Casa / In evidenza / coronavirus: non è d'accordo con Pastor fedeli che offrono tutto nelle mani di Dio: "Non è solo una questione di avere fede", sfiati
Coronavírus e bíblia. Foto: Riproduzione / MF Global Press.

coronavirus: non è d'accordo con Pastor fedeli che offrono tutto nelle mani di Dio: "Non è solo una questione di avere fede", sfiati

Pastore e autore Antonio Junior, proprietario della più grande canale di Christian YouTube, parla di come ottenere attraverso momenti di crisi e non è d'accordo con una certa fede religiosa sarebbe uno scudo incondizionata contro il rischio di coronavirus.

Dal momento che i coronavirus pandemia è diventata una realtà, funzionari raccomandati quarantena e, In alcuni casi, restrizioni imposte che ha portato nel prevenire l'agglomerazione di persone e ha cambiato il tutto di routine. Con questa, tutti i luoghi pubblici sono stati colpiti, compresi coloro che sono giustamente identificato come il destino di coloro che cercano per un miracolo divino, le chiese.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

La chiusura delle chiese ha causato un putiferio pochi fedeli, che ha sostenuto che proteggono e rispettare la quarantena, non sarebbe contare sulla potenza di Dio, e anche i leader religiosi, erano riluttanti a all'ultimo momento contro la chiusura dei templi e degli incontri e dei servizi. Tuttavia, postura non è un consenso tra tutti.

il pastore Antonio Junior, scrittore e influencer digitali, proprietario della più grande canale YouTube evangelica, d'accordo con l'atteggiamento di queste persone: “Nessun uso di avere fiducia che il coronavirus non infettare o sarai guarito se fate la vostra parte. Nella Bibbia è scritto che non si dovrebbe tentare Dio. Se v'è il pericolo di contagio, Nessun uso mi espongo e scoprire che Dio ha l'obbligo di farmi immunitario. Come è scritto in Proverbi 22 versetto 3, l'prevede prudenti male, e pelli; ma la semplice trasmettere, e sono puniti. "

Superpoteri di fede

Antonio Junior rivela che alcuni religiosi credono che la fede porta una sorta di invincibilità: "Nel caso di coronavirus non è solo una questione di avere la fede. Dobbiamo fare come Gesù e non cerchiamo di trovare Dio che noi non facciamo la nostra parte. Anche con questa promessa di protezione mediante la fede, sì, è possibile, il cristiano ad essere infettati da virus o la malattia, perché siamo esseri umani e noi ancora soffriamo le sofferenze di questo mondo (Giovanni 16:33). Pertanto, Non tentare Dio, In questo caso, mezzi per essere prudenti, cioè, seguire le linee guida mediche e di governo per evitare la contaminazione della malattia, poi, la Bibia dice che i governanti sono ministri di Dio per il nostro bene, o, almeno, E 'quello che tutti dovrebbero essere. "

Per il pastore, la fede non ci solleva di tutti i mali, ma ci aiuta a superare tutte le difficoltà: “una volta, Gesù ha insegnato che le piogge, furiose tempeste e venti devastano le case di tutti, bene e il male, entrambi i quali hanno la casa costruita sulla roccia a tale hanno costruito sulla sabbia (Matthew 7:24-27). Pertanto, non utilizzare la loro fede come una scusa per agire in modo irresponsabile e ignorando i rischi che il coronavirus può portare voi e la vostra famiglia ".

Fede, la speranza e l'amore

secondo Antonio Junior, Abbiamo bisogno di fare la vostra parte, non solo per evitare di essere infettati con il virus, ma come un segno di rispetto e amore per gli altri: "Se la casa non ha anziani, meno danni. Ma, ricorda che è possibile contrarre il virus e avere contatti con altre persone, di conseguenza, che, trasmettere agli altri che vivono con anziani (più vulnerabili). Pertanto, fare la vostra parte: lavarsi le mani, non andare in luoghi affollati, coprire il viso quando tosse e starnuti, evitare il contatto fisico, e soprattutto, ricordare ciò che dice la Bibbia: “Ora, questi tre rimangono: l'EV, la speranza e l'amore. il più grande, tuttavia, è l'amore.” (1 Corinthians 13:13). In altre parole: Abbiate fede che sarete liberi di coronavirus. La speranza che questa pandemia passerà. Mantenere l'amore della gente (non solo della sua famiglia), è questa sensazione che si agirà in modo responsabile ".

Coronavirus secondo l'interpretazione biblica

Per il pastore, o coronavirus, così come molte altre malattie e calamità pubbliche, Sono già previsti segni biblici che accadono. Antonio Junior avverte che la fede aiuta a rimanere saldi di fronte a ciò che la Bibbia chiama il Principio dei Dolori (Matthew 24:8), e che un giorno verrà la fine. Tuttavia, quando diamo noi stessi a Dio, invece di pensare che egli risolverà tutto per noi, non fare la nostra parte, poi noi e ci libera Egli benedice da ogni male. Vedere la promessa del Signore a noi: "Se il mio popolo, che è invocato il mio nome, si umilia, prega, cerca la mia faccia e si converte dalle sue vie malvagie, del cielo farà sentire, Io perdonerò il suo peccato e guarirò il suo paese " (2 Cronache 7:13,14)."

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*