Casa / Art / fiume Memorie, museo virtuale che racconta la storia della città, Sarà rilasciato 28 Agosto, nel centro di Rio de Janeiro
fiume Memorie, Palazzo Monroe. Acervo IMS.

fiume Memorie, museo virtuale che racconta la storia della città, Sarà rilasciato 28 Agosto, nel centro di Rio de Janeiro

raccoglie collezione 80 fatti, tra le immagini, video e suoni che compongono le memorie fisiche, histórica e afetiva do Rio de Janeiro

Presentazione del virtuale assistente accesso al contenuto delle discussioni del sito e da tavolo sono la notte lancio di riflessi

Rafael storici Cruz, Edmilson Antonio Rodrigo Marins e la regina hanno confermato la loro presenza in occasione del lancio

Un museo interamente virtuale che taglia fuori una parte della storia di Rio de Janeiro attraverso due gallerie – MISSING e figli di RIO RIO – Sarà inaugurato il 28 Agosto, in evento presso il Centro Campus Estacio I – Unità Presidente Vargas - che è in Av. Presidente Vargas, 642, 9Piano - dalle 19h alle 21h, con la partecipazione di storici Rafael Cruz e Antonio Martins Edmilson, responsabile per il contenuto del sito, e Rodrigo regina, professore Estacio e curatore del ruolo Carioca. Per rispondere a questa collezione, che sorge nei pressi di 80 fatti storici, dall'inizio della fondazione a ciò che è ancora accessibile ai nostri occhi e le orecchie per le vie della città, basta entrare nel sito: www.riomemorias.com.br . L'attrazione sarà completamente gratuito e aperto al pubblico.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Concepito da Livia de Sá Baiao, Memorie Rio si ispira al Memorial Minas Gerais, a Belo Horizonte, un'esperienza museale che fa un salvataggio della storia e della cultura mineraria. Dopo una visita, Immaginò fare qualcosa come il ricordo di Rio. Fiume Memorie Museo è patrocinata dal Comune di Rio de Janeiro, Assessorato alla Cultura e dalle società Estacio, Concrejato, Concremat attraverso la Legge Comunale di incentivazione culturale – Lei fare Iss. Due-show lezioni si sono tenute presso la Scuola Tecnica di Stato Adolpho Bloch, a Saint Kitts e Public School Teacher Clovis Monteiro, in Higienópolis, lo scorso maggio, al fine di suscitare l'interesse dei giovani nella memoria della città e presentare il sito come un luogo interessante di ricerca e di studio.

Di fronte alle sfide per coloro che lavorano con la cultura del paese, aggravato da tragedie come il fuoco del Museo Nazionale, per esempio, Pensiamo di iniziare con il digitale, che ha una minore domanda di risorse e possono raggiungere un pubblico più vasto. Inoltre, il virtuale anche più piacevole per i giovani“, spiega Livia. Per Ela, “è impossibile separare la storia del Brasile nella storia del Rio, la capitale per più di 200 anni. E non c'è museo o istituzione che racconta questa storia, che si prende cura dell'anima e modo di essere carioca“.

due squadre – uno con i ricercatori presso l'Università Cattolica (PUC Rio) e un altro presso l'Università Federale di Minas Gerais (UFMG) -, Essi erano responsabili per la ricerca di contenuti. Il team di PUC Rio ha lavorato con il professor Antonio Edmilson Martins, autore di diversi libri sul fiume (tra Ls, "River John: la città e il poeta "). E il personale delle miniere è stato coordinato dal professor Heloisa Starling, co-autore del libro "Il Brasile: una biografia ". L'idea è quella di avere una raccolta continua di formazione.

due gallerie: MISSING e figli di RIO RIO

Per una prima volta, Sono stati scelti due ritagli, materializzata nelle gallerie virtuali: MISSING e figli di RIO RIO. Ogni galleria porta frammenti della storia di Rio con testi narrativi associati con le immagini, Foto, video, audio o la musica, Si sta rivelando una città che non esiste più, come il Palazzo Monroe o Castle Hill, è evidenziando i suoni più svariati che permeano le strade e le spiagge, in diversi momenti del quotidiano di Rio.

Vogliamo pasticciare con Rio, farlo riflettere e saperne di più circa la città in cui si vive e come si può trasformare in meglio. Una parola che ha guidato la nostra ricerca è stato 'ricordare'. Vogliamo portare il fiume di nuovo al cuore dei suoi abitanti – senza nostalgia, ma con i fatti, immagini e suoni che compongono chi siamo oggi. Dalla samba al passinho, colpire le onde sulla riva a martello in barattoli di auto sulle Workshop strada di periferia“, istigare Livia, presto dottorato di ricerca in Letteratura dal PUC Rio.

"Fiume Memories è un progetto che ci aiuta a capire un po 'di più su questo luogo che abitiamo. Nessuno può sapere dove si sta andando senza prima capire le misure adottate, La nostra memoria è costruita a strati e solo così siamo in grado di decidere il nostro futuro. Le esperienze in forma e portare l'essenza di ciò che siamo. E 'su questa comprensione, questo riconoscimento di ciò che è di Rio de Janeiro che cerchiamo di approfondire e rivelare”, dice Paula Brandão, managing partner di Cultura Baluarte, azienda leader nella produzione il progetto.

Un museo digitale, ludica e interattiva

Fiume Memorie Museo ha anche una chatbot, assistente virtuale per interagire con i visitatori sulla pagina del progetto su Facebook. Questo strumento è stato costruito attraverso sentieri di conoscenza, il cui curatore (realizzato dal gruppo di ricerca) compilato diversi contenuti didattici sulla storia della città.

Così, l'utente verrà inviato principalmente ai propri contenuti del museo virtuale, così come altri contenuti Internet, come selezione curata e collaborazioni. Lo strumento aumenterà la possibilità di interazione con il pubblico e divulgare, gradevolmente, contenuto del sito. Sarà anche facilitare l'utilizzo della piattaforma da educatori e gli utenti in generale, istigare la curiosità di coloro che interagiscono con l'applicazione e indirizzare la gente a temi specifici e contenuti della collezione.

"Questo museo è nato digitale, un giocoso e interattivo, e il debutto è anche reinventarsi e cercando le connessioni con l'ormai. Il nostro chatbot è uno dei primi in Brasile relative a questo museo scopo. Vogliamo parlare ai giovani e capire meglio che cosa l'identificazione strati e generare interesse. E per la cultura Baluarte ha senso sviluppare un progetto che valorizza il nostro passato ci aiutano a riflettere su quale futuro vogliamo vivere. Pensate alle future generazioni è parte della nostra missione, come una società che cerca di generare impatti positivi e un mondo migliore", pieno Brandão.

SERVIZIO:
Fiume Memorie Museo: evento gratuito
Dati – 28 Agosto, Lunedi
Tempo – dalle 19h alle 21h
Local – Estacio Center I – Città universitaria Presidente Vargas – Auditorium 2 / 9ºandar – AV. Presidente Vargas, 642
Ingresso gratuito

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*