Casa / Art / Mostre: 'Liuba’ e 'Claudia Jaguaribe – Incontri con Liuba’ alla Galeria Marcelo Guarnieri
Liuba - Untitled, 1967 - resina - 53 x 70 x 50 cm - cortesia Galeria Marcelo Guarnieri.

Mostre: 'Liuba’ e 'Claudia Jaguaribe – Incontri con Liuba’ alla Galeria Marcelo Guarnieri

Galeria Marcelo Guarnieri
camera 1 | Liuba

camera 2 | Claudia Jaguaribe – Incontro con Liuba
apertura 15 Marzo 2019 / 19h – 22h
periodo di esposizione 15 marzo - 11 Maggio 2019
Alameda Lorena, 1835
Sao Paulo, Brasile

Informazioni galeriamarceloguarnieri.com.br

Galeria Marcelo Guarnieri presenta presso la sua sede a San Paolo la seconda mostra personale dell'artista bulgaro brasiliano radicata Liuba. La sala sarà occupato da una piattaforma di blocco di cemento che costituirà la base per le sculture, posizionato a diversi livelli di altezza, a seguito di un progetto espositivo ideato dall'artista. Oltre alle sculture, sono presentati disegni e rilievi a parete, tutti prodotti tra i decenni di 1960 e 1980.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Liuba (1923, Sofia – Bulgaria, 2005, Sao Paulo – SP), È arrivato in Brasile nel 1949 Dobbiamo stabilire uno studio a San Paolo, dove i suoi genitori hanno vissuto dallo scorso anno. Nel corso di un decennio di 1950, l'artista si trasferisce attraverso diversi paesi in Europa, le Americhe e Nord Africa, come l'Egitto, algeria, Tunisia e Messico. La possibilità di conoscere tante culture diverse e hanno workshop sia in Brasile e in Francia, Liuba ha permesso di essere in contatto con una serie di discussioni che riguardano direttamente il loro lavoro. Si è laureato presso l'Ecole de Beaux Arts di Ginevra e ha lavorato per cinque anni con il famoso scultore della Scuola di Parigi Germaine Richier. Dal 1954 il lavoro di Liuba inizia a muoversi verso un “formalismo biomorfe”, secondo il critico d'arte americano Sam Hunter. Tali contorsioni dovrebbero puntare a una tendenza della metà del ventesimo secolo verso l'astrazione, mentre i loro modi animaleschi si potrebbe affermare patrimonio junghiana, pensato così importante all'interno dei circoli artistici frequentati da lei. “Composed Ave”, “forma vegetale”, “L'ala” e “in Flight” sono alcuni dei titoli delle sue creature, che nelle disposizioni totemici, riferirsi agli animali in forma, verdure e persino umano. “Per me sono animali. Ma non riesco a spiegare da dove vengono - deve essere il mio subconscio.”, speculato Liuba.

In 1965, nell'ambito delle celebrazioni del quarto centenario di Rio de Janeiro, Liuba ha presentato una serie di sculture nella zona esterna del Museum of Modern Art, Rio de Janeiro, in quella che sarebbe la sua prima personale in un museo. Liuba Le sculture sono state collocate su blocchi di cemento all'aperto e dialogato con il progetto paesaggistico di Burle-Marx e la progettazione architettonica e urbana Affonso Eduardo Reidy. “Sono stato particolarmente interessato al rapporto tra scultura e architettura”, Ha detto Liuba quell'anno.

Di 1958 fino all'anno della sua morte, Liuba ha lavorato nei suoi studi a San Paolo e Parigi, realtà diverse alternativamente vivere in un mondo ancora poco collegati a distanze. Il suo lavoro “sul bordo di astrazione”, Sam come definito da Hunter, forse un po 'come la sua vita, la creazione e la “scambiare” le radici di molti lana e CAS.

nella stanza 2 Galleria Marcelo Guarnieri, Claudia Jaguaribe presenta un'installazione composta da fotografie scattate da essa in atelier Liuba a Parigi e San Paolo. Le immagini sono composte da ritagli, collage e le interferenze serigrafia, proponendo un dialogo tra le operazioni che Liuba sviluppato nello spazio tridimensionale e sviluppato da Jaguaribe in bidimensionale. Nel suo lavoro, Claudia Jaguaribe interroga anche la fotografia naturalistica, espandendo i loro modi di esistenza, se nei video, oggetti, strutture, libri o anche su internet.

