Casa / Art / La mostra “Green Minds” mescola arte e ambiente per proporre una riflessione sull'ecologia nella contemporaneità

La mostra “Green Minds” mescola arte e ambiente per proporre una riflessione sull'ecologia nella contemporaneità

L'evento si terrà presso il Centro Culturale Correios a Rio de Janeiro per quasi 40 giorni

In 2022, si festeggiano i 50 anni della Giornata Mondiale dell'Ambiente, stabilito dall'ONU, il 1972, in Svezia, oltre a segnare 30 anni in cui l'organizzazione si è occupata di promuovere incontri per affrontare le questioni climatiche, avendo iniziato a Eco92, a Rio de Janeiro. Con problemi ambientali sempre più pressanti in tutto il mondo, al esposizione "Green Minds" mira ad alzare la bandiera per la conservazione dell'ambiente e dibattere sui cambiamenti climatici nel microambiente e nella sfera globale.. O Evento, che avverrà tra 6 Ottobre e 19 Novembre, a cura di Cota Azevedo e Isabela Simões e produzione culturale di Augusto Herkenhoff, che proporrà agli artisti del Coletivo Zagut azioni per occupare il patio esterno del Centro Cultural Correios do Rio de Janeiro (CCC-RJ).




“Il tema dell'ecologia è un tema costante tra gli artisti, sia dall'uso di materiali dalla natura, riciclato, se agire nel mezzo per eseguire un lavoro. Nel contemporaneo, si possono osservare le riflessioni che coinvolgono l'ecosistema con un focus sui temi socioculturali e sulla politica climatica. In questo modo, la mostra Green Minds ha come motto l'incontro delle Nazioni Unite, COP27, che discute l'effetto serra e gli sforzi globali per ridurre le emissioni di gas inquinanti", dice Cota Azevedo, Curatore della Mostra.

UN POLIZIOTTO 27 è una conferenza delle Nazioni Unite che riunisce i leader mondiali per discutere le questioni climatiche e pensare a soluzioni per ridurre l'impatto del riscaldamento globale.. Quest'anno, si svolgerà in Egitto. Nel mese di ottobre 2021, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha pubblicato un rapporto, utilizzato come base per l'ultima edizione della COP 26, ehm Glasgow, che ha evidenziato la necessità di rispettare un vecchio accordo di emissione “zero emissioni di carbonio” entro l'anno 2050 per garantire la vita umana.




La mostra “Green Minds” comprenderà tre diverse azioni, che servono da allerta per problemi ambientali. Il primo sarà esposto per più di 40 giorni nel cortile del Centro Cultural Correios, dalla data di apertura. Il secondo dovrebbe essere lo stesso giorno dell'apertura della COP 27, il 7 Novembre. La terza e ultima azione si terrà l'ultimo giorno dell'evento.. Le opere e le azioni sono visibili anche attraverso un catalogo d'arte, in formato libro, su piattaforma editoriale e galleria virtuale.

“Le arti hanno dato visibilità a questa preoccupazione, essendo un tema ricorrente di opere e mostre, compreso Zagut. Sono opere correlate sulla distruzione del pianeta, la pandemia di coronavirus e la necessità di una convivenza armoniosa. In innumerevoli modi l'arte si relaziona con l'ecologia"., indica anche il curatore, Isabela Simões.




