Casa / Art / Museu de Arte Sacra de São Paulo | Speranza

Museu de Arte Sacra de São Paulo | Speranza

“dodici artisti: le principali preoccupazioni dei nostri tempi e la fantastica sensazione di essere vivi”

Museu de Arte Sacra de São Paulo – ma/SP, istituzione del Dipartimento della Cultura e dell'Economia dello Stato di São Paulo creativo, visualizza "Speranza", mostra coletiva sob curadoria de Simon watson, composta por trabalhos dos artistas contemporâneos Ana Júlia Vilela, Andrey Rossi, trasandato, Enivo, João Trevisan, Leandro Junior, Lidia Lisbôa, sia Magrela, Patrizio di Mosè, Paulo Nazareth, Thiago Rocha Pitta, Yasmin Guimaraes, onde cada obra é acompanhada de um texto crítico assinado por curadores convidados Thierry Freitas, Marcio Harum, Fernando Mota, Carlo McCormick, André Vechi, Jackson Gleize, Mirella Maria, Gabriela Longman, Guilherme Teixeira, Janaina Barros, Ulisse Carrilho e Carollina Lauriano.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

O segundo evento do Projeto LUCE contemporanea, Speranza, traz a sensação de acolhimento, attendo con ansia, di benvenuto. “Vista attraverso la lente di diverse pratiche artistiche contemporanee, Speranza é uma observação curatorial caleidoscópica buscando resposta aos 18 mesi di pandemia. per molti di noi, l'anno scorso sembrava trascinarsi, lentamente e dolorosamente. È stato un momento di attesa e speranza, un momento di auto-riflessione. Un periodo che ha risvegliato le coscienze, sia personale che collettivo, in risposta a una crisi sanitaria globale; come ognuno di noi si relaziona tra di noi e come condividiamo la nostra salute collettiva", spiega la curatrice Simon watson. Come tema per la mostra, uno dei concetti che interconnettono le opere sono i molteplici modi in cui le mani ei corpi degli artisti sono presenti nella creazione di queste opere d'arte.. "Riaffermando la tua presenza, questi artisti confermano la nostra esistenza come esseri umani e, con la presenza della tua mano ci ricordiamo della nostra impermanenza, la fragilità della nostra vita. E perché sono opere d'arte, avere una permanenza nel registro del nostro tempo. Alla presenza della mano dell'artista, troviamo apposta segni personali, determinazione e speranza”, conclude il curatore.

Come regalo aggiuntivo al pubblico, Simon watson convidou críticos e curadores do circuito cultural para escreverem sobre as obras exibidas por cada um dos artistas participantes: “come straniero impegnato e appassionato della scena culturale brasiliana contemporanea, Sono molto impressionato dalla nuova ondata di critici e curatori d'arte brasiliani che, da solo, stanno forgiando una nuova versione della storia dell'arte, visto attraverso prospettive nuove e variegate. Fare domande provocatorie su chi è scomparso e perché, la sua ricerca energica sta provocando e sostenendo artisti e diverse pratiche artistiche. Il mio interesse per questa nuova ondata mi ha portato a invitare i professionisti dell'arte a fare le prove per ciascuno dei 12 artisti Speranza".

Il 54 opere – bidimensionale, tridimensionale, tecnologico – di Speranza, que abrangem técnicas diversas como aquarelas, dipinti, graffiti, sculture, fotografie e performance video, estão dispostos na sala de exposições temporárias do MAS / SP bem como em seu jardim interno – Jardim do Claustro – como um brinde de formas, colori e invito a starci vicini.

Il lavoro di Andrey Rossi sugerem uma meditação tranquila em uma enfermaria de hospital fictício. I disegni sono molto dettagliati e costituiscono la base di un ciclo continuo di dipinti che, scuro come sembra, sono stranamente seducenti e trasmettono un messaggio potente e agiscono come una meditazione e una celebrazione dell'impulso umano a superare la tragedia e scoprire la vita nei luoghi più improbabili.. Desdobrando materiais primordiais está Leandro Junior cujas pinturas figurativas de argila líquida se inspiram na cultura do vale do Jequitinhonha onde cresceu e no material com que pinta. I suoi ritratti evocano commozione e tristezza, così come sentimenti di potere, perché le figure sembrano contemplare la luce di un giorno di cielo azzurro.

