Casa / Art / Nuova passeggiata PIN galleria Visualizza lingue e formati
Raquel Nava. Foto: Rivelazione.

Nuova passeggiata PIN galleria Visualizza lingue e formati

*Nel soggiorno A, il brasiliense Raquel Nava espone 'Bestia bestia Pop Fauna', fusione di materiale organico e oggetti di uso quotidiano

*Camera due accoglie il lavoro congiunto di uruguaiano Diana Blok-olandese e dell'americano Ilene Sunshine con dialoghi 'Underground'

Dalle 18:00 del giorno successivo 4 Febbraio e fino 4 Marzo-PIN galleria riceve due mostre che mettono insieme le opere di tre artisti. Nel soggiorno A, al piano terra della Galleria, sarà l'esposizione di POP bestia bestia FAUNA, con le più recenti esperienze artistiche di brasiliense Raquel Nava. Nelle sue opere, Ossa dal vivo, teschi e animali imbalsamati, accostati a oggetti di uso quotidiano, come Cina e lampade fluorescenti. Una proposta per una riflessione sul rapporto degli esseri umani con gli animali e la natura.

Pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Il Bilocale riunisce che l'americano sembra Ilene Sunshine e uruguaiano Diana Blok-olandese nei dialoghi UNDERGROUND. Gli spettacoli si concentrano sul rapporto tra fotografia e video installazione e disegni in due e tre dimensioni. A fuoco, la presenza dell'essere umano del mondo e la natura e la comunione degli opposti.

La Galleria di PIN opere giovedì e venerdì, le 14:30 a 18:00, e il sabato, le 15:00 a 20:00. Ingresso gratuito.

MOSTRE

Bestia bestia Pop Fauna

Raquel Nava

Local: Galleria di pin – Sala A

'Bestia bestia Pop Fauna È come camminare di parco a tema Estranhossauro Rex Semi sintetico prendendo il tuo Guaraná Jesus. Meglio: È come dare una passeggiata in copia cinese della fiera di Ver-o-Peso al suono di un coreano technobrega. Piume, metallo, budello suino, campi da squash… Il design audace dell'appendice che germoglia e spara fino in modo imprevisto da qualche parte nel corpo… Il tavolo di mattina pieno di Scrooge pudinzinhos, Piccola scimmia, Serpente a sonagli. Piccoli teschi vellutati. Giocattoli del Paraguay. Ci siamo fermati lì sconosciuto di uccelli, portando il vostro peso, sotto l'armadietto, facendo uno spessore alla tabella, il peso della vita accumulato nella parte posteriore. Giocando il nostro all'indietro, organizzare le nostre ossa, toelettatura li '.

Raquel Nava. Foto: Divulgação.

Raquel Nava. Foto: Rivelazione.

La mostra è composta da una serie di assemblee realizzati con ossa, teschi e animali imbalsamati, accostati a oggetti di uso quotidiano. Tassidermia è una tecnica di conservazione la pelle di un animale a guidarla o riprodurlo in forma di scultura per la visualizzazione o studio. In questa mostra, Tassidermia è utilizzato in modo che l'animale non viene visualizzato nella vostra forma anatomica, ma mostrato come un altro oggetto all'interno della composizione.

La porcellana fredda (popolarmente conosciuta come biscotto) integra alcuni dei lavori come una massa di cartilagine che sembra seguire la forma dei teschi e suggerire o animali mitologici ibridi. Gli oggetti appropriati ora riguardano la natura biologica del materiale, come lo spolveratore della piuma di struzzo, Ora se sono di origine industriale, come apparecchi fluorescenti o fibre ottiche che Flash con stack lamp.

Il ciclo della materia organica e inorganica chimica cambia relazione ai nostri desideri e le abitudini culturali. Bestia bestia Pop Fauna Cerca le trasmutazioni dei significati del nostro rapporto con gli animali in natura e nell'ambiente urbano.

