Casa / Art / Gesù è nato a Napoli

Gesù è nato a Napoli

"L'intenzione di queste rappresentazioni era di comunicare la bellezza e la semplicità del mistero della fede, del Dio che si è fatto uomo ".
Dom Devair Araújo da Fonseca

Museu de Arte Sacra de São Paulo – ma/SP, istituzione del Dipartimento della Cultura e dell'Economia dello Stato di São Paulo creativo, secondo tutti i protocolli definiti dalle aree competenti, apre la mostra Gesù è nato a Napoli, sotto la curatela di Marcelo Sampaio Ramos, per celebrare le vacanze di Natale. Il momento presente ci impedisce di fare celebrazioni festive; "un il modo in cui abbiamo scoperto di raggiungere l'obiettivo era questa esposizione, parlando della leggenda, tanto amato dai napoletani, che Gesù è nato nella tua città ", spiega il direttore di MAS / SP, José Carlos Marcal de Barros.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

All'arrivo al MAS / SP, il visitatore viene trasportato nel Vecchio Continente, più precisamente l'Italia e accolta da un tavolo delle feste custodito da angeli araldici per accoglierli. "Gli angeli, ispirato alle opere di Valerie Clarebout, creato da Vagner Rodrigues, sono i grandi ospiti del cammino. Sono presenti, punteggiano il percorso ricoperto di trasparenze e sovrapposizioni verdi, che trasmettono la delicatezza di Ianelli", spiega la curatrice.

Il 11 angeli, intrecciato in alluminio dalle abili mani di Vagner Rodrigues, inserire la contemporaneità nell'ambiente storico e assumere il ruolo di risparmio e indicare il percorso da intraprendere fino alla scena più rappresentativa: una copia del Presepe napoletano progettato dall'architetto Omar Moreschi. Il percorso è scandito da verdi diafani che avvicinano la scena internazionale ai nostri toni e verità brasiliani.. "I Verdi, rimanere verde, ma più tropicale e fresco portando la sensazione di rinascita o primavera; i rossi non includono l'agrifoglio, ma la tonalità dei peperoni che inseriscono la nostra piccantezza e insolenza. Il percorso che conduce alla scena principale invita il pubblico a partecipare alla nostra celebrazione", dice Marcelo Sampaio Ramos.

Una volta raggiunta la stanza, l'accoglienza arriva sotto forma di un'aria dell'opera 'La Cantata dei Pastore' che racconta la leggenda di un pastorello che sognò la nascita di Gesù a Napoli. L'ambiente è circondato da diversi strati delicati e leggeri di voil verde, con punti luce, portano al presepe napoletano 129 brani di Omar Moreschi. "Il presepe nel mondo assume molte forme di espressione, ma alla maniera napoletana, che ha avuto inizio nel XVIII secolo, secondo me, rimane la più grande invenzione che ha trasformato la rappresentazione presepista, diventando unico nel suo genere.(…) L'unicità del presepe napoletano non si basa solo sulla tecnica di realizzazione, ma soprattutto nella sua ambientazione, per i napoletani, Gesù è nato a Napoli, sulla terra Campana, tra i popoli del regno. Nato per le strade di Napoli, che diventa improvvisamente il grande palcoscenico dell'evento", spiega lo scultore e artista presepe napoletano Ulderico Pinfildi.

La celebrazione del Natale è l'unica certezza che ci ha accompagnato durante l'anno 2020, così diverso e, a volte, doloroso. Possa la speranza che abbraccia i cuori in questo periodo servire da balsamo per cullare gli spiriti nelle battaglie e nelle conquiste che devono ancora venire. Un brindisi all'apprendimento dell'anno che si conclude e forza per nuove sfide e risultati.