Claudia Jaguaribe (Rio de janeiro, 1955) E 'nato nello stesso decennio che Lyuba è arrivato in Brasile, ma solo “fondare” con l'artista in uno dei suoi soggiorni a Parigi. Jaguaribe, che è stato già indagando il rapporto tra natura e cultura attraverso la fotografia, Avevo molte ragioni per essere incantati da questo giardino abitato da creature di bronzo. Oltre la corrispondenza evidente stato stabilito tra le sculture e vegetazione intorno, coinvolgimento avuto Liuba con il progetto modernista e la sua motivazione per la dimensione pubblica dell'arte in quanto produrrebbe una certa ricerca. Le sculture di Liuba non solo musei occupano camere, Le riserve tecniche o giardini privati, si possono trovare anche nei giardini pubblici, come il Jardim da Luz a San Paolo giardino Tino Rossi a Parigi, No. Museo scultura all'aperto.

Claudia Jaguaribe ha registrato nelle sue fotografie molti risultati di questo difficile rapporto tra l'umanità e la natura, è l'interno degli appartamenti, le strade di grandi città o nelle aree di tutela ambientale. La partecipazione umana, inoltre, E non si limita alla presenza del corpo umano, ma comprende tutto ciò che è la sua creazione: i suoi oggetti, edifici, rifiuti e interventi. Quindi, architettura, nell'ambito della produzione Jaguaribe, acquisito un'importanza simile alla natura: è il paesaggio, ciò che si vede, ma che abita anche.

Un incontro con Liuba
da Claudia Jaguaribe

Conoscendo il lavoro di Liuba durante una visita nel suo studio, Parigi, Ero felice con le molteplici dimensioni del loro lavoro. Al ritorno a San Paolo, Ho deciso di girare solo la sua collezione, questa volta in studio questa città. Liuba è parte di una generazione di artisti europei, emigrato dopo la guerra, Hanno lavorato dagli anni 50 e 60, fondando il modernismo ed esercitando grande influenza sull'arte brasiliana. Così, per fotografare le loro opere, Propongo una revisione delle questioni attuali e passati del patrimonio modernista nell'arte.

Da quel primo incontro con Liuba capisco il suo desiderio di ampliare il processo artistico; Ho sentito una grande identificazione con la tridimensionalità delle opere, con la necessità di lasciare il piano, di occupare lo spazio e, anche, con il suo flirt con astrazione della bidimensionalità. Ma, di essere in contatto con il loro lavoro, in particolare ho sentito la stessa ricerca di una rappresentazione che va oltre l'attuale.

I punti di contatto tra me e Liuba sono gradualmente descortinaram, e poi ho capito che, con il suo stile eclettico, lei cerca di trovare la modernità, e ordino che esprime la contemporaneità. Mi sono reso conto per mezzo di animali, di forme e figure Liuba, equivalenze che risuonano nella nostra vita quotidiana durante il caricamento del futuro passato e così incerto. Le fotografie risultanti della riunione spettacolo ibridi, mutanti, raffigurante la nostra condizione dei migranti che transitano attraverso diverse nazioni, stati d'essere e la sessualità. L'onere di queste forme scultoree drammatiche inseriti nelle immagini di oggi sottolineano l'universalità di queste tensioni e la dimensione politica della nostra condizione umana.