RAQUEL NAVA – Brasília, 1981. Laurea in arti visive presso l'Università di Brasilia, dove ha anche completato un Master in poesia contemporanea, ha frequentato la facoltà di filosofia e lettere dell'Università di Buenos Aires. Espone regolarmente dal 2004. Le sue opere presenti nelle collezioni del Museo Nazionale della Repubblica, Università federale di Goiás, Collezione Sérgio Carvalho e Boghossian Foundation, di Bruxelles.

Dialoghi della metropolitana

Ilene Sunshine e Diana Blok

Local: PIN – galleria camera due

Dialoghi della metropolitana è una conversazione visiva tra Diana Blok (Uruguay/Paesi Bassi) e il sole di Ilene (Toronto). Blok usa la fotografia e video installazione, Mentre il sole funziona con disegni a due e tre dimensioni. Anche se le scelte per i diversi materiali, entrambi hanno un interesse comune dalle manifestazioni della presenza umana nel mondo e nella natura. Il lavoro esplora anche la comunione di presunti opposti: maschio/femmina, digitale/analogico, geometrico/organici, spazio negativo/positivo.

Ilene Sunshine. Foto: Divulgação.

Ilene Sunshine. Foto: Rivelazione.

Anche se gli artisti non sono naturali, Brasilia, entrambi sono attratti dalle qualità uniche della città e ispirati dalla fusione di costruzione geometrica con l'ambiente tropicale naturale, dove si trova il cerrado con alberi contorto. Fotografie di Blok giustappongono della forma umana con le parti di un albero in modo provocatorio: le sue immagini di semi sopportare una connotazione mitica. Sunshine utilizza rami di albero trovati lungo la strada e la terra rossa di Brasilia come il materiale da disegno, con cui cambia lo spazio della Galleria.

Si muovono dalla loro naturale e il vostro intuito per la scoperta delle associazioni e delle correlazioni tra diversi materiali e conoscenze. Questa mostra è il risultato dell'incontro e la sinergia tra i due artisti.

In Dialoghi della metropolitana, cultura e natura si fondono in uno spazio comune che offre un'esperienza viscerale dove la percezione si manifesta sia nel corpo che nella mente, attraverso movimenti inusuali, metropolitana.

Diana Blok. Foto: Divulgação.

Diana Blok. Foto: Rivelazione.

DIANA BLOK- Artista visivo e fotografo Nato a Montevideo, in Uruguay, figlia di padre un diplomatico. Ha vissuto in vari paesi, anche se radicato in Amsterdam, na Holanda, il 1974, dove attualmente vive e lavora. Negli ultimi 30 anni, ha tenuto corsi di master in Olanda e in paesi come la Finlandia, Svezia e Turchia. Ottenuto il riconoscimento internazionale della scena artistica, attraverso i suoi libri e mostre, in cui affronta i problemi legati all'identità di genere, diversità sessuale, tabù intorno al corpo, tra l'altro. I loro progetti sono stati approvati in diverse occasioni di arti visive e architettura di Amsterdam e l'olandese Mondriaan Foundation.

ILENE SUNSHINE- Vive e lavora a New York dal 1990. Ha frequentato la scuola di belle arti all'Università di Boston, dove si è laureata, con onore, il 1979, con un BFA in scultura. Nelle sue opere, utilizza una vasta gamma di materiali, di foglie di albero e sacchetti di plastica per giocattoli antichi, esplorare la natura/cultura interfaccia. Il suo lavoro è stato ampiamente riportato negli Stati Uniti e in Europa.

SERVIZIO

Galleria di pin CLN 103 Archivio di blocco B 66.
Apertura sabato 04 Febbraio 18:00.
In mostra fino al giorno 04 Marzo.
Visitazione – Giovedì e venerdì - 14:30h a 18:0
Sabato 15 alle 20:0
Ingresso gratuito.

Informazioni: alfinetegaleria.com.br

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*