Proprio come un oratorio contemporaneo, trasandato realizza acrilici su scala intima dipinti su legno di scarto. Sono atti di meditazione personale, un riflesso della sofferenza quotidiana, spesso permeato dalla presenza di luce naturale e cieli radiosi. Temas do cosmos podem ser claramente sentidos nas pinturas terrestres e paisagísticas de Yasmin Guimaraes. piccola scala, esaminando dettagli apparentemente microscopici o su schermi più grandi e robusti, ela é um mundo de magia e maravilhas no mundo natural. Patrizio di Mosè se apresenta com uma pintura em grandes dimensões que retrata uma mulher negra vestida de branco em um ritual performativo de nascimento e renascimento Um momento comovente e comemorativo.

Speranza apresenta três murais site-specific sulle pareti del museo. Due dei murales sono alle estremità della sala espositiva. D'altro canto, uma figura feminina pintada por sia Magrela e l'altro, uma figura xamã masculina pintada por Enivo. sia Magrela se inspira no tumulto das imagens urbanas e na mistura das culturas brasileiras. L'immagine raffigura un mondo di giganti gentili, donne potenti e dominanti, ma mantengono ancora un'intimità vulnerabile nei loro occhi., bem como em sua postura. Enivo está presente na cena mural de rua de São Paulo, e divenne noto per i suoi dipinti di pratica in studio “alieni futuristici”, che in questa mostra vede l'unione dei due, un enorme murale di una figura futuristica simile a uno sciamano di ottimismo e speranza installato con un gruppo di dipinti in resina.

Ana Júlia Vilela cria um terceiro mural no centro da sala expositiva onde combina intervenção direta na parede e um aglomerado de telas. lei gioca con lo spettatore, svelando solo qualche filo di indagine pittorica, il tutto interrotto da frammenti di testo che ricordano un tweet o lo scambio casuale di una breve conversazione.

O tema do fogo e da ressurreição ígnea tem sido um elemento recorrente na ampla prática de Thiago Rocha Pitta. I suoi acquerelli suggeriscono un mondo mitico e infuocato in bilico tra l'apocalittico e l'allucinogeno. Igualmente alucinógena é uma performance de Lidia Lisbôa. Suas esculturas do Bozzolo são uma versão suave de sua mediação ao longo da vida sobre o tema dos formigueiros encontrados em todo o Brasil. A exposição inclui a vídeo-performance alba.

Il tema generale della mostra è rappresentato in modo più vivido nel video della performance "Quando ho del cibo in mano" Paulo Nazareth. Incastonato in un cielo azzurro e limpido, ricorda a San Francisco come l'azione delle mani alzate con il cibo e gli uccelli che corrono e si nutrono sembra così generosa, così fragile e così importante.

Speranza finaliza no pátio interno com uma escultura em madeira de sete partes de dormentes criada por João Trevisan. L'opera invita lo spettatore a sedersi e, quando lo fai, prima diventi consapevole dell'architettura e, allora, pienamente consapevole dell'esistenza del paradiso.

"Guarda attraverso la lente di diverse pratiche artistiche contemporanee, Speranza é uma observação curatorial caleidoscópica buscando resposta aos meses de pandemia”. S.W.

Progetto LUCE contemporanea

Idealizzato dal curatore Simon watson, LUCE contemporanea Si compone di 12 mostre - individuali e / o collettive - di artisti contemporanei da sviluppare, in collaborazione con il Museu de Arte Sacra de São Paulo, dove diversi temi offriranno proposte e sfide agli artisti invitati alla ricerca di un dialogo concettuale e materiale con le opere della collezione dell'istituzione… o no! Ogni spettacolo è unico nel suo universo.