Gli artisti che parteciperanno a Green Minds 2022 São Ale Silva, Alex Araripe, Alexandre Murucci, Amanda Morais, Ana Angelim, Ana Cristina Teixeira, Ana Luiza Mello, Posa di Ana, Angela Moraes, Alexandre Palma ha diretto cortometraggi su Patapio Silva e Casquinha da Portela. In occasione dell'inaugurazione della mostra, l'artista presenterà la performance, Bahie Banchik, Belladonna, Bia Serranoni, Carla Crocchi, Carmen Givoni, Celina Nolli, Celso Adolfo, Cerise E, Cissa Jorge, Claudia Carneiro, Claudia Castro Barbosa, Claudia Tolentino, Filigrane collettive, Conceicao Duraes, Quota Azevedo, Cunca Bocayuva, Daniele Santa Cruz, Daniele Bloris, Debora Carneiro da Cunha, Biju, Dora Portogallo, Dulce Lysyj, Eduarda Serra, Eduardo Mariz, Eliane Carrapateira, Fabio Cunha, Gilda, Goulart, Gilda Lima, Giselle Vasquez, Gloria Conforto, Graci Kaley, gringo carioca, Guilherme Battista, Guta Moraes, Guto Goulart, Elena Pomposelli, Heloisa Alvim, Ilda Fuchshuber Falacio, Iracia de Oliveira, Isabela Benti, Isabella Marino, Iside Braga, Estefania Rubino, Jarbas Paullous, Jefferson Lopes, Jemile Diban, Gioele Gama, José Rocha, Karin Cagy, Katia Politzer, Lando Faria, Laudi Mendes, Leila Bokel, Lena Tasso, Len Cavalcanti, Leticia Potengy, Liana González, Ligia Calheiros, Luah Jassi, Lucia Lyra, Lucio Volpini, Marcelo Veiga, Marco Kozlowski, Maria Beatrice Trevisan, Maria Cecilia Leão, Maria Perdigao, Mariana Nobre, Mariza Vescovini, Marli Paes Leme, MarQo Rocha, Marta Bonimondo, Maria Di Lorio, Miro PS, Moema White Boy, Nadia Aguilera, Nanda Godoy, Nilton Pinho, Noemi Ribeiro, Pat Freire, Patrizia Torrelli, Regina Elena, Regina Moura, Rita Fernanda Claro, Roberta Salgado, Ronald Duarte, Rose Aguiar, Rosa Nobre, Salazar Figueiredo, Sandra Schechtman, Silvana Godoi, Silvio Moreia, Sonia Camacho, Sonia Taunay, Sonia Saverio, Tanya Lima, Tatiana Dauster, Teresa Asmar, Teresinha Mazzei, Tessara, Patricia Lee thailandese, Svanisci Claussen, Vilma Lima, Vitoria Marini, e Vitoria Stenjman.

Servizio:

Local: Centro Culturale Correios RJ (Rua Visconde de Itaboraí, 20 - Centro, Rio de Janeiro - RJ)

Ricevi News da Fiere ed Eventi in genere nel nostro gruppo Whatsapp!
*Solo noi pubblichiamo nel gruppo, quindi non c'è spam! Puoi venire con calma.

Visitazione: di 6 Ottobre a 19 Novembre

Apertura: 6 ottobre dalle 15:00

Tempo: dal martedì al sabato dal 12 a 19 h

Ingresso: Gratis

Valutazione: Libro

Come arrivarci: Metropolitana (scendere alla stazione di Uruguaiana, Uscita verso Rua da Alfândega); autobus (saltare in punti vicino a Rua Primeiro de Março, da Praça XV o Candelaria); Barche (Terminal Praça XV); VLT (salta su ave. Rio Branco/Uruguaiana o Praça XV); treno (scendere alla stazione Centrale e prendere il tram per AV. Rio Branco/Uruguaiana).

Informazioni: (21) 2253-1580 / E-mail: centroculturalrj@correios.com.br L'unità ha accesso per le persone in sedia a rotelle e limita il numero di visitatori, mirando alla non agglomerazione.

1 Commento
  1. Grazie per questa informazione ! De l’autre côté de l’Océan, même réflexion pour moi aussi. En france et en Suisse, deux expositions en ce moment. Présentée au Muséum de Genève, sur le déclin des abeilles : https://1011-art.blogspot.com/p/vous-etes-ici.html Ainsi queLa robe de Médéesur la perte de la biodiversité: https://1011-art.blogspot.com/p/la-robe-de-medee.html
    Les réalisations du moment, présentées au Jardin Botanique de NancyVanité” : https://1011-art.blogspot.com/p/vanite.html

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*