Casa / Art / A "46" nel secondo tempo: la musica sulla resilienza segna il ritorno della cantante Ana Lélia sulla scena musicale dentro e fuori il paese

A "46" nel secondo tempo: la musica sulla resilienza segna il ritorno della cantante Ana Lélia sulla scena musicale dentro e fuori il paese

L'artista brasiliano parla della partnership con il cantante americano Peter Collins e delle sfide per affrontare un nuovo progetto in maturità

Ricominciare una carriera 46 anni non è un compito facile. Per molte professioni, iniziare un nuovo progetto a questo punto della vita può essere impegnativo quanto lanciarsi nell'ignoto. Contemporaneamente, affrontare le difficoltà e riuscire in questo cammino può essere la garanzia di essere sulla strada giusta, oltre ad essere fonte di ispirazione per altre persone.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

“Molte donne anziane si connettono con me e raccontano le loro storie, i tuoi sogni. Si aprono a me dicendo come la mia musica, la mia voce e il mio lavoro, a 46 anni, ispirarli a seguire i loro progetti ", rivela la cantante e cantautrice Ana Lélia.

Recentemente l'artista di Minas Gerais, chi vive a Brasilia (DF), rilasciato, in collaborazione con il nordamericano Peter Collins, la canzone Vola via. La musica soul parla di connessione con il mondo e con altre persone e, principalmente, di credere e perseguire i tuoi sogni.

“Lo sviluppo di questo progetto è stato un risultato. Chi lo direbbe, io, qualcuno che sta ancora iniziando la strada, collaborare con lui, che non ha mai registrato con nessun altro brasiliano. La vita è dura per le donne. C'è una pressione perché tu sia sempre giovane e bella. Ma credo che ora sia il momento per un cambio di paradigma per fare spazio a tutti, indipendentemente dalle circostanze ", dichiara.

Sempre secondo il cantante, che aveva già mostrato due canzoni in soap opera brasiliane – un'interpretazione per Record e un autore per TV Globo – la collaborazione con il cantante soul e gospel è avvenuta in modo insolito. "Abbiamo iniziato a divertirci su Instagram. Poi ho inviato una mail, Ho parlato della mia idea e lui ha accettato. Il mio produttore musicale Jonathas Pingo ha creato una melodia che legge l'anima di Peter e io ho appena inviato la parte del ritornello. Quindi Peter, senza chiedere, senza che lui lo sappia, mi sono sentito ispirato a scrivere una lettera che descrivesse la mia vita. Era quasi una connessione spirituale ", dettagliata. “Penso che i testi dica molto su questa ripresa della mia carriera musicale, in questa fase della mia vita e sul credere, soprattutto in questo periodo che stiamo vivendo, questo è possibile ", estremità.

La canzone di Ana Lélia e Peter Collins è disponibile sulla piattaforma di streaming Spotify, sul conto dei due artisti. Nel profilo del brasiliano, ci sono altre produzioni musicali che raccontano la carriera e la vita del cantante.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*