Casa / Art / Mostra sempre che qualcosa tra di noi continua il progetto [Sono qui], in Sesc Belenzinho
Hugo Curti. Foto: Rivelazione.

Mostra sempre che qualcosa tra di noi continua il progetto [Sono qui], in Sesc Belenzinho

Galciani Neves é a curadora da exposição que reúne artistas contemporâneos e enfatiza as muitas forme di rapporto tra pubblico e opere d'arte. In questa fase successiva, o projeto também traz attività di formazione con i giovani che sono interessati a studiare e producono collettivamente

Discutere i vari elementi delle arti e il loro rapporto con il pubblico di un determinato posto. Questo è uno dei motti della Progetto [Sono qui], a cura di Paul Miyata e che ha avuto inizio nel mese di luglio, in Sesc Belenzinho. Dal 31 Agosto, il progetto nasce nella sua seconda fase con l'apertura della Mostra SEMPRE QUALCOSA TRA DI NOI, a cura di Galciani Neves, che riunisce artisti brasiliani contemporanei con opere che si riferiscono allo spazio intermedio inespugnabile che esiste nelle relazioni, lingua e operazioni, anche, nell'incontro tra arte e pubblico.

Pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

La mostra riunirà artisti Vitor Cesar (che presenta il lavoro SEMPRE QUALCOSA TRA DI NOI, che dà il nome agli spettacoli), Jorge Menna Barreto, Patricia Aguilar, Fernanda Porto e Haroldo Savoy, Flávia Mielnik, Fabio Morais Malvina Sammarone, Hugo Curti, Bruno Moreschi, Neve di Beth, Regina Parra, Cadu, Enrique Jezik, Marilá Dardot, Acacio di Felipe e Jaime Lauriano.

La scelta degli artisti ha preso in considerazione non solo il lavoro presentato in Mostra, ma anche il suo percorso. La premessa era quello di raccogliere i nomi che hanno, notevolmente, un lavoro basato sul rapporto più vicino con il pubblico, in cui le reazioni, interazioni o percezioni dello spettatore sono presi come una parte fondamentale dell'evento dell'opera.

"Se, nel primo passaggio del processo di (la mostra Potlatch: Scambi di arte, che è iniziato vuoto e stava nascendo con opere d'arte donate in cambio di una conversazione con i curatori) Abbiamo discusso il ruolo del curatore, il valore dell'arte e ciò che può essere chiamato arte, il SEMPRE QUALCOSA TRA DI NOI Let's sollevare questioni circa il ruolo del pubblico in una Mostra. Nella misura in cui un lavoro esiste prima di trovare il tuo pubblico e, Quando questo accade, ciò che trasforma il lavoro, in Mostra e visitatori? Siamo abituati a pensare che una Mostra d'arte è un luogo di presentazione delle opere, Ma quello che è, fondamentalmente, presentificado è un luogo di incontro di persone e idee, domanda Mitchelljamesmuro.

Regina Parra. Foto: Divulgação.

Regina Parra. Foto: Rivelazione.

Interação

Tra le opere che compongono la Mostra, uno dei punti salienti è Pittaco di Mitilene, da Fernanda Porto e Fabio Morais. Il lavoro sarà al centro della Mostra e avrà una serie di azioni che saranno abilitati attraverso otto incontri con artisti e curatori, con 3 ore di durata.

I partecipanti-studenti, progettisti, educatori, critici, artisti, insegnanti e interessato all'arte, critica d'arte, prove grafiche – eseguirà opere grafiche dal critico riflessione/mediazione sulle questioni che costellano le opere di spettacolo. Gli esercizi e progetti in corso saranno in Mostra, così come il file di riferimenti e materiale generato durante i meeting-video, Foto, ecc.

Un altro punto forte è il lavoro SEMPRE QUALCOSA TRA DI NOI che dà il nome agli spettacoli e fu creato da Vitor Cesar. Un poster trapelate analoga a uno stencil maschera fa riferimento all'intervallo che persiste in tutte le relazioni. Il pubblico può ottenere un foglio e portare. Suo, con il cast di lettere, è la frase Sempre qualcosa tra di noi. L'idea è che il visitatore oltre i limiti dell'esposizione e premere questo foglio per altri ambienti, come poster, segnalazione o addirittura come uno stencil che permette di moltiplica quella frase per molte zone della città.

Sintaxe – Fernanda Porto e Haroldo Saboia. Foto: Divulgação.

Sintassi-Fernanda Porto e Haroldo Savoy. Foto: Rivelazione.

Rifatto

Pochi giorni dopo l'apertura della Mostra, il 13 Settembre, inizia un'altra attività della Progetto [Sono qui]. RIFATTO è un'officina con coordinamento di artista e professore Peter France, al fine di promuovere l'arte contemporanea con il pubblico. Voci saranno aperte al pubblico in generale e il progetto spera di raggiungere anche i giovani residenti di Oriente. L'obiettivo è quello di stimolare i partecipanti a saperne di più sull'arte contemporanea e anche per produrre collettivamente.

Dalle esperienze di artisti come Robert Morris, Sol LeWitt e Cildo Meireles, Sarà discusso le differenze tra soddisfano queste opere dal vivo o attraverso la documentazione fotografica e anche la distinzione tra opere originali e contatto con le repliche di loro.

Dopo, gli studenti e il coordinatore Peter Francia selezionerà un elenco di opere che potrebbero essere sperimentate da rifare. L'idea è di discutere le decisioni principali dei materiali artista, passaggi, scala, processo necessario per eseguire tali operazioni. Seguendo, Ci sarà una componente pratica che coinvolge carpenteria e officina, per testare modi per produrre ognuna delle opere selezionate. Queste opere saranno esposte in una mostra che avrà luogo in una fase futura Progetto [Sono qui].

Per script:

Esposizione
SEMPRE QUALCOSA TRA DI NOI -Inaugurazione 31 Agosto, il mercoledì, a 20 ore, in Sesc Belenzinho. A cura di -Galciani Nair. SCHEDvisitare fiumezione -da martedì a sabato dalle 11:00 alle 21:00 e domenica e festa di 11:00 alle 19:30. GRATIS. Gratuito a tutti gli spettatori. Fino a 30 Ottobre.

Officina
RIFATTO -Di 13 Settembre a 30 Ottobre. Registrazione a persona-finché c'è disponibilità. I partecipanti devono avere più di 15 anni, con qualsiasi addestramento ed esperienza, ed essere residenti in Oriente. Capacità - 20 persone.

SESC BELENZINHO -Rua Padre Adelino, 1000 -Belenzinho (nei dintorni di stazione della metropolitana di Belém). Telefuno – (11) 2076-9700. Accesso per persone disabili. Orari di apertura del Sesc Belenzinho -Dal martedì al venerdì dalle 09:00 alle 21:30 e sabato, Domenica e festa di 09:00 alle 19:30 Parcheggio – R$ 10,00 la prima ora e R $ 2,50 per ulteriore tempo e R$ 4,50 la prima ora e R $ 1,50 ora supplementare (completo delle credenziali).

Commenti

1 Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*