Casa / Art / Mostra Frida Kahlo raggiunge Brasília

Mostra Frida Kahlo raggiunge Brasília

FRIDA KAHLO-COLLEGAMENTI TRA DONNE
SURREALISTI IN MESSICO

CULTURALE CASELLA BRASILIA, 13 DA APRILE A 5 GIUGNO 2016.
INGRESSO FRANCA.

Non più alla monumentale mostra culturale di Brasilia, dedicata a
grande artista messicano

*Dipinti, grafica, collage e litografie di Frida Kahlo e altre opere 14 artisti
Nato o radicata in Messico

*Un'immersione nel talento dell'artista, nelle fotografie, abbigliamento, Accessori, documenti, cataloghi e
rapporti

*Visitazione di rimozione di password, personalmente o dal sito Frida.ingresse.com

Frida Kahlo, Autorretrato con collar, 1933, Óleo sobre metal, 35 x 29 cm, The Vergel Foundation, Foto: Gerardo Suter. ©2015 Banco de México Diego Rivera & Frida Kahlo Museums Trust.

Frida Kahlo, Autoritratto con collana, 1933, Olio su metallo, 35 x 29 cm, La Fondazione di Orchard, Foto: Gerardo Suter. © 2015 banca del Messico Diego Rivera & Frida Kahlo musei Trust.

Una delle icone del XX secolo più forte, l'artista messicana Frida Kahlo è un fenomeno di comunicazione, con immagine riprodotta negli articoli di cultura pop da tutto il mondo. L'interesse nella sua arte- e la vostra vita-è così grande che ha ispirato film, spettacoli, imposta. Ora, Brasília riceve una mostra che rende accessibile agli occhi del pubblico l'unica arte di Frida. Sono disegni, collage e litografie firmati da Frida Kahlo", e altri importanti artisti surrealisti messicani. Il Brasilia culturale casella, in collaborazione con l'Instituto Tomie Ohtake, presenta "Frida Kahlo – connessioni tra donne surrealisti In Messico, che può essere visto da 13 Aprile a 5 Giugno. A causa del grande interesse che l'artista si risveglia, la visita alla Mostra sarà effettuata mediante la pianificazione della visita attraverso il sito Frida.ingresse.com o password ritiro direttamente al botteghino del Brasilia culturale casella (da 13 Aprile).

È possibile vedere primi piani oli su tela e opere su carta, firmato da Frida Kahlo e altre opere 14 artisti, Nato o radicata in Messico, tutti gli autori delle produzioni potente, per un totale di 136 fabbrica. María Izquierdo, Remedios Varo, Leonora Carrington, rosa Rolanda, Lola Álvarez Bravo, Lucienne Bloch, Alice Rahon, Kati Horna, Bridget Oftichenor, Jacqueline Lamba, Bona Tibertelli, Cordelia Urueta, Olga Costa e Sylvia Fein avuto rapporto personale con Frida Kahlo e/o con il Surrealismo, lingua in cui è inserito il lavoro dell'artista.

Ma FRIDA KAHLO – connessioni tra donne surrealisti in Messico ancora recentemente altri tesori, come una vetrina di film, dedicato agli artisti Alice Rahon, Rara Avis (Bridget Oftichenor), Jacqueline Lamba, Leonora Carrington, Remedios Varo, Oltre a Frida Kahlo; una Litografia firmata da Diego Rivera; e abbigliamento, Accessori, documenti, documentazione fotografica, cataloghi e relazioni legate all'artista. Il curatore è il ricercatore Teresa Arcq.

LA MOSTRA

Frida Kahlo, La novia que se espanta al ver la vida abierta, 1943, Óleo sobre tela, 63 x 81,5 cm, The Vergel Foundation, Foto: Gerardo Suter, Foto: Francisco Kochen. ©2015 Banco de México Diego Rivera & Frida Kahlo Museums Trust.

Frida Kahlo, La sposa che vedono il vita aperta, 1943, Olio su tela, 63 x 81,5 cm, La Fondazione di Orchard, Foto: Gerardo Suter, Foto: Francisco Kochen. © 2015 banca del Messico Diego Rivera & Frida Kahlo musei Trust.

FRIDA KAHLO: CONNESSIONI tra donne surrealisti in Messico dà il pubblico australiano un ampio panorama dell'artista pensiero, plastica, e rivela l'intricata rete e l'immaginario potente che si formò intorno la sua figura.

Per tutta la vita, Frida Kahlo (nato 6 luglio 1907, a Coyoacan, Messico, dove morì nel 13 luglio 1954) dipinto solo 143 Tessuti. Uno della 20 Dipinti di Frida in Mostra, Sei sono gli autoritratti. Ci sono ancora altri due dei loro schermi che portano la vostra presenza, come in"El abrazo del amore universo, la terra (Messico). Diego, Yo y el senor Xóloti" (1933), e"Diego nel pensiero mi" (1943), Oltre a una Litografia, "Frida y el aborto" (1932). Immagini di Frida Kahlo sono presenti anche nelle fotografie di Nickolas Muray, Bernard Silberstein, Hector Garcia, Martin Munkácsi, e nella litografia"Nudo (Frida Kahlo)" (1930), da Diego Rivera.