Esposizione: "Gesù è nato a Napoli"
A cura di: Marcelo Sampaio Ramos
Apertura: 28 Novembre 2020, Sabato, il 11 alle 02:00
Periodo: di 29 Novembre 2020 A 06 Gennaio 2021
Local: Museu de Arte Sacra de São Paulo || MAS / SP
Indirizzo: Avenida Tiradentes, 676 -Luce, Sao Paulo (Tiradentes station della metropolitana)
Telefono: 11 3326-5393 - educativo per visite monitorate
Orari: Da martedì a domenica, il 10 às 17h (ingresso consentito fino alle 16:30)
Ingresso: R $ 6,00 (Un unico pezzo) | R $ 3,00 (metà ingresso nazionale per studenti, insegnanti della scuola privata e I.D. giovane – previa dimostrazione) | sabato libero | esenzioni: bambini fino a 7 anni, adulti da 60, insegnanti della scuola pubblica, disabile, membri ICOM, polizia e militari – previa dimostrazione

 

I BIGLIETTI DEVONO ESSERE ACQUISTATI TRAMITE IL SITO DEL MUSEO

Media digitali

Sito: www.museuartesacra.org.br
Instagram: www.instagram.com/museuartesacra
Facebook: www.facebook.com/MuseuArteSacra
Cinguettio: twitter.com/MuseuArteSacra
Youtube: www.youtube.com/MuseuArteSacra
Google Arts & Cultura: bit.ly/2C1d7gX

Marcelo Sampaio Ramos – Paulistano, Designer di interni e mobili contemporanei da allora 1985, con formazione presso Colégio IADÊ e Universidade Mackenzie. Concept creati ed eseguiti progetti tra i più diversi e distinti nel segmento del design in quantità esponenziale. Da 2011 ha anche iniziato a dedicare tempo e creatività alla ricerca e alla creazione di opere d'autore nelle arti plastiche e tessili, avendo partecipato ad alcune collettive e curatori firmati di mostre d'arte contemporanea.

Museu de Arte Sacra de São Paulo – istituzione del Dipartimento della Cultura e dell'Economia dello Stato di São Paulo creativo, Si tratta di uno dei più importanti del suo genere nel paese. E 'il risultato di un accordo siglato tra il governo e Mitra Stato arcidiocesi di San Paolo, il 28 Ottobre 1969, e la sua data di installazione 29 Giugno 1970. Dato che, gli Museu de Arte Sacra de São Paulo Egli è venuto ad occupare un'ala del Monastero di Nostra Signora dell'Immacolata Concezione della Luce, sulla Avenida Tiradentes, centro di San Paolo. L'edificio è uno dei più importanti monumenti di architettura coloniale São Paulo, costruita di terra battuta, raro esempio rimanendo in città, ultima farm convento città. E 'stato indicato dal Storico e Patrimonio Artistico dell'Istituto Nazionale, il 1943, e il Consiglio per la difesa del patrimonio, Architettura artistico e lo Stato di San Paolo, il 1979. E 'gran parte della sua collezione anche elencati per IPHAN, da 1969, il cui inestimabile patrimonio comprende reliquie di storie in Brasile e in tutto il mondo. Il Museu de Arte Sacra de São Paulo detiene una vasta collezione di opere realizzate tra i secoli 16 e 20, contando con esemplari rari e significativa. Non ci sono più di 10 mille voci della raccolta. Ha opere di nomi riconosciuti, come Frei Agostinho da Piedade, Frei Agostinho de Jesus, Antônio Francisco Lisboa, il "Aleijadinho" e Benedito Calixto de Jesus, tra i tanti, anonimo o no. Notevoli sono anche le collezioni di presepi, argenteria e gioielli, lampadários, mobili, pale d'altare, altari, abbigliamento, libri liturgici e numismatica.

Di Arte Sacra Museo SAO PAULO - MAS / SP

Presidente del Consiglio di Amministrazione – José Roberto Marcellino dos Santos
direttore esecutivo – José Carlos Marcal de Barros
Direttore della Pianificazione e Gestione – Luiz Henrique Neves Marcon
Museóloga - Beatriz Cruz

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*