Casa / Art / Painting Fashion '70 da Edmundo Cavalcanti

Painting Fashion '70 da Edmundo Cavalcanti

Edmundo Cavalcanti Editorialista Art.

Edmundo Cavalcanti Editorialista Art.

Painting Fashion '70
Edmundo Cavalcanti

L'artista Itapetininga è più avanti del progetto curatoriale che ritraggono la moda in Brasile in 70, il suo contesto politico e ideologico. La prima mostra tenutasi a San Paolo

L'artista Angela de Oliveira, Itapetininga, una collaborazione con un altro artista Renata Cabral, John Person, capitale della Paraíba; L'esposizione idealizzato “Painting Fashion '70”, che ritraggono la moda di quel decennio e in tutto il contesto politico e ideologico che permeava. Lo spettacolo – che capita 18 A 28 Marzo - sarà composta da opere 26 artisti di vari stili e si terranno in Entrecores Galleria, situato a Rua Barros Lima, 52, Jardim Paulista, a São Paulo. Con ingresso gratuito, sarà aperto ai visitatori dalle ore 10:30 alle 18.

Angela OliveiraArtisti provenienti da tutto il Brasile sono coinvolti in questo progetto. Alla mostra si possono ammirare opere di Acacio Pereira, Ana Costa Lima, Andrea Pandolfi, Art tedesco, Antonio Estanagel, Biofa, Clara Bandiera, Chris Cysneiros, Cris Bridges, Delmar fortuna, Eliana Angélica, Elisiane Correa, Montalvo Arruda, Elton Souza, Elvis Jonis, Elza Carvalho, Giuseppe Ranzini, Descrizione, Marta Spagnol, Maria degli Angeli Oliveira, Marcia Vigneti, Rodrigo Pedrosa, Sabrina Souza Pinto, Stella Gomide e organizzare Renata Cabral e Angela de Oliveira.

La direzione artistica del progetto è responsabilità di Gabriela Nunes, noto come Gabo. Il produttore artista video e film è sul mercato da più di 15 anni, avendo squadre già integrati come Varekai, fare Cirque du Soleil; Pear Jam Tour, Roger Walters e Circo da Cina. E 'stata lei che ha creato il concetto di spettacolo e le strutture che faranno parte della mostra, portando identità visiva per il progetto.

“E 'stato molto gratificante per riunire artisti di alto profilo e seriamente impegnata a loro carriera in questa prima mostra di un progetto che ricorda l'importanza della moda per anni 70 in Brasile e le sue ramificazioni”, Angela festeggia, integrando dicendo lei e Renata riuscito a unire due passioni con questo spettacolo: moda e arte. “Moda va oltre abbigliamento, dogana ritrae, comportamenti e ideologie, questo tema è sempre presente nelle nostre opere”.

Angela spiega che la mostra interpreterà il cosiddetto miracolo brasiliano, che na decennio 70 innescato un'attività economica accelerata e un mercato consumer eccitato, fondamentale per l'effervescenza delle rappresentazioni di moda in Brasile durante questo periodo. “In questi anni vediamo sciovinismo alimentato dalla vittoria in Coppa del Mondo, il motto 'Brazil amore o lasciare', il consumismo e l'euforia, che erano presto a scontrarsi con la censura e la persecuzione politica. Inizia moda professionalizzazione, le boutique s'appoggiano e cominciano a produrre le proprie creazioni e abbigliamento di lusso”, ricorda. “Tutto questo sarà rappresentato nei dipinti e installazioni”.

Secondo Renata, l'ispirazione principale della sua presentazione è stata la stilista Zuzu Angelo mineraria, precursore nel ritrarre l'istinto di nazionalità nelle loro creazioni e anche il primo creatore di abbigliamento brasiliano a vendere la sua produzione a New York. Al momento, ha creato una collezione ispirata tema nazionale - con Baianas, Lampade e Marias Bella. Il suo lavoro è stato situato in una via di mezzo tra l'alta moda e abbigliamento di tutti i giorni. Stuart Angelo, figlio di Zuzu, era una vittima della dittatura militare, momento in cui l'artista mette tutta la sua forza nella ricerca della salma di suo figlio, rendendo la prima sfilata-denuncia della storia della moda, tenutasi a New York. “Questo è stato un periodo molto importante della nostra storia che merita di essere ricordato”, difende Renata. Oltre a San Paolo, la mostra si terrà a Rio de Janeiro, Parigi, Lisbona e New York.

Opere di:

Circa gli organizzatori:

– Angela de Oliveira: responsabile per il curation design e direzione generale. Artista schermi mostrano tratti e colore intenso e agile alegre, riferiti all'universo femminile e dei suoi dintorni. Ha esposto la sua arte in gallerie a Parigi, Roma, Tuni, Sao Paulo, Brasilia, tra le altre capitali e città in Brasile.

Come curatore di arte, attraverso la società In Art, ha fatto importanti partnership e esibito in tutto il Brasile collettiva. Più di 30 collettivo in Sao Paulo, Rio de Janeiro, Maceio, Brasilia, Sorocaba, Itapetininga e Buzios, tutti con artisti di fama, come Claudio Souza Pinto, Capucine Picicaroli, Rafael Rocha, Rodrigo Pedrosa, Luiz Cavalli, altri.

– Renata Cabral: responsabile per il produttore esecutivo del progetto. Autodidatta, tecnica artista utilizzato prevalentemente acrilico su tela. Attraverso i suoi occhi intuitivi, lei è in grado di mostrare i suoi sentimenti e le emozioni di sensibilità esponendo nei suoi dipinti. Appassionato di arti fin dall'infanzia, ha dipinto i disegni e ritratti della sua famiglia e gli amici come un hobby, lavoro che ha portato la sua prima mostra personale.

Oggi, utilizza un concetto più libero, audace, senza grande preoccupazione per la perfezione estetica e il suo lavoro si basa su colori vibranti che coinvolgono la loro “Madonna expressionistas neo”. In tuo curriculum, ha esposizioni in Singapore, Campinas, Rio Claro, Cabo Frio-RJ, Marco Canaveses-Portugal, Fort Lauderdale – Stati Uniti d'America, e rappresentanza ufficiale in Florida Gallery Vianna Brasile.

Grazie a Juliana Ferraz per la collaborazione in questo senso e foto.

JF Ufficio Stampa
(15) 99652-0754 / (11) 98595-5233

Invito Exhibition:

Invito mostra

Vieni con noi, Prendi il recente via e-mail:

E-mail

.

.

Ha? Lascia un commento!

.

.

Commenti

8 commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*