Il curatore Teresa Arcq sottolinea che gli autoritratti e i ritratti simbolici Marchino "una pausa provocatoria che separa il pubblico dal strettamente privato". “In alcuni dei suoi autoritratti Frida Kahlo, Maria Izquierdo e Rosa Rolanda eletto attentamente l'identificazione con le culture indigene e passate pre-ispanica del Messico, utilizzando ornamenti e accessori che si riferiscono alle donne potenti, come Dee o tehuanas, acquisizione della proprietà dell'identità di questi matriarche amazonas”, dice. "Vedere come questi artisti colpisce per sovvertono la Canon per intraprendere un'esplorazione della sua psiche e carichi di simbolo miti personali", il curatore. La vigorosa presenza di Frida Kahlo ancora pervade l'esposizione di opere di altri artisti che hanno interpretato la figura iconica, come Cordelia Urueta. Attraverso la fotografia, Evidenziamo il lavoro di Lola Álvarez Bravo, Lucienne Bloch e Kati Horna.

ATMOSFERA CREATIVA

Leonora Carrington, Artes 110, 1942, Óleo sobre tela, 50 x 90 cm, Coleção Collection Goodman (Doação prometida ao NSU Art Museum, Fort Lauderdale), © Carrington, Leonora/ AUTVIS, Brasil, 2015.

Leonora Carrington, Arte 110, 1942, Olio su tela, 50 x 90 cm, Coleção collezione Goodman (Doação promesso ao NSU Art Museum, Fort Lauderdale), © Carrington, Leonora / AUTVIS, Brasile, 2015.

La confluenza dei gruppi di esilio europeo, come l'inglese Leonora Carrington, il francese Alice Rahon, la spagnola Remedios Varo, la Costa di Olga tedesco (nasce Kostakovski) e fotografo ungherese Kati Horna, e gli artisti che sono venuti dagli Stati Uniti, come Bridget Oftichenor e Rosa Rolanda, restare in Messico il resto della loro vita, Oltre a altri visitatori legato al Surrealismo, attratto dalle culture ancestrali messicane, come il francese Jacqueline Lamba e Bona Tibertelli, e l'americana Sylvia Fein, favorito l'atmosfera intellettuale creativa e una completa rete di relazioni e influenze con Kahlo e altri artisti messicani. “La molteplicità cultura, ricco di miti, rituali e una diversità di sistemi e credenze spirituali influenzato la trasformazione delle sue creazioni. La strategia di ombra surrealista e la fantasia, che in Messico fa parte dei rituali quotidiani intorno alla vita, la morte nel contesto del Sacro, ha lavorato anche come un appello ad affrontare il tema dell'identità e genere”, spiega Teresa Arcq.

Paul Miyada, Curatore del Instituto Tomie Ohtake, constata che gli spettacoli permettono un volto ribelle di confronto Surrealismo, dove "l'intensità, dramma e soggettività delle opere di questi artisti rendono questo set inquietante anche per quelli più familiarità con il movimento, che originariamente emersa in Francia alla 1920, avendo il predicato più grande tentativo di fuga dall'Impero di realismo e razionalità, salutando l'inconscio, il casuale e "onirica. “Nella produzione di artisti collegati al surrealismo che passate dal Messico, moltiplicano gli argomenti già sanciti nella discussione del surrealismo e sferza fuori molti confini, Ciò che si riflette nelle immagini di struggente e indimenticabile dai loro colori e tratti di tassa, gli elementi della cultura indigena messicana, da confrontadores gesti e dal disprezzo per qualsiasi convenzione di è il tradizionale buon gusto Borghese”, completare.

La mostra è stata ideata e coordinata da Instituto Tomie Ohtake, Sao Paulo, e ha il patrocinio della casella, con il supporto della Secretaria de Relaciones Exteriores del Messico (ESSERE), Ambasciata del Messico in Brasile, l'Instituto Nacional de Bellas Artes (INBA), il Consejo Nacional para la Cultura y las Artes (CONACULTA) e promozione turistica Consiglio del Messico (CPTM).

SU TERESA ARCQ:

Storico dell'arte, Master in museologia e gestione in arte e arte della pellicola presso Casa Lamm a città del Messico, Teresa Arcq ha lavorato come Chief Curator del Museo d'arte moderna di città del Messico tra 2003 e 2006. E ' stato cocuradora della Mostra "l'arte di Mark Rothko – collezione della Galleria Nazionale d'arte", e varie mostre della collezione permanente, evidenziazione di Remedios Varo. Dal 2007, come curatore indipendente realizzato per il Museo d'arte moderna di città del Messico "Remedios Varo – cinque chiavi", una retrospettiva per celebrare il centenario della nascita dell'artista ispirato dalla sua controparte del libro; e "Alice Rahon-A surrealista in Messico", È stato inoltre presentato presso il Cubo di El, a Tijuana. Arcq è professore di storia dell'arte presso centro culturale Casa Lamm. Ha pubblicato diversi saggi e fa lezioni di arte messicana moderna, movimento Avant-Garde surrealiste donne in Messico ed europea, Stati Uniti, Europa e Asia.

SERVIZIO

Esposizione: Frida Kahlo-collegamenti tra donne surrealisti In Messico
Local: Culturale casella Brasilia
Visitazione di pubblico: di 13 Aprile a 5 Giugno 2016
Tempo: das 9h às 21h
ATTENZIONE: Ingresso gratuito. Biglietto attraverso la rimozione di password

Orario di visita: attraverso il sito Frida.ingresse.com

Rimozione delle password al botteghino della Culturale casella Brasilia – da 13 Aprile, da 09.00 a 20:0

Informazioni: (61) 3206-9448 / 9449
Sponsorizzazione: CASELLA
Creazione e coordinamento generale: Instituto Tomie Ohtake
Supporto: Segreteria affari esteri del Messico (ESSERE), Ambasciata del Messico in Brasile, l'Instituto Nacional de Bellas Artes (INBA), il Consejo Nacional para la Cultura y las Artes (CONACULTA) e promozione turistica Consiglio del Messico (CPTM).

Realizzazione: Ministero della Cultura

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*