Casa / Art / MARE, inaugurata il nome di paura l Rio de janeiro, di Rivane Neuenschwander
Il nome della paura - Guto Carvalhoneto copre. Foto: Peter Danis.

MARE, inaugurata il nome di paura l Rio de janeiro, di Rivane Neuenschwander

Il nome della paura a Rio de Janeiro
di Rivane Neuenschwander

Dal 21 Febbraio
Galleria talk: 16h

Il Museo d'Arte di Rio - SEA, sotto la gestione di Odeon Institute, si apre in 21 Febbraio la Mostra Il nome della paura, l'artista Rivane Neuenschwander, in collaborazione con il stilista di moda Guto Carvalhoneto. A cura di Lisette Lagnado, Sponsorizzazione Yanghyun Foundation Award (Corea del sud) e in collaborazione con la school of Visual Arts di Parque Lage (EAV Parque Lage), caratteristiche 32 parti sviluppata da Bobby e Guto. Essi sono il risultato di un processo creativo iniziato dai laboratori con i bambini da pubblico e scuole private e reinserimento sociale (URS), Oltre al mare pubblico spontaneo e Parque Lage.

Il progetto che dà il nome allo spettacolo è stato ideato da Rivane dopo essere stato assegnato il Yanghyun, il 2013, nella sesta edizione del prêmio Coreano, che include artisti con internazionalmente riconosciuto opere. Attraverso questo, Yanghyun Fondazione offre vincitori un sistema di supporto per l'esecuzione di uno spettacolo in un rinomato Museo. O MAR, come uno spazio per promuovere l'educazione come pratica di creazione e sperimentazione, è stato scelto per ricevere le parti prodotte dalle attività di Il nome della paura a Rio de Janeiro.

In 2015, Bobby è stata invitata a collaborare con l'evento Commissione per bambini, si tiene ogni anno dal Whitechapel Art Gallery (Londra, Inghilterra), creato per promuovere l'interazione dei bambini con l'arte. In occasione, l'artista ha precisato per studiare la paura dallo sguardo dei bambini, sono stati incoraggiati ad elencare e disegnare le loro paure più oscure e pelli di costruzione con materiali ricchi di texture e colori-cotone, Organza, nastri, materie plastiche, linee e altri materiali relazionati all'universo di taglio e cucito-, come un modo per aiutarli ad abbracciare e proteggere se stessi dalle loro paure. Gli articoli prodotti negli incontri sono stati trasformati in copertine stilizzati, creato dall'artista in collaborazione con il stilista di moda Lucas Nascimento, Brasiliano con sede a Londra.

O Nome do Medo – 3ª Oficina. Foto: Pedro Agilson.

Il nome di paura-3 ° Workshop. Foto: Peter Danis.

A Rio de Janeiro, si sono svolte 12 Workshop, con durata di 3 ore, oltre 240 Bambini, fra 6 e 13 anni, a scuola il look ed EAV Parque Lage. Artisti di fama come Laura Lima, Lexter Boavida, Chiara Banfi, Daniel Steegmann-Mangrane, altri, ha aiutato i partecipanti nell'abbigliamento dei suoi pezzi. Le coperture progettate e costruite nel corso delle attività ha vinto un nuovo formato per mano di Bobby e il stilista di moda Guto Carvalhoneto, con Lisette Lagnado.

Per l'artista, il progetto permette di mettere in discussione le origini psichiche e sociale della paura e aiutare il bambino nello sviluppo dei loro conflitti. Bobby spiega che "l'opposizione tra scherzo e violenza rende questo lavoro offrire condizioni uniche per il bambino di esprimere le loro preoccupazioni e paure, per gli adulti per riequilibrare entrambi l'infanzia come l'esposizione quotidiana dei bambini di brutalità, e, ancora, a ripensare come la paura deriva da un tipo di affetto coercibile nella società".

Bobby ha già fatto mostre individuali e collettive in Svezia, Irlanda, Giappone, Sud Africa, Francia, tra gli altri paesi. Sue opere sono prodotte da processi di collaborazione con il pubblico.

Di Lisette Lagnado

Lisette Lagnado (1961, Kinshasa, Congo) è critico d'arte e curatore indipendente. Si è laureato in giornalismo da Pontificia Università Cattolica di São Paulo, Laurea specialistica in comunicazione e semiotica (tesi sul lavoro di Mira Schendel) e un dottorato in filosofia presso l'Università di São Paulo, con una tesi sul programma ambientale di Hélio Oiticica. Insieme con gli amici e la famiglia, fondato, il 1993, il progetto di Sena, che ha permesso organizzare la prima retrospettiva dell'artista, ucciso a causa dell'AIDS. Autore dei libri SENA. Ci sono così tante verità (Sao Paulo: Athan progetto/SESI/DBA, 1995) e Laura Lima. On_off (Rio de Janeiro: Cobogó, 2014), ha molti articoli e saggi pubblicati in Brasile e all'estero. Tra le mostre che ha concepito, è stato curatore, il 2006, la Biennale di San Paolo 27 (“Come vivere insieme”); gli spettacoli "interruttore di la deriva. Esperienze, Durante y morfologías" (2010), presso il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía (MNCARS), a Madrid; e di 33 Panoramica di Museu de Arte Moderna de São Paulo (2013). Dal mese di agosto 2014, dirige la scuola di arti visive del Parque Lage, a Rio de Janeiro.

