Casa / Art / Atelier Gallery apre ora improbabile daguerreotipista Francisco Moreira da Costa

Atelier Gallery apre ora improbabile daguerreotipista Francisco Moreira da Costa

(Solo brasiliano daguerreotipista)
A cura di Marcia Mello

Giorno 23 Settembre, 19h
Ingresso gratuito

Obra de Francisco Moreira da Costa. Foto: Divulgação.

Il lavoro di Francisco Moreira da Costa. Foto: Rivelazione.

"Un dagherrotipo è una singola immagine su una lastra di rame ricoperta di un sottile strato di argento. I tuoi programmi di superficie lucidi argento, come l'angolo dello sguardo, ora un'immagine negativa, ora un'immagine positiva: è un positivo diretto." (Definizione tratta dal catalogo Parigi ET LE Dagherrotipo, Paris Musées – traduzione gratis).

La Galleria Studio inaugura giorno 23 Settembre, às 19h, la visualizzazione dell'ora improbabile, Francisco Moreira da Costa, solo brasiliano utilizzando la tecnica originale del dagherrotipo al lato dei circa 50 daguerreotipistas contemporanea in attività in tutto il mondo. A cura di Marcia Mello.

Dagherrotipo di ricerca Francisco Moreira da Costa dal 1996, sviluppare la vostra attrezzatura dal 19 ° secolo manuali. Il suo lavoro Salva questa tecnica quasi dimenticata, rivelando come indubitabile lingua per l'arte contemporanea e come riflessione essenziale per la fotografia moderna.

Secondo Marcia Mello, Curatore della Mostra, il lavoro di Francisco Moreira da Costa, "non prendete l'osservatore i possibili paralleli con altre produzioni artistiche nel primo contatto catturato con il suo lavoro. Ma, un inizio, sono presi dalla poesia di Manoel de Barros, le immagini intime di Josef Sudek, l'universo privato di Cora Coralina, le sottigliezze di Morandi, il formato miniatura di Yamamoto…"

Il curatore aggiunge, "per due decenni, l'opzione per il dagherrotipo, Francisco ha portato a un percorso di non ritorno. Come Narciso, Ha dimostrato lo stesso, euforica nel riflesso del rettangolo specchio stesso. Alchimista, passa a prendere le procedure, materiali e gesti dai pionieri della fotografia instancabilmente. Provetta, pipetta, Crogiolo, copre, Oro, argento, Bromo, Mercurio, Questo diventa il tuo vocabolario…

Gli oggetti raffigurati – Lampade, cestini, vaso di fiori, radici – portare alla discussione passato abbandonato, che attraversa l'intera produzione di Francisco. Lasciate che ricordi di qualcosa che, forse, erano anche parte della nostra vita. Con persistenza, Noi stiamo identificando sul paesaggio dimenticato della memoria dormiente, inconscio, secolare; rischio di dare al corpo l'improbabile volte e nutrire sentimenti di eternità. Così, in deviazioni dalla vita, la poetica di questo fotografo singolare e plurale. In una sola volta, nello stesso posto", conclui Marcia Mello.

Francisco Moreira da Costa

Obra de Francisco Moreira da Costa. Foto: Divulgação.

Il lavoro di Francisco Moreira da Costa. Foto: Rivelazione.

Hanno iniziato a sparare 1983 e, da 1999, passa a integrar a equipe do Centro Nacional de Folclore e Cultura Popular do IPHAN. Ricevuto in 2004 il premio di acquisizione presso il salone di arte Stop, con due dagherrotipi, diventando parte dell'acquis della Fondazione Rômulo Maiorana. In 2005, ha partecipato alla conferenza stampa: Il ' Brasile, la terra dell'incanto ' villaggio globale a cura di Denise Mattar nel Palazzo Itamaraty a Brasilia.

Dal 2014 suoi dagherrotipi fanno parte del portafoglio della Galleria Fass a São Paulo e con la Galleria, ha partecipato nella foto SP/Arte, 2014, 2015 e 2016.

Nel mese di dicembre 2015, fa la sua prima Mostra di dagherrotipi, La carta magia, Galleria di Fass a São Paulo.

Dal 2016 suoi dagherrotipi fanno parte del portafoglio di tempo, a Rio de Janeiro.

Marcia Mello ricercatore, curatore e curatore della fotografia. In 2006, inaugura la Galleria Time con latte Carolina giorni e Georgiana Basto, in attività fino al 2014. In 2015 ex direttore-curatore della Galleria tempo Marsiaj (RJ). Durante questo periodo, Oltre ad organizzare numerose mostre, ha partecipato come espositore della SP/Arte e arte fiere/fiume.

Tra le sue attività più recenti, la co-curadoria di fiere"Kurt Klagsbrunn, un fotografo umanistico in Rio (1940-1960)", "Rossini Perez, tra la collina e la salute dell'Africa” e “Angoli di notizie, 90 anni di fotogiornalismo nel globo"il Museo d'Arte di Rio tutto in 2015. Il centro culturale di giustizia federale, polimerizzato spettacoli "tempi di consegna, Tempo di Bossa – gli anni 60 da Evandro Teixeira lenti" (2014) e nella Galleria dello spazio SESC, "Si dovrebbe essere ciechi l'uomo invisibile?", fotografie di Renan Cepeda (2015).

Pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Come ricercatore, ha partecipato a mostre e libri: "Alair Gomes – Il nuovo viaggio sentimentale", Cosac Naify, 2009, e “Caixa Preta – fotografias de Celso Brandão”, Studio Maddalena, 2016, entrambi a cura di Miguel Rio Branco e visualizzato presso la Maison Europeenne de la Photographie di Parigi. In 2015, il libro "Milano Alram" ha partecipato, edizioni di gennaio e Bazaar di tempo, Joaquim Marçal.

Autore dei libri "c'è un solo Rio ', Andrea Jakobsson Estúdio (2008) e "rifugio del look, la foto di Kurt Klagsbrunn in Brasile negli anni 1940", Casa della parola (2013) entrambi in collaborazione con Mauricio Lissovsky.

SERVIZIO

Atelier Gallery apre ora improbabile, daguerreotipias fotografo Francisco Moreira da Costa
Giorno di apertura 23 Settembre, às 19h
Visita da 24 Settembre a 19 Novembre 2016
Ingresso gratuito
Libro
Tempo: 2un un 6la fiera da 10:0 a 21:0; Sabato dalle 10.00 alle 17:0
Immagine Ateliê Espaço Cultural
Avenue Pasteur 453, Urca

Tale: 21 219 di nove541 3314

www.ateliedaimagem.com.br

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*