Info su Liuba (1923 – 2005)

Liuba ha sviluppato nella sua opera un'attenta ricerca sul repertorio formale dei mondi animale e vegetale e le culture antiche, in particolare il sudamericano. Di 1944 al 1949 Ha studiato con scultore francese Germaine Richier, prima in Svizzera e poi a Parigi, dove andò a vivere e lavorare. In 1949 Ha stabilito il suo studio a San Paolo, ma solo da 1958 Ha deciso di vivere tra il San Paolo e Parigi. partecipato attivamente nel circuito dell'arte brasiliana, Viene assegnato nel VII Bienal de São Paulo, il 1963 e anche l'integrazione VIII, problemi IX e XIII. Tra i decenni di 1970 e 1980 Ha partecipato a sei edizioni del brasiliano Art Panorama condotte dal Paulo Museum of Modern Art di San. I suoi pezzi mostrano una logica costruttiva attraverso l'articolazione tra pieni e vuoti, contorni e ritmi, linee e forze, esplorando forme angolari ed energetici. Bestiario che ha costruito tutta la sua produzione ha un significato non solo la magia, così come tragica. Il grande interesse che ha avuto l'artista da un approccio di sue sculture all'architettura potrebbe essere riconosciuto in 1965, con la loro individuale al Museo d'Arte Moderna di Rio de Janeiro. Loro “animali” Sono stati organizzati nei giardini del museo, in modo che potessero parlare sia con l'edificio, come con l'area verde, “ritorno”, ultimo che sembrava essere il suo habitat naturale.

Le sue opere fanno parte di importanti collezioni pubbliche internazionali come la Fond National d'Art Contemporain di Parigi, Saint-Paul de Vence, in Francia Museum, la Kunsthalle di Norimberga in Germania, fare Museo Hakone Open Air No Japão e fare sul museo della scultura Plein Air La città di Parigi; e anche integrare importanti collezioni pubbliche nazionali come il Museo di Arte Moderna di San Paolo, Pinacoteca do Estado de São Paolo, Museo d'Arte Contemporanea di San Paolo, Collezione della Biennale di San Paolo e il Museo brasiliano artista a Brasilia, DF.

Info su Claudia Jaguaribe (1955)

Laurea in storia dell'arte, belle arti e fotografia di Boston University (USA), partecipa a mostre in importanti musei e gallerie in Brasile e all'estero dal 1990. Claudia Jaguaribe sviluppa un sondaggio che esplora l'idea di prospettiva e punto di vista non solo nella scelta modo soggetto o di fare - in interviste, per esempio, serie di fotografie prodotte da conversazioni e visite alle case dei residenti di diversi complessi residenziali e le classi a São Paulo, dove sono ritratte con la vista delle finestre -, ma anche il modo di mostrare - in Nel Giardino di Lina, la sua ultima mostra alla Casa di vetro, dove si hanno le foto che hanno fatto il giardino, stampato in superfici traslucide, davanti alle grandi finestre che separano l'interno della casa per il suo esterno, comporre una scena immagine sovrapposta.

Le sue opere si trovano in numerosi musei e collezioni brasiliane e internazionali come il Museo di Arte Moderna, Sao Paulo; Inhotim, Brumadinho; Itaú Cultural, Sao Paulo; IMS, Rio de Janeiro; Victoria and Albert Museum, Londra; Européene Casa della Fotografia, Parigi; Italiano Latino Americano, Roma ecc. tredici libri ha pubblicato e riconosciuto l'unicità del disegno di integrazione fotografica e grafica. In collaborazione con IATA Cannabrava e Claudi Carreras fondata, il 2013, l'editore album fotografici Editora Maddalena, si specializza in libri fotografici.

SERVIZIO
Galeria Marcelo Guarnieri
Mostre:
Camera 1 - Liuba
Camera 2 - Claudia Jaguaribe - Incontro con Liuba
Apertura: 15 Marzo, venerdì dalle 19 a 22 h
Data di mostre: 15 Marzo 2019 a 11 Maggio 2019
Ingresso libero
Alameda Lorena, 1835 - Giardini
Sao Paulo - SP - Brasile / 01424 002
tel +55 (11) 3063 5410 / 3083 4873 | contato@galeriamarceloguarnieri.com.br
se stessi - il sesso: 10h a 19:00 / Sabato 10h alle 17h
Per maggiori informazioni, accedere alla pagina www.galeriamarceloguarnieri.com.br
Ufficio stampa
Hussein Rimi – fone (11) - 99259 0173 Hussein_rimi@hotmail.com

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*