Casa / In evidenza / La situazione di Livraria Cultura è un ottimo esempio della necessità di aggiornarsi, dice David Johny

La situazione di Livraria Cultura è un ottimo esempio della necessità di aggiornarsi, dice David Johny

Consulente in imprenditorialità e marketing digitale, David Johny analizza la situazione dell'ex colosso del mercato del libro come apprendistato per aziende

La libreria della Cultura, un'icona che ha segnato generazioni di lettori con il fascino dei suoi bei negozi pieni di opere, oggi è sull'orlo del fallimento. Per l'imprenditore ed esperto di marketing digitale David Johny, il motivo non era semplicemente la pandemia del nuovo coronavirus, la crisi economica o la mancanza di lettori. Il problema, per ele, era stare in disparte. “Ha resistito al cambiamento e non si è adattata automaticamente, è rimasto fuori dal gioco ", definire il consulente.

Proprio come Kodak, un'altra grande azienda che è scomparsa perché non si adattava ai nuovi modelli, il problema per Johny era la direzione. Kodak era il nome più famoso della fotografia, offrendo fotocamere e film all'avanguardia. Fino a quando le macchine digitali e, successivamente, smartphone. Il marchio è scomparso dal mercato ei ragazzi di oggi non sanno più cosa significhi avere una Kodak. "Questo è accaduto perché non era al passo con le tendenze del mercato con innovazione e tecnologia. È chiaro che ci sono aziende che non si rinnovano, non seguire le nuove linee di marketing e finire per non resistere ", Johny spiega.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Il più grande concorrente di Livraria Cultura era Amazon, azienda 100% che ha raggiunto livelli mondiali e un enorme valore di mercato. Nel frattempo, Cultura ha preferito rimanere concentrata sul suo modello di negozio fisico, anche nel bel mezzo del cambiamento del comportamento dei consumatori, che preferiscono acquistare sempre di più online e ricevere a casa. “Nel mondo degli affari ci sono regole del gioco molto chiare e ovvie, ma a volte, per l'alloggio e la cultura aziendale, è difficile innovare, perché sono pilastri costruiti anni fa, l'imprenditore deve capire che il cambiamento è un male necessario ". David Johny spiega che una premessa di base è ascoltare sempre i clienti, osservare i comportamenti di acquisto ed essere consapevoli dei concorrenti. Visto che altre aziende dello stesso settore stanno ottenendo risultati più positivi, è tempo di scoprire cosa stanno facendo in modo diverso e di innovare. “Se hai un concorrente con un modello di business che funziona, quello che devo fare per competere è adattarmi al gioco. Nel caso della cultura, la pandemia ha solo accorciato la fine, sarebbe successo prima o poi ", dice. Il consiglio è di prestare attenzione ai pilastri principali: gestione, finanza e vendita. Se uno non sta bene, abbattere la struttura. Il consiglio di David è che il modello di business è sempre aggiornato, saper ridurre i costi in modo efficiente e non mancare di offrire i prodotti che il cliente desidera.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*