Casa / Art / “Che cosa circa la Biennale?” da Glauco Mathur

“Che cosa circa la Biennale?” da Glauco Mathur

Glauco Moraes é Artista Plástico, Curador, Professor e Colecionador. Foto: Mari Guimarães.

Glauco Mathew è un artista, Curatore, Insegnante e collezionista. Foto: Mari Guimarães.

Ho una passione per le belle arti, Chi mi conosce sa che! I 18 anni di carriera e sempre impegnato in varie funzioni che coinvolgono questo mondo giocoso e affascinante. Oltre a artista, Sono una curatrice, professore, collettore e, chiaro, amante dell'arte. Amo viaggiare in cerca di conoscenza e di godere di ciò che viene fatto nel mondo. Era il mio recente viaggio a San Paolo, per soddisfare le opere esposte alla 32 ° Biennale di San Paolo.

Sono stato molto contento di quello che ho visto lì. Il tema quest'anno è "Incertezza Alive", Propone che una riflessione su come è il mondo andando avanti davanti a tante incertezze. In questo numero 180 gli artisti hanno presentato le loro opere, e sottolineo tre che mi ha sorpreso troppo.

Il primo è un giovane artista da Minas Gerais Laís Myrrha. Per coincidenza, Insieme abbiamo formato intorno agli anni 2000, la scuola di Guignard. Dal titolo "due pesi, due misure", il suo lavoro alla Biennale è composto da due torri di otto metri alto e composto da vari materiali impilati. Su un lato è la torre con la vite, Registro di legno e paglia, tipico delle strutture indigene e, l'altro, una torre con mattoni, cemento, Ferro da stiro guardoli, piastrelle e vetro, comune negli edifici moderni brasiliani.

Pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Con questa, Lais propone una discussione sui problemi dell'architettura moderna rispetto agli ultimi edifici indigeni, discutere come il modo di vivere oggi. Queste due torri si distinguono molto alla Biennale, non solo dalle dimensioni, ma anche per la sua posizione. Essi contrastano, o, migliori, sono "abusivi", con le sue forme concrete quadrato, in termini di architettura per il luogo in cui sono stati installati, il padiglione di Oscar Niemeyer. Questo flag propone un'architettura con virtuose curve tipiche di Niemeyer stesso.

Il secondo artista che evidenziare è Wilma Malik, chi vive a Rio de Janeiro, ma è di data mining. Durante l'evento d'arte di San Paolo, Presenta lo spettacolo "vita quotidiana". I suoi dipinti, olio su tela, ben monocromatico, sempre in bianco e nero. La più interessante delle sue opere è il modo che lei può giocare con i colori e le trame di un matite di grafite. Tutti i dipinti subiscono interferenze, quel basamento mediante l'uso di colori. L'uso del colore si verifica quando si mescola il tema della vita quotidiana gli elementi della natura, come paesaggi e animali selvatici intromettersi sulla composizione. Il risultato è molto interessante e surrealismo e con grande qualità di plastica.

Glauco Moraes. Foto: Mari Guimarães.

Glauco Mathur. Foto: Mari Guimarães.

Ora, Infine, evidenziare un artista maschile, Era nato a Salvador, ma lui vive nella capitale dello stato. Le opere di José Bento sono caratterizzate dall'utilizzo di legno. A sorprendere il pubblico, Ha portato alla Biennale un gigantesco palco realizzato con legno pipistrelli. Intitolato "terra", il lavoro propone un'interazione con il pubblico, perché alcune aree di questi piani si sovrappongono gli strati di molle che lavello. Quando si cammina in cima a questa struttura hanno la sensazione di instabilità, molto interessante e stimolante per tutti, principalmente per i bambini che si divertono con il lavoro.

Sono stato felice con quello che ho visto. Il curatore Jochen Volz e co-curatori coinvolti Gabi Ngcobo, Júlia Rebouças, Lars Bang Larsen e Sofia Olascoag sono le nostre congratulazioni per la grandezza di questo spettacolo! La costruzione di questa edizione è stata lunga, E 'iniziato in 2015, e tutti gli amministratori hanno seguito il processo di creazione degli artisti. La stessa passione per le arti, Vorrei consigliare a chiunque che può andare, per andare! Questa edizione ha un minor numero di artisti, ma in termini di qualità è superiore alla plastica che ho visitato. I curatori pensiero in ogni dettaglio, tra cui il ristorante è parte dello spettacolo. Cucina vegana, l'istituzione è anche un'opera stimolante.

In sintesi, Mi è piaciuto molto! Ci vediamo lavori medi, Buono e grande! Questi tre artisti che ho citato sopra, a mio parere, si distinguono non solo per avere una connessione a Minas Gerais, ma perché mi ha sorpreso in termini artistici, materie plastiche e concettuale. Per chiunque sia interessato, un 32ª Bienal de São Paulo può essere visitato fino al giorno 11 Dicembre, per coincidenza che è la data della mia nascita!

*Glauco Mathur
Artista plastico

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*