Casa / Art / La mostra Dorminhocos porta le foto inedite di Pierre Verger a Sesc Santo André
Salvatore, Brasile - 1958. Fotografia di Pierre Verger.

La mostra Dorminhocos porta le foto inedite di Pierre Verger a Sesc Santo André

In collaborazione con la Fondazione Pierre Verger, l'unità espone 98 fotografie che ritraggono persone che dormono in luoghi pubblici in tutto il mondo

Pierre Verger (1902-1996) era un etnologo, antropologo, ricercatore e soprattutto, fotografo, che ha vissuto la maggior parte della sua vita a Salvador, capitale di Bahia. Appassionato di culture popolari, Verger ha prodotto documenti fotografici di grande rilevanza e lavori scritti sulle culture afro-bahiane e della diaspora africana, consolidando il suo sguardo antropologico sulle tracce dell'arte e della religiosità brasiliana, il tuo principale interesse.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Durante i suoi molteplici viaggi in giro per il mondo, il francese ha anche rivolto lo sguardo alla vita quotidiana urbana e ai suoi rapporti con il lavoro e il corpo umano. Questo rapporto è la materia prima delle foto che compongono la mostra Dorminhocos, apertura martedì prossimo, giorno 12 Marzo, a Sesc Santo André.

A cura di Raphael Fonseca, l'esposizione riunisce 98 fotografie - molte delle quali inedite – che mostrano il punto di vista caratteristico di Verger dalle fotografie prodotte tra i decenni di 1930 e 1950, in paesi come l'Argentina, Perù, Congo, Porcellana, Polinesia Francese, Guatemala e Messico. No Brasil, Verger ha fotografato i dormienti a Bahia, Pernambuco e Maranhão.

Le foto scelte per la mostra fanno parte della collezione della Fondazione Pierre Veger, a Salvador, situato nella casa dove il fotografo ha vissuto per anni. Le immagini, di origini singolari, mostrare le strade intraprese da Verger nel suo studio pubblico: strade, Sostanze, piazze. Il suo sguardo si concentra sulla lista dei corpi affaticati che riposano in luoghi pubblici a causa dell'intenso ammodernamento e consolidamento di una faticosa routine lavorativa..

Costanti nelle opere di Verger, i toni del bianco e nero contestualizzano l'opera come un'attività malinconica, che allontana il corpo dai desideri della mente e si adatta alle condizioni offerte e disponibili per eliminare la stanchezza. Un uomo che dorme sul dorso di un asino, in Messico; un altro che si appoggia a una bancarella di frutta a Salvador. alberi, banche, contatori, scale e marciapiedi diventano letti. Braccia, Colonne, muri e gradini come cuscini. Pierre Verger invita lo spettatore a guardare da vicino i preziosi riflessi di sorprendente semplicità, dove l'assenza di gesti li rende silenziosamente eleganti e originali.

Dormienti è un'opportunità per il pubblico di conoscere un altro aspetto del lavoro di Verger, che è segnato dal tema delle religioni afro-brasiliane. Inoltre, lo spettacolo provoca domande come il rapporto tra classe, razza e contrasti sociali; il posto delle donne nel mercato del lavoro e nello spazio pubblico (sono poche le foto con presenza femminile in mostra) e il rapporto delle persone con l'ambiente urbano.

Pierre Edouard Léopold Verger nasce a Parigi, su 4 Novembre 1902. Ha goduto di una buona situazione finanziaria e ha condotto una vita convenzionale fino a quando 1932, anno ha imparato un mestiere e scoperto una passione: fotografia e viaggi. Da dicembre di quell'anno fino ad agosto di 1946, erano quasi 14 anni consecutivi di viaggi in tutto il mondo. Verger ha negoziato le sue foto con i giornali, agenzie, aziende e centri di ricerca. Ma tutto è cambiato quando è atterrato a Bahia quell'anno. Mentre l'Europa ha vissuto il dopoguerra, Verger ha trovato in Salvador l'ospitalità e la ricchezza culturale che lo hanno subito sedotto.

Nonostante si sia stabilito a Bahia, il francese non ha mai perso il suo spirito nomade. La storia, dogana e, principalmente, la religione praticata dai popoli Yoruba e dai loro discendenti, in Africa occidentale e Bahia, sono diventati i temi centrali della sua ricerca e del suo lavoro. Come collaboratore e ricercatore in visita presso diverse università, ha pubblicato la sua ricerca in articoli accademici, comunicazioni e libri.

In 1988, Verger ha creato la Fondazione Pierre Verger (FPV), di cui donatore, manutentore e presidente, assumendo così la trasformazione della propria abitazione nella sede della Fondazione e in un centro di ricerca. Verger è morto a febbraio 1996, lasciando alla Fondazione Pierre Verger il compito di proseguire il proprio lavoro.

L'inaugurazione è martedì prossimo, 12 Marzo, alle 20:0, alla galleria Sesc Santo André.

Mostra dei dormienti – SESC Santo André
Visitazione
13 della Marcia 16 Giugno 2019.
Dal martedì al venerdì, da 10:00 a 22:00.
Sabato, Domenica e festivi, dalle 10h alle 19h.

 

SESC SANTO ANDRÉ
rua Tamarutaca, 302 - Vila Guiomar - Santo André
Telefono- (11) 4469-1311
Parcheggio (disponibilità limitata): credenziale completa - R $ 5 (R $ 1,50 ora supplementare) |
Altri - R $ 10 (R $ 2,50 ora supplementare).
Informazioni su altre impostazioni:
sescsp.org.br/santoandre | facebook.com/SESCSantoAndre
Ufficio stampa del SESC Santo André:
Cauê Colodro | 11 4469-1312
Cybele Porzelt | 11 4469-1310
imprensa@santoandre.sescsp.org.br

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*