Casa / In evidenza / La mostra racconta la storia dei tradizionali bar e ristoranti di Curitiba
Bar Palazzo. La casa della memoria.

La mostra racconta la storia dei tradizionali bar e ristoranti di Curitiba

Fachada Bar Stuart. Acervo Casa da Memória.

Barra anteriore Stuart. La memoria House collection.

Immagini da bar e ristoranti che hanno fatto storia nella seconda metà del secolo 20, a Curitiba, compongono gli spettacoli che stanno giocando nella casa Romário Martins. "Tra le tabelle e contatori: Ristoranti e bar di Curitiba nella 1950 e 1960 "riflette un tempo quando la città stava attraversando le trasformazioni, permeata di spirito e sviluppo moderno che aleggiava nell'aria del paese.

Basato sulla tesi di dottorato in storia del Professor Maria do Carmo Marcondes Brandão Rashidi, ha difeso in 1997, la mostra raccoglie fotografie dal tempo di più di 30 stabilimenti, in collezioni private e selezionato casa della memoria (Consiglio del patrimonio storico, Fondazione culturale artistico e culturale di Curitiba). Il montaggio del progetto espositivo dalla ricerca accademica è stato finanziato dal Fondo municipale della cultura.

Specialità – Le foto rivelano le abitudini di curitibanos e le caratteristiche peculiari di bar e ristoranti tradizionali. C'erano posti dove molte famiglie, principalmente per pranzi domenicali, e luoghi che sono stati considerati come roccaforti maschili, come il Bar Stuart, il Cinelândia di Ermelino, il foro di Armadillo, la Grotta del giaguaro, con i suoi piatti esotici e speziati, come, per esempio, Testicoli del Toro e la carne-de-oncia. Altri avevano intensa frequenza, soprattutto il sabato, come il Onha, a causa della feijoada.

Il Palace Bar, il Mignon e il triangolo sono stati conosciuti per rimanere aperti fino all'alba, essendo molto frequentato da giornalisti e Bohemians. La presenza dei politici era la fama di alcuni luoghi, come il carro di armistizio, Era il ristorante preferito di interveniente Manoel Ribas, e Nino, il Bento Munhoz da Rocha Neto governatori e Ney Braga. Il bar riflette anche certi schemi della morale del tempo. Nel caso il Palace Bar, per esempio, donna non accompagnata non andrei.

Bar Paraná. Acervo da Casa da Memória.

Bar Paraná. La casa della memoria.

Le specialità identificato bar e ristoranti, dove era una cucina familiare e tradizionale allo stesso tempo: il cibo tipico dei ristoranti di Santa Felicidade, la carne di oncia di foro di Armadillo, Feijoada di Onha, il risotto del carro armistizio, il filetto alla griglia di crociera Steak House, Minestra ungherese di Paraná Bar, il gambero Martha Rocha del ristorante e pasticceria Iguaçu, l'hot dog del triangolo e il Mignon, il paranaense barbecue al Bar Palace, tra i molti altri piatti e prelibatezze che sono diventati l'identità di questi stabilimenti.

Servizio personalizzato – Nella vostra ricerca, Professor Maria do Carmo Rolim richiama l'attenzione a un modello di servizio più personale, che ha affascinato la clientela. "È la parte del proprietario, È una parte dei camerieri, il rapporto personale stabilito era essenziale. Molti camerieri sono ricordati esattamente per che cosa hanno rappresentato: erano persone simpatiche, Bello, sapevano che cattura parrocchia, vale oro", vista del ricercatore.

Maria do Carmo evidenzia che frequentano queste posizioni era parte di un rituale. "Impregnata dello spirito della nuova, il moderno, Ci hanno fatto loro viaggi a bar e ristoranti, dove c'erano le condizioni per cambiare alcune abitudini, un rituale di mangiare rituale e celebrazione dell'amicizia e della vita".

Pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Facevano parte del team di produzione della Mostra, Oltre al Professor Maria do Carmo, i ricercatori Victor Augustus Graciotto Silva, NIV Reinhardt, Marlowe di Solange Demeterco, Cilene da Silva Gomes Ribeiro, Regina Maria Schimmelpfeng de Souza, Alejandro Akira, Carolina Corção e Ana Carolina Caldas.

Servizio:
Mostra "tra tavoli e banconi: ristoranti e bar di Curitiba nella 1950 e 1060"
Local: Romário Martins House-Largo da Ordem
Date e orari: Fino a 29 Giugno 2016, da martedì a venerdì, le 09.00-12.00 e 13:0 a 18:0; Sabato e domenica, da 09.00 a 14:0

Ingresso gratuito

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*