Circa Guto Carvalhoneto

Guto Carvalhoneto laureato in fashion design all'Universidade Cândido Mendes, il 2008. Già in 2009 andò a vivere a Parigi per approfondire le proprie conoscenze. Durante questo periodo, ha lavorato come visual merchandising per un marchio di prêt-à-porter e sviluppate il vostro ricerca accanto a francese focalizzata sulla precisione e tecniche di Haute Couture parigina. In 2011, lanciato il tuo brand, Cerca di sperimentare forme non comuni e materiali alla moda commerciale, le somiglianze estetiche tra l'entroterra e l'Oriente, contaminando film e anche per le arti visive.

Il Museo d'Arte di Rio – AS

La VAS è uno spazio dedicato all'arte e alla cultura visiva. Occupa due edifici su praça Mauá: stile eclettico, che ospita la Sala delle Esposizioni; altro stile moderno, Guarda dove il lavoro della scuola. Il progetto architettonico unisce i due edifici con una copertura di cemento liquido, che si riferisce ad un onda - un marchio di fabbrica del museo -, e una rampa, dove i visitatori vengono a spazi espositivi.

Un'iniziativa di Prefeitura do Rio in collaborazione con Fundação Roberto Marinho, il mare ha attività che coinvolgono la raccolta, registrazione, ricerca, la conservazione e la restituzione dei beni culturali per la comunità. Supporto proattivo istruzione e cultura dello spazio, il museo è nato con una scuola - Look Scuola -, la cui proposta è museologico innovativo: favorire lo sviluppo di un programma educativo di riferimento per le azioni in Brasile e all'estero, che unisce arte ed educazione dal programma curatoriale che guida l'ente.

Il mare è gestito dall'Odeon, un'organizzazione sociale della cultura, selezionata per il corridoio di città di Rio de Janeiro per avviso pubblico. Il Museo ha la Grupo Globo come maintainer, gli BNDES come sponsor di Riserve tecniche e sostenitore della Mostra Leopoldina, Principessa di indipendenza, delle arti e delle scienze, un Petrobras anche come sostenitore di Leopoldina, Principessa di indipendenza, e un Repsol come un sostenitore della Mostra. Il Consolato generale di Francia supporta l'esposizione Luoghi del delirio.

La Scuola di Ricerca ha il Fecomercio sistema RJ, attraverso il Sesc, partner istituzionale, e ha il Banco Votorantim e un Prodiel come sostenitori. La Brookfield supporta il didattica. Il programma MARE presso l'Accademia ha il sostegno di DATAPREV e Amil uno salute Via Comunale legge di incentivo alla cultura, e Aliansce via la legge Rouanet. La Souza Cruz è copatrocinadora la Domenica al mare.

Il mare ha anche il sostegno del governo dello stato di Rio de Janeiro, e attuazione del Ministero della cultura e del governo federale del Brasile, attraverso la legge federale di incentivo alla cultura.

Servizio

Ingresso: R $ 20 Il R $ 10 (metà prezzo) - Persone con un massimo 21 anni, studenti delle scuole private, università, disabili e dipendenti pubblici della città di Rio de Janeiro. Il mare è parte della Carioca programma paga la metà, offerta metà prezzo per i locali e i residenti della città di Rio de Janeiro, in tutte le istituzioni culturali legati al Municipio. Presentare un documento comprovante (identità, prova di residenza, bollette dell'acqua, luce, telefono a pagamento con, Top, tre mesi di emissione) e rimuovere il biglietto al botteghino. Pagamento in contanti o carta di (Visa o Mastercard).

Biglietto di sola andata: R $ 32 – R$ 16 (metà prezzo) i locali e residenti a Rio de Janeiro, su presentazione di giustificativi documentazione o prova di residenza. Documenti giustificativi saranno considerati quelli che contengono il luogo di nascita, come RG, patente di guida, portfolio di lavoro, Passaporto, ecc.. Sarà considerata prova di titoli della residenza della collezione con un massimo di 3 (tre) mesi di emissione, come servizi idrici, luce, rete fissa o gas naturale, debitamente accompagnati da un documento ufficiale d'identità con foto (RG, patente di guida, portfolio di lavoro, Passaporto, ecc.) dell'utente.

Politica libero: Non pagare nessuna voce-su presentazione di documentazione probatoria – studenti provenienti da pubblici (l'insegnamento elementare e media), i bambini fino a cinque anni o persone da 60, insegnanti della scuola pubblica, dipendenti di musei, gruppi in situazioni di vulnerabilità sociale visita didattica, Vicini di casa delle guide turistiche e di mare. Martedì ingresso è libero al pubblico. Domenica l'ingresso è gratuito per i possessori di Carioca passaporto musei non hai ancora il timbro del mare. L'ultima domenica del mese il Museo ha ingresso gratuito per tutto il progetto Domenica al mare.

Martedì alla Domenica, das 10h às 17h. Il lunedì il museo chiude al pubblico. Per ulteriori informazioni, contatto per telefono (55 21) 3031-2741 o visita www.museudeartedorio.org.br.

Indirizzo: Praca Maua, 5 - Centro.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*