Juliana Vannucchi é graduada em Comunicação Social, licenciada em Filosofia e Editora-chefe do site Acervo Filosófico.

Juliana Vannucchi è laureata in Comunicazione Sociale, laurea in Filosofia e redattore capo del sito Collezione filosofica.

E 'stato attraverso Jim Morrison, vocalista fare The Doors, Ho incontrato William Blake, Inglese artista eccezionale del XIX secolo. Ho letto due biografie sul leader dei Doors e sia, seppur diversamente, Blake, Era presente come una delle maggiori influenze del musicista, Dopotutto, è stato solo un passaggio del testo scritto dall'artista e usate da Aldous Huxley che ha ispirato Morrison per citarne sua band “Le porte” (“i Doors”, in portoghese). Ecco quel brano: “Quando le porte della percezione aperte, le cose sembrano all'uomo come realmente sono: infinito“.

Da quel primo contatto che ho avuto con il nome di William Blake, il mio interesse per il suo lavoro è stato sempre in crescita. Il primo aspetto della sua eredità artistica che mi ha affascinato erano i loro schermi, che vengono riempiti con diversi simboli e modellata da una mistica profonda. Ammiro i suoi quadri nelle apparenze costanti di figure celesti che tendono a suscitare curiosità e intravedere nella mente di coloro che contemplano. Oltre a mio apprezzamento per i suoi dipinti e disegni, recentemente, cerca avvicina a me le loro produzioni testuali, Mi sono avventurato nella lettura di un libro dal titolo “Il matrimonio del cielo e dell'inferno & altri scritti”. Nel numero che ha ottenuto, poesie e frasi artisti diversi, e traboccano puzzle attraverso le sue parole, suggerendo certi significati, anche se queste sembrano essere sempre accuratamente velata e costruito per essere letto e percepito solo intuitivamente. Così, come Blake ha scritto è del tutto unico e suppongo che molte persone tendono a rinunciare facilmente leggere la difficoltà di interpretare in modo chiaro e diretto. Ma ecco, questo proprio uno dei punti che ritengo più attraente e preziosa in tutte le opere del nostro artista: la sfida che propone; il mistero che ha lasciato da svelato.

Credo che fino a questo punto, il lettore si rese conto che ha evidenziato soprattutto due aspetti comuni che sono presenti sia nei dipinti e nella poesia dell'artista inglese, vale a dire, la forte presenza di religiosità e un atmosfera mistica, entrambi i quali sono molto simbolica e suggestiva. Mi sembra che non è possibile avere studi o approfondimenti di analisi delle loro produzioni, senza che ci sia anche la consapevolezza (anche se di base) i due punti ho citato sopra. Blake, per tutta la vita, Ha avuto contatti con opere classiche di occultismo e per l'infanzia, Egli ha affermato di avere visioni di entità spirituali. Queste informazioni possono cooperare per penetrare nelle loro creazioni artistiche e cercare di svelare i misteri che lasciare in eredità, e anche per indicare che Blake ha avuto grande attenzione alla intuizione umana, Risultati, compresi, subito dalla ragione che ha prevalso durante il periodo storico in cui visse. tuttavia, E 'importante ricordare che la conoscenza di questi fatti non significa, necessariamente, piena comprensione (o anche parziale) delle tue produzioni, perché ho incontrato con gli studiosi che hanno conosciuto questi dettagli e le cui interpretazioni della poesia e schermi Blake erano divergenti. Così, Diventa dificultoso trovare e / o di postulare un senso oggettivo alle produzioni dell'artista inglese. A proposito, Mi chiedo se è davvero possibile scoprire ciò che l'opera d'arte porta come messaggio (se c'è un messaggio – se la materia intenzionale o mera d'azzardo).

Forse, cercando di svelare una produzione artistica è qualcosa di troppo rischioso, in particolare sta cercando di William Blake, poiché l'interpretazione comporta la razionalità, concettualizzazione e la riflessione e l'arte, d'altronde, Non è un linguaggio razionale. pertanto, Credo che la contemplazione libera e spontanea che è attraverso i sensi è il percorso più nobile e vero che esiste nel rapporto tra l'uomo e l'opera d'arte. Questo momento magico e uno in cui lo spettatore si spegne il mondo fisico intorno a lui mentre contemplando un lavoro, può essere la chiave per aprire le porte della percezione, cui da Blake. Per queste ragioni, all'ora, questa è la mia interpretazione e proposta riflettente: l'arte è la chiave che apre che esiste dietro le porte della percezione, e when permettiamo sporgenze-il, nel mondo materiale e le sue leggi si allontanano, e riconoscere l'infinito, Ho suggerito infinite possibilità e che è al di là di spazio e tempo.

Pertanto, invece di cercare di esaminare razionalmente le immagini e le parole di William Blake, cercando di postulare significati concettuali e li fili, forse dovremmo semplicemente intuire attraverso la nostra percezione, affinché, di connettersi con le porte che ci portano a loro profondità ermetici.

.

.

JULIANA VANNUCCHI
Sorocaba – São Paulo
Facebook Perfil | Facebook Fan Page
Sito filosofico Collection
E-mail: ju.vannucchi@hotmail.com

Commenti

E 'stato attraverso Jim Morrison, vocalista fare The Doors, Ho incontrato William Blake, Inglese artista eccezionale del XIX secolo. Ho letto due biografie sul leader dei Doors e sia, seppur diversamente, Blake, Era presente come una delle maggiori influenze del musicista, Dopotutto, foi justamente uma passagem textual escrita pelo artista e utilizada por Aldous Huxley que inspirou Morrison a nomear sua banda como "The Doors" ("As Portas", in portoghese). Ecco quel brano: "Quando…

Score

Coesione
Coerenza
Contenuto
Chiarezza testuale
Formattazione

Eccellente!!

Conclusione : Vota l'articolo! Grazie per la vostra partecipazione!!

Voto Utenti : 4.19 ( 7 voti)

1 Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*