Casa / Art / galleria BASE in mostra con la visione femminile
Esposizione: “ANNA”, invito. Rivelazione.

galleria BASE in mostra con la visione femminile

In "Anna", due esponenti della cultura brasiliana mostra opere che attestano l'importanza e la sfida femminile

La galleria BASE, di Daniel Maranhão, visualizza "ANNA", con circa di 25 opere di Anna Bella Geiger e Anna Maria Maiolino e curation Paul Azeco. In questo momento, E 'da evidenziare e la presenza delle donne nella costruzione e nella critica socio-culturale della nazione. Poiché le posizioni curatore,"Sono architetti della loro storia e sono parte di questo importante capitolo dell'arte latino come parti fondamentali della lotta femminista".

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Il fatto di essere legato alla scena culturale vivace città di New York anni 1950 e 1960, e assorbire la rivoluzione estetica causata dalla Biennale "Pop" di St. Paul 1967, E 'la chiave per l'inizio di questa esposizione. La scelta del lavoro priorità del ruolo di supporto, entrambe le opere uniche come multipla, il decennio di 1960, dove la sua produzione è di indubbia importanza.

"burocrazia", di Anna Bella Geiger, prodotta durante la dittatura militare, "Domande la funzione e la natura dell'opera d'arte sotto il capitalismo, riflettendo sul potere coercitivo dell'arte come istituzione, indagare sulla funzione, la natura e il potere frenare dello stato brasiliano, "dice Paul Azeco. Questo lavoro è dotato di una importante serie di gouache viscerale, dove l'artista sovrappone carte tagliate.

Anna Maria Maiolino partecipa con alcune "opere uniche di serie stabilite, come "opuscoli", "Marks goccia" E incisioni prodotte in 1967 – Ecce Homo, Glu Glu e Anna - segna la sua incursione nella stringa e la Pop Art ", dice Daniel Maranhão.

"Le azioni parlano più forte delle parole", Si dice che le strade. Allora, il miglior record dell'importanza di artisti ormai sono gli eventi in cui O protagonisti o sono coinvolti. "Geiger, ha appena completato la mostra personale "Ecco il Centro", il Museo d'Arte Moderna, Rio de Janeiro (MAM-RJ), e si prepara per un unico grande MASP, prevista l'apertura nei prossimi giorni 29 Novembre, dal titolo "Brasile nativo / alieno Brasile". Già Maiolino, attualmente con 9 i video in mostra al MASP, oltre a una grande mostra personale presso il premiato Whitechapel Gallery, a Londra. Entrambi hanno opere nei più importanti musei del mondo, come il MOMA, Tate, Centre Pompidou, Reina Sofia, al di là di MASP nazionale, MAM/RJ, MAM / SP, Pinacoteca SP, tra gli altri ", specificata Daniel Maranhão.

"I Annas questa mostra impugnano la sua arte in modo sistematico, ciascuna a suo modo, come strumento di una cultura misogina segnalazione mentre si punta il nord femminile dei tempi ", definire Paul Azeco.

Esposizione: “ANNA”
Artisti: Anna Maria Maiolino e Anna Bella Geiger
A cura di: Paul Azeco
Coordinamento: Daniel Maranhão, Leonardo Servolo, Cassia Saad
Apertura: 23 Novembre 2019, Sabato, il 15 às 18h
Periodo: 27 Novembre a 20 Dicembre 2019
Local: la galleria di base www.galeriabase.com
Indirizzo: AV. 9 Luglio, 5593/11 - Jardim Paulista – São Paulo/SP
Telefono: (11) 3071-3614
Orari: Dal martedì al venerdì, il 14 às 19h; Sabato, su appuntamento
Numero di opere: 25
Tecniche: vario su carta
Dimensioni: vario
Prezzo: di R$ 12.000,00 R $ 120.000,00

.

Anna Maria Maiolino (Scalea, Italia, 1942).

Pittore, scultore, artista multimediale e designer. cambiamenti nella 1954, devido à escassez provocada pelo pós-guerra, a Caracas, Venezuela, onde estuda na Scuola di Arti Visuali Christopher Rojas tra 1958 e 1960, l'anno che viene trasferito in Brasile. Tcome punto culminante della sua carriera Mario Pedrosa Award per la migliore mostra dell'anno 1989. In 2012, E 'stato assegnato il 1 ° MASP Mercedes-Benz Premio per le Arti Visive; il 2017 aveva il suo lavoro visualizzato in una retrospettiva al MOCA di Los Angeles, così come la partecipazione al 13 ° Documenta di Kassel, 14Biennale di Lione e il 24 e il 29 Bienal de São Paulo.

Anna Bella Geiger (Rio de Janeiro, RJ, 1933).

Scultrice, pittore, etichetta, progettista, artista intermedia e insegnante. Con la formazione in lingua e letteratura anglo-germanica, inizia, Nel 1950, i suoi studi artistici.Tcome indicato sulla singola, Qui è il centro, Wallach Art Gallery, Università della Columbia, Nova York (2018); Gavetas de Memórias, Caixa Cultural São Paulo, SP (2018); Geografía Física y Humana, MUNTREF, Buenos Aires (2018), La Casa Encendida, Madrid (2017), Centro Andaluz de Arte Contemporaneo, Siviglia (2016). Collettivo che hanno partecipato, Donne radicale temos, Latin American Art, Il Brooklyn Museum, Nova York (2018); America Latina 1960 – 2013, Fondazione Cartier per l'Arte Contemporanea, Parigi (2013); Moderna Donne Single Channel 5 artisti, MoMA PS1, Nova York (2011); 39Biennale di Venezia °, Venezia (1980); PROSPETTIVA 74; Sao Paulo Biennali, Sao Paulo (1961 – 1967).

galleria BASE

fondata da Daniel Maranhão il 2016, la galleria ha partecipato a fiere, ampliato la propria sede e, nel mese di marzo 2017, aperto il suo spazio corrente. Con la storia del mercato dell'arte, Daniel è stato proprietario di GaleriaSete, il 2012, a Recife. Con la creazione di galleria BASE, che ora ha anche membri Leonardo Servolo e Cassia Saad, espande operazioni di BASE per il mercato primario, con la rappresentazione da nuovi artisti, facendo mostre nel suo spazio, la partecipazione a fiere nazionali ed internazionali, e continuare il vasto lavoro già iniziato qualche anno fa, azioni con opere di artisti affermati, contenuta nella sua collezione.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*