Esposizione: "Speranza"
Artisti: Ana Júlia Vilela, Andrey Rossi, trasandato, Enivo, João Trevisan, Leandro Junior, Lidia Lisbôa, sia Magrela, Patrizio di Mosè, Paulo Nazareth, Thiago Rocha Pitta, Yasmin Guimaraes
Testi sulle opere: Thierry Freitas, Marcio Harum, Fernando Mota, Carlo McCormick, André Vechio, Jackson Gleize, Mirella Maria, Gabriela Longman, Guilherme Teixeira, Janaina Barros, Ulisse Carrilho, Carollina Lauriano
A cura di: Simon watson
Apertura: 27 Giugno 2021, alle 11.
Durata: di 27 da giugno a 22 Agosto 2021
Local: Museu de Arte Sacra de São Paulo || MAS / SP
Indirizzo: Avenida Tiradentes, 676 -Luce, Sao Paulo (Tiradentes station della metropolitana)
Telefono: 11 3326-5393 - Informazioni aggiuntive
Orari: Da martedì a domenica, il 11 às 17h (ingresso consentito fino alle 16:00)
Ingresso: R $ 6,00 (Un unico pezzo) | R $ 3,00 (metà ingresso nazionale per studenti, insegnanti della scuola privata e I.D. giovane – previa dimostrazione) | sabato libero | esenzioni: bambini fino a 7 anni, adulti da 60, insegnanti della scuola pubblica, disabile, membri ICOM, polizia e militari – previa dimostrazione
BIGLIETTI - Acquisto del biglietto
Numero di opere: 54
Tecniche: acquerelli, dipinti, graffiti, sculture, fotografie e performance video
Dimensioni: vario
Media Stampe
Sito: www.museuartesacra.org.br
Instagram: www.instagram.com/museuartesacra/
Facebook: www.facebook.com/MuseuArteSacra
Cinguettio: twitter.com/MuseuArteSacra
Youtube: www.youtube.com/MuseuArteSacra
Google Arts & Cultura: bit.ly/2C1d7gX

 

Il curatrice - Simon watson

Nato in Canada e cresciuto tra Inghilterra e Stati Uniti, Simon Watson è un curatore indipendente e specialista di eventi culturali con sede a New York e San Paolo. Un veterano con trentacinque anni di esperienza nella scena culturale di tre continenti, Watson ha concepito e curato più di 250 mostre d'arte per gallerie e musei, e coordinati programmi di consulenza in collezioni d'arte per numerosi clienti istituzionali e privati. negli ultimi tre decenni, Watson ha lavorato con artisti emergenti e non riconosciuti, portandoli all'attenzione di un nuovo pubblico. La sua area di competenza curatoriale è identificare artisti visivi con un potenziale eccezionale, molti dei quali sono ormai riconosciuti a livello internazionale nella categoria blue-chip e sono rappresentati da alcune delle gallerie più famose e rispettate al mondo..

Il Museo

Il Museu de Arte Sacra de São Paulo, istituzione del Dipartimento della Cultura e dell'Economia dello Stato di São Paulo creativo, Si tratta di uno dei più importanti del suo genere nel paese. E 'il risultato di un accordo siglato tra il governo e Mitra Stato arcidiocesi di San Paolo, il 28 Ottobre 1969, e la sua data di installazione 29 Giugno 1970. Dato che, gli Museu de Arte Sacra de São Paulo Egli è venuto ad occupare un'ala del Monastero di Nostra Signora dell'Immacolata Concezione della Luce, sulla Avenida Tiradentes, centro di San Paolo. L'edificio è uno dei più importanti monumenti di architettura coloniale São Paulo, costruita di terra battuta, raro esempio rimanendo in città, ultima farm convento città. E 'stato indicato dal Storico e Patrimonio Artistico dell'Istituto Nazionale, il 1943, e il Consiglio per la difesa del patrimonio, Architettura artistico e lo Stato di San Paolo, il 1979. E 'gran parte della sua collezione anche elencati per IPHAN, da 1969, il cui inestimabile patrimonio comprende reliquie di storie in Brasile e in tutto il mondo. Il Museu de Arte Sacra de São Paulo detiene una vasta collezione di opere realizzate tra i secoli 16 e 20, contando con esemplari rari e significativa. Non ci sono più di 10 mille voci della raccolta. Ha opere di nomi riconosciuti, come Frei Agostinho da Piedade, Frei Agostinho de Jesus, Antonio Francisco Lisboa, il "Aleijadinho" e Benedito Calixto de Jesus, tra i tanti, anonimo o no. Notevoli sono anche le collezioni di presepi, argenteria e gioielli, lampadários, mobili, pale d'altare, altari, abbigliamento, libri liturgici e numismatica.

Di Arte Sacra Museo SAO PAULO - MAS / SP

Presidente del Consiglio di Amministrazione – José Roberto Marcellino dos Santos
direttore esecutivo – José Carlos Marcal de Barros
Direttore della Pianificazione e Gestione – Luiz Henrique Neves Marcon
Museóloga - Beatriz Cruz

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*