Casa / Art / VERVE GALLERIA spettacoli unici LAVORO LUIZ MARTINS
Titolo: Vimini Black Series. Dati: 2018. Tecnica: Inchiostro su carta cotone. Dimensioni: 55 x 75 cm. Foto: Rivelazione.

VERVE GALLERIA spettacoli unici LAVORO LUIZ MARTINS

“Nero Silenzio "presenta opere recenti dell'artista, la cui ricerca è inclusa nella tradizione astratta di arte africana-brasiliana

La Verve Galeria visualizza "il silenzio nero", artista visivo Luiz Martins, a cura di Ian Duarte Lucas. Nella sua seconda personale alla galleria, l'artista presenta 14 opere - dipinti, grafica, e un'installazione – affrontando temi ricorrenti nella sua ricerca, separati dalla loro fonte e la costruzione di un linguaggio.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Nato nella piccola città di Machacalis, Minas Gerais, una parte della famiglia Luiz Martins è origine africana, e un altro della tribù indigena del maxakali. Autodidatta, Ha avuto contatti con pitture rupestri nella sua regione fin dall'infanzia. A 17 anni, l'artista si muove a São Paulo, che inizia a vivere la dura realtà della periferia, "oltre i contrattempi e numerosi meccanismi di esclusione delle popolazioni emarginate, questo luogo di dimenticare dove tanti sono negato l'accesso", come rilevato dalla curatore. Tracce questa traiettoria può essere visualizzato nel silenzio delle forme, in questo continuo processo di scambio capito silenziamento, salvataggio di una storia ancora così presente nella loro vita quotidiana.

Il lavoro di Luiz Martins Walking elementi grafici, sovrapponendo le pagine scritte in vari media – foglie come dizionario, Bibbia o tabloid – canoni che trasportano, in tempi diversi, il discorso dominante e normativo dell'uomo bianco europeo, il curatore dei detti: "parole che così spesso diventano strumenti di violenza letterale e simbolico". i materiali, texture e superfici che compongono l'universo dell'artista portano tutto questo simbolismo.

"il silenzio nero"Va in mostra in un momento in cui le principali istituzioni, in tutto il mondo, cercare di riparare l'esclusione storica delle minoranze circuito dell'arte. ne, il curatore aggiunge: "Questo dimostra, viene messo in discussione l'arte politica del luogo così come l'arte figurativa, indicando il luogo di astrazione come di uguale importanza in questo dibattito". Secondo l'artista, "questa serie solleva domande a un aspetto considerato superato nella storia e nell'arte brasiliana: o nero, periferica, l'indiano, qui presentata al fine di mettere il rapporto dell'artista con la società, l'oggetto d'arte con spazio, eppure, come il lavoro si manifesta e diventa rappresentante di questo incontro, spesso attraversato da realtà sociale e politica del Brasile. […] Ci sono molti modi per raccontare la storia di quei milioni di uomini e donne africane alla brutalità della schiavitù strappato. Nel caso di questa nuova serie, il concetto è incorporato dal silenzio come materia ".

Per questa ultima serie, Luiz Martins Funziona le sue forme, non solo sulle pagine del dizionario, aggiungendo rileggendo i diari di viaggio di Debret e Rugendas, documenti storici tipici che categorizzare e attribuite caratteristiche e funzioni per diverse razze. Così, si riferisce a processi persistenti nella strutturazione della società, e tuttavia una sottile critica di un mercato che oggi gli onori e mette in evidenza gli stereotipi politici e culturali. "Prima di tutto, E 'il luogo del corpo e la discendenza di questo corpo – in questo caso non figurazione potrebbe rappresentare nel suo complesso – Ciò che interessa l'artista, espressione schietto della sua complessa e affascinante storia di vita", si conclude Ian Duarte Lucas.

A complemento della mostra evento, in una partnership tra Verve Galleria e AUA, saranno esposti, questo secondo spazio, Artista autore di gioielli trattare sullo stesso argomento.

Esposizione: “il silenzio nero
Artista: Luiz Martins
A cura di: Ian Duarte Lucas
Coordinamento: La completa Seabra
Apertura: 14 Febbraio 2019, Giovedi, às 19h
Periodo: 15 da febbraio a 23 Marzo 2019
Local: Verve Galeria - www.vervegaleria.com
Indirizzo: via di Lisbona, 285 - Jardim Paulista, Sao Paulo - SP
Telefono: (11) 2737-1249
Orari: Dal martedì al venerdì, il 11 às 19h / Sabato, il 11 às 17h
Numero di opere: 14
Tecniche: Disegno, Disegno e Scultura
Dimensioni: s/d
Prezzi: R $ 5.000,00 R $ 38.500,00

.

Ufficio Stampa
comunicazione Balady - Silvia Balady / Zeca Florentino

Telefono: (11) 3814.3382 | 11 99117-7324 - contato@balady.com.br

Luiz Martins

Vive e lavora a San Paolo a San Paolo e Vienna, la produzione di dipinti, sculture, disegni e stampe. Le sue fonti principali sono le manifestazioni telluriche e antenati, derivata dalla natura brasiliana, mostrato in diversi supporti quali legno, la fibra, acciaio e pigmenti naturali. Ha nel suo curriculum numerose mostre personali e collettive, e il suo lavoro è presente in collezioni private a San Paolo, Campinas, Londra, Los Angeles-, Vienna, Chiavi, Berlino, Bratislava, e spazi pubblici come: Banespa Museo / SP Bollini / Argentina Fondazione, Pinacoteca de São Bernardo do Campo / SP, Latin American Post / Colombia, Museo d'Arte Contemporanea MAC / USP, Museo Brasiliano di Scultura (MUBE), altri. Dividendo il suo tempo tra il suo studio a San Paolo e Vienna, l'Austria, l'artista ha avuto mostre personali a Vilnius, Milano, Tokyo, Vienna, Bologna e Lisboa.

Verve Galeria

The Verve è una galleria d'arte contemporanea fondata a San Paolo, il 2013. Nei loro spazi, guidato dall'artista Allann Seabra e Ian Lucas Duarte Architect, transiti attraverso vari mezzi e linguaggi. Nato di entusiasmo e di ispirazione che animano lo spirito della creazione artistica, Verve Gallery è sede di diverse piattaforme di sperimentazione contemporanea. L'eloquenza e la finezza che caratterizzano il suo nome sono presenti anche nella selezione accurata di artisti e progetti espositivi. Capire che i linguaggi artistici sono processi continui e complementare, Si tratta di nuovi talenti e professionisti affermati che si muovono liberamente tra pittura, fotografia, scultura, video, sito in situ, site-specific, incisione e arte di strada. La galleria occupa una casa centenaria, e la diversità dei suoi spazi espositivi emergere possibilità curatoriali che vanno oltre il formato tradizionale “cubo bianco”. Per aprirsi la strada, instaurare un dialogo aperto con il patrimonio costruito di São Paulo, assolvere alla funzione di integrazione tra arte, il pubblico e la città. Cerca di andare al di là della vendita diretta dell'arte, promuovere spettacoli regolari, lezioni e workshop, e gli scambi e le collaborazioni con artisti e gallerie in Brasile e all'estero.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*