Casa / Art / Rio Art Museum accoglie l'uscita di "Memory amnesia: politiche si dimenticano ", Giselle Beiguelman
Rio Art Museum accoglie l'uscita di "Memory amnesia: politiche si dimenticano ", Giselle Beiguelman. Rivelazione.

Rio Art Museum accoglie l'uscita di "Memory amnesia: politiche si dimenticano ", Giselle Beiguelman

L'evento di lancio sarà caratterizzato da una ruota conversazione con l'artista e professore presso USP curatore mediata Clarissa Diniz

17 Agosto, alle 16:0
Ingresso libero
PG

Il Museo d'Arte di Rio - SEA, sotto la gestione di Odeon Institute, Ottiene il giorno 17 Agosto, alle 16:0, l'uscita di "Memory amnesia: politiche si dimenticano ", pubblicato da Edizioni SESC di San Paolo. Un lavoro di Giselle Beiguelman, artista e docente presso USP, raccoglie testuali e visive saggi sulla estetica e le politiche di conservazione sistematica della memoria e le azioni che trasformano, anche, nelle politiche oblio. Allo stesso tempo, si trasforma gli edifici e monumenti del passato, l'autore espone i rapporti contemporanei di queste opere con fisso e fluisce dalla città, un contrasto tra la rovina e il futuro.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Il lancio avviene in auditorium del museo e sarà caratterizzato da una ruota conversazione mediata curatore e SEA Content ex manager, Clarissa Diniz. L'ingresso alla manifestazione sarà libero e in ordine di arrivo. Lo spazio è soggetto a stoccaggio.

Informazioni sul libro:

Introdotto da un saggio critico, i capitoli del libro trattano progetti realizzati dall'autore in diversi contesti, nelle aree urbane e spazi informativi dei media e social network. Il primo di questi, dal titolo "bellezza convulsiva Tropical" - una dichiarazione fatta alla 3 ° Biennale di Bahia (2014), lo Stato Archivio Storico - discute la tensione tra natura e cultura, informali e formali, il confronto tra il controllo e la mancanza che sono impigliata con la storia culturale e urbano del Brasile.

Il secondo capitolo, "Memoria di amnesia", Si dà il nome al libro ed è il risultato di una mostra tenuta dall'autore in 2015. Concentrandosi su monumenti depositi a San Paolo, il progetto ha previsto il trasferimento di una serie di opere e monumenti Caninde depositano frammenti in Storia File comunale, dove sono stati esposti, giacente, per quattro mesi.

Un memoria digitaliI prossimi due capitoli trattano lavoro svolto dalla Beiguelman con i media digitali. "Già ieri?” apresenta um longo ensaio visual a partir de fotografias e montatura che ha documentato, di 2010 al 2017, la trasformazione della zona portuale di Rio de Janeiro (Porto Maravilha), con l'accento sulla demolizione del perimetro e intorno alla Praca Maua. Il seguente estratto dal libro,Museo di perdite per nubi Oblivion, discute la difficoltà di trattare con la memoria delle reti dall'opera net art O livro depois do livro e la sua incorporazione nella collezione del MAC-USP.

IncèNDIO da Seu Nacional MemoRia AMNèsia era quasi pronto quando, il 2 Settembre 2018, un fuoco trasformato in rovine il Museo Nazionale, a Rio de Janeiro. Di fronte a questa tragedia, Beiguelman incluso un capitolo finale, dal titolo "compulsivo bellezza tropicale", dove il fuoco viene letto sotto il segno di disastri e come metafora del nostro recente passato.

In generale, tutti questi approcci si riferiscono a controversie sulla visibilità nel campo della memoria e seguire le finalità e gli sforzi di coloro che costruiscono alcuni racconti e analizzare le sue conseguenze negli spazi della città.

A proposito di Giselle Beiguelman:

Cerca conservazione del digitale, arte e attivismo nella rete della città e l'estetica della memoria in secolo 21. Sviluppa progetti di intervento artistico nello spazio pubblico e dei media digitali. E 'docente e professore presso FAU stato coordinatore della sua progettazione del corso, di 2013 al 2015. Tra i suoi progetti recenti spiccano la memoria di Amnesia (2015), Odiolândia (2017) e curata da Arquinterface: la città si espanse le reti (2015). E 'Laboratorio per membro diverso urbanistiche (FAUUSP) e fare Interdisciplinare Conoscenza Laboratorio Immagine - Università Humboldt di Berlino. Autore di numerosi libri e articoli sull'arte e la cultura digitale, Le sue opere fanno parte di collezioni museali in Brasile e all'estero, come ZKM (Germania), Yd Vashem (Israele), Latin American Colection - Essex Università (Inghilterra), MAC-USP e Pinacoteca do Estado de São Paulo. E 'stato redattore capo della rivista Select (2011-2014) e un giornalista per la Radio e USP Magazine Zum.

A proposito di Clarissa Diniz:

Clarissa Diniz è un curatore e critico d'arte. Si tratta di master in storia dell'arte presso PPGArtes / UERJ e uno studente di dottorato in antropologia alla PPGSA / UFRJ. E 'stato il direttore della rivista Tatuí e pubblicato numerosi testi, cataloghi e libri, ad esempio il pulsante – aspetti di legittimazione artistica (Ed. Massangana, 2008). Guarì numerose mostre e, fra 2013 e 2018, Ha fatto parte del Museo d'Arte di Rio – AS, dove ha organizzato mostre come Pernambuco Sperimentale (2013) e Dja Guata Pora: Rio de indigena gennaio (2017). Insegna presso la School of Visual Arts di Parque Lage.

Problemi sul SESC di San Paolo:

Guidati dai concetti di apprendimento permanente e l'accesso alla cultura, Edizioni SESC di San Paolo pubblicano libri in vari campi del sapere e in dialogo con la programmazione di SESC. L'etichetta ha un catalogo vario, finalizzata alla conservazione e diffusione di contenuti su molti aspetti del contemporaneo. I suoi titoli sono disponibili nei negozi SESC, la libreria virtuale Portal SESC di San Paolo, nelle migliori librerie e applicazioni come Google Play e Apple Store.

Il Museo d'Arte di Rio - SEA

Un'iniziativa di Prefeitura do Rio in collaborazione con Fundação Roberto Marinho, il mare ha attività che coinvolgono la raccolta, registrazione, ricerca, la conservazione e la restituzione dei beni culturali per la comunità. Supporto proattivo istruzione e cultura dello spazio, il museo è nato con una scuola - Look Scuola -, la cui proposta è museologico innovativo: favorire lo sviluppo di un programma educativo di riferimento per le azioni in Brasile e all'estero, l'arte che unisce e l'educazione sulla base del programma curatoriale che guida l'istituto.

Il mare è gestito dall'Odeon, un'organizzazione sociale della cultura. Il museo ha il Gruppo Globe come maintainer, l'Equinor come master sponsor, Bradesco Seguros in qualità di sponsor e sostenitore finanziario come BNDES attraverso la Legge federale sugli incentivi culturali.

Il mare ha anche il sostegno del Comune di Rio de Janeiro e il Governo dello Stato di Rio de Janeiro e la realizzazione del Ministero della cittadinanza e il Governo Federale del Brasile attraverso la Legge federale sugli incentivi culturali.

Servizio:
Per ulteriori informazioni, contatto per telefono (55) 21 3031-2741 o visita
www.museudeartedorio.org.br.
Indirizzo: Praca Maua, 5 - Centro.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*