Casa / Art / Mostra collettiva: pori Concrete

Mostra collettiva: pori Concrete

O Canto da Carambola si apre su 26 Maggio la mostra Concrete pori comprende opere di artisti Ana Hortides, Andrea Pech, Fernanda Andrade e curata da Gabriela Dottori. Questa conferenza porta, fino all'angolo di strutture Carambola, diverse letture circa lo spazio privato della casa e il corpo femminile che punta a un'apertura che celebra gli inviti ei desideri di coloro che abitano questi spazi. Tuttavia, assume anche le serrature. L'intimità è presentato in modo semplice e trasgressivo, come un fantasma che perseguita questa forma di realizzazione che, a volte, Si conclude nel luogo domestico, formattato e sminuito dai paradigmi socio-politici.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

L'artista

Ana Hortides nato a 1989 vive e lavora a Rio de Janeiro. artista visivo e docente presso il corso di laurea in Studi contemporanea delle arti Fluminense Università Federale (UFF), Rio de Janeiro, in cui si è laureato in Produzione culturale. Ha studiato presso la Scuola di Arti Visuali di Parque Lage (EAV)/RJ. Caratterizzato dalla delicatezza, il suo lavoro permea il corpo, l'intimità e la vulnerabilità dei rapporti. Esegue mostre personali e collettive, tra l'altro: 46º Hall of Contemporary Art Luiz Sacilotto (2018) – Casa guardare Luiz Sacilotto, Santo André / SP; galleggiante (2018) – Imperial Palace / RJ; Sangue e ossa (2018) – galeria Matias Brotas (Win / ES); Molde: Conversazioni intorno alla scultura e il corpo femminile (2017) – galeria Anita Schwartz / RJ; C'è qualcosa qui (2017) – Galleria Taglia / SP; abbraccio collettivo (2017) – spazio Saracura / RJ; casa d'infanzia (2016) – Municipal Art Centre Hélio Oiticica / RJ | INDIVIDUO; Spettacoli Farm (2015) – School of Visual Arts di Parque Lage / RJ; Esposizione Pinhole Fotografia – Worldwide Pinhole (2013) – Museo Presley Norton, Guayaquil / Ecuador.

Andrea Pech nato a 1990 a Rio de Janeiro. Artista, esecutore, educatore e designer. Master in Arts presso l'Università Statale di Rio de Janeiro (UERJ), una specializzazione in Art Education (UERJ / EAV, 2016) e una laurea in Design (ESDI-UERJ, 2014). Era studente del programma di immersioni Poetica (Nessun sito della scuola), vari corsi presso la School of Visual Arts di Parque Lage e borse di studio in Scienze senza programma Frontiere, dopo aver studiato alla Royal Academy of Art, L'Aia (2013). Il suo lavoro si muove attraverso vari mezzi di comunicazione, concentrandosi sulle prestazioni e l'installazione. Specchio immagine di partenza, poesie passa attraverso le sue letture riflessione, autobiografico e il processo di formazione del soggetto attraverso lo scambio con l'altra. mostre integrati e mostre collettive in spazi diversi, come Palazzo Imperiale, Galleria Candido Portinari UERJ e lo spazio Saracura. Ha partecipato a residenza artistica al festival SEE 2017, Ecovila na Terra A (MG). Era coperto dal bando di convergenza 2015 spettacolo di prestazioni SESC – Palmas (A), e selezionati per la visualizzazione individuale sul Centro Coreografico di Rio de Janeiro. Ha lavorato in film sperimentali Being Boring, selezionato per varie feste come Tiradentes 2016 e Window Recife 2017; e Marta L. scrive, che si è unito lo spettacolo del Moving Image in Francia-Brasile.

Fernanda Andrade Salvador è nato nel corso dell'anno 1983. Vive e lavora a Rio de Janeiro. artista indipendente, agendo in e fuori di spazi istituzionalizzati. Il suo lavoro si concentra sulla creazione di sottile tensione tra la stranezza e il riconoscimento, attraverso disegni, fotografie e interventi su oggetti e situazioni banali. Queste tensioni sono considerate come interfaccia tra la soggettività collettiva e strutture spaziali, gamma che permette di indagare le dinamiche di tutti i giorni attraverso piccole provocazioni e interruzioni di flussi automatici. spostamento (2013) è il titolo della sua mostra personale alla galleria Macunaíma EBA / UFRJ. Ha partecipato a diverse mostre collettive, tra i quali spicca per andare scrivimi (2018) a cura di André Vechi e Rafael Amorim presso il Centro Culturale del Tribunale federale, tra passato (2017) a cura di Raquel Rodrigues nel Progetto The Bureau, La strada e fuori – arte Londrina 5 (2017) a cura di Ricardo Basbaum e Danillo Villa nella Galleria della State University di Londrina e poi il futuro (2016) a cura di Daniela Labra al Parque Lage. Formata nel dipinto del EBA / UFRJ (2013), disegno estudou gráfico e arte dopo email Rietveld Academie dopo Royal Academy of Arts, na Holanda. E 'stato un compagno di diversi corsi come sintesi di Arte Architettura e Paesaggio (2017), Tempo e spazio su Installazione (2016), Ospite del programma Curatore (2015), presso la school of Visual Arts di Parque Lage – Arte e Attivismo II (2018) presso il Centro Municipale delle Arti Hélio Oiticica e Public Art in Francia-Brasile. La sua esperienza include lavoro con laboratori d'arte, progettazione grafica e di assistenza per gli artisti.

SU UN CURATORE

Gabriela Dottori E 'nato a Recife in 1988 e risiede a Rio de Janeiro da 2008. Si è laureato in Psicologia presso UFRJ è una psicoanalista, Ha partecipato come studente in vari corsi presso la School of Visual Arts di Parque Lage. E 'l'autore e direttore del Progetto Passaggio in Parco delle Rovine. Funziona anche come curatore e critico indipendente.

SERVIZIO
Mostra collettiva: pori Concrete
Artisti: Ana Hortides, Andrea Pech e Fernanda Andrade
A cura di: Gabriela Dottori
Apertura: 26 Maggio, Sabato alle 18h
Durata dell'esposizione: 26 da maggio a 23 Giugno 2018
Local: Canto da Carambola
Indirizzo: Middle Street 123 – Santa Teresa, Rio de Janeiro - RJ, 20240-130
Cellulari: (21) 2210-0289
programma di visite in
Per maggiori informazioni: cantodacarambola@gmail.com

.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*