Casa / Art / RePangeia: nuova mostra al Museo di domani unisce realtà virtuale con elementi tecnoxamanismo
RePangeia: nuova mostra al Museo di domani unisce realtà virtuale con elementi tecnoxamanismo. Foto: Rivelazione.

RePangeia: nuova mostra al Museo di domani unisce realtà virtuale con elementi tecnoxamanismo

Siamo a un punto di svolta nella storia umana, che rafforza la necessità di chiedere a noi stessi, in ogni momento: come vogliamo vivere in mezzo a noi, e come vogliamo vivere con il pianeta? Le tecnologie che abbiamo sviluppato e perfezionato sono più potenti, modificare i nostri corpi, la nostra traiettoria e l'impatto del mondo. Ma non è che stiamo trasformando?

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Per produrre e consumare con l'urgenza richiesta dalla modernità, ci dimentichiamo di riflettere su come abbiamo gestito l'ambiente, talvolta irrimediabilmente, per estrarre le risorse che soddisfano le esigenze di un mondo sempre più urbanizzato. Questa produzione e la responsabilità del libero frenetica crea una dicotomia: abbiamo accesso a efficiente, il comfort e agilità, considerando che il cambiamento climatico aggressivo contribuito, e tassi di inquinamento del suolo elevabili, acqua e aria - difficile da ignorare gli impatti e portare alla riflessione della luce che non possiamo separare l'umanità della natura.

Domani Museum presenta RePangeia, un'esperienza sensoriale nella realtà virtuale che ci spinge a ripensare il nostro rapporto con la Terra e l'altro. D'azione sviluppato da domani attività di laboratorio - LAA, che viene presentato da Santander, l'esperienza è stata ispirata da Tecnoxamanismo, che viene in mezzo al movimento del software libero, con lo scopo di condividere prospettive e visioni comunità tradizionali - indigena, Maroons, Riverside - e sociali movimenti. Così, crea un incontro tra ascendenza e tecnico, tra conoscenza e tecnologia tradizionale.

Nell'esperienza di realtà virtuale, sviluppato in collaborazione con Intel, tre persone "sono" in un altro spazio-tempo e sono chiamati a contribuire a un ambiente non controllato metà a causa di dissociazione tra l'umanità e la Natura. Il titolo è ispirato Pangea, il supercontinente che esisteva milioni di anni fa. Il tuo nome, deriva dal greco, Significa "tutta la terra", concetto che si riferisce alla prima volta “la nostra casa” E 'stato visto nella sua totalità dello spazio. Questo fatto ha cambiato la nostra percezione circa il pianeta: E 'stata la prima volta che ci siamo resi conto nostra fragilità e finitezza nella vastità dell'Universo. In questo rituale futuristico collettiva virtuale, partecipanti a scoprire la necessità di una comprensione comune che siamo interdipendenti e collegate, e, Solo in questo modo, siamo in grado di salvare il mondo e noi stessi.

Domani attività di laboratorio è presentato da Santander. La mostra RePangeia è il risultato di una partnership con Intel.

Servizio
RePangeia – Un'esperienza tecnoxamânica nella realtà virtuale
Dal 30 Aprile
Laboratorio Domani Attività

.

Domani Museum è un'istituzione culturale della Segreteria Comunale di Cultura di Rio de Janeiro, nell'ambito dello sviluppo e gestione Management Institute (IDG).

Circa il Museo di domani

Il Museo di domani è un museo della scienza applicata che esplora le opportunità e le sfide che l'umanità dovrà affrontare nei prossimi decenni dal punto di vista della sostenibilità e della convivenza. Inaugurato nel dicembre 2015 dalla città di Rio de Janeiro, Domani Museum è una struttura culturale del Dipartimento di Cultura del Comune di Rio de Janeiro, nell'ambito dello sviluppo e gestione Management Institute (IDG). successo esempio di partnership tra il settore pubblico e privato, Domani Museo ha ricevuto oltre 3,2 milione di visitatori sin dall'apertura. Con il maestro sponsorizzazione del Banco Santander e una vasta rete di sponsor che comprende aziende come la Shell, IBM, IRB-Brasil RE, Engie, Grupo Globo, Instituto Intel CCR, il museo è stato originariamente progettato dalla Fondazione Roberto Marinho.

Il IDG - Istituto per lo Sviluppo e Gestione Si tratta di un'organizzazione non-profit specializzata nella gestione di centri culturali pubblici e programmi ambientali ed è anche attiva nella consulenza per aziende private e la realizzazione o lo sviluppo di progetti culturali e ambientali. Rappresenta attualmente per la gestione del Museo di domani, a Rio de Janeiro, Paço fare Frevo, a Recife, come direttore operativo del Fondo Foresta Atlantica e come regista di azioni di conservazione e di consolidamento del sito archeologico del molo Valongo, nella zona del porto di Rio de Janeiro. Per saperne di più su www.idg.org.br

Circa il Museo del Domani e ODS ONU

In 2015, le Nazioni Unite (DELLE NAZIONI UNITE) creato Agenda 2030 con 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (ODS), che deve essere implementata da tutti i paesi del mondo a 2030. Con i pilastri della sostenibilità e della convivenza, Domani Museo è impegnata nella realizzazione di questa agenda, che prevede l'eliminazione della povertà e la fame; proteggere il pianeta dal degrado attraverso il consumo e la produzione sostenibili; assicurare la vita prospera e realizzazione personale delle persone, attraverso il progresso economico, sociale e tecnologica, in armonia con la natura; e promuovere la pace. Per ulteriori informazioni su ciascuna ODS, visitare il sito web delle Nazioni Unite: nacoesunidas.org/pos2015/agenda2030/.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*