DAN Sala São Pedro presenta una mostra collettiva “Strato Lucido”

A cura di Carol Splendore, la mostra esplora la connessione tra i dipinti, fotografie, sculture e installazioni degli artisti Dee Lazzerini, Laura M. Mattos, Lucia Castanho e Juliana Sicoli

La DAN Sala São Pedro, situato all'interno della fabbrica São Pedro, dov'è il Museo FAMA, la stagione espositiva inizia tra 2024 con l'esposizione Strato Lucido, fino a 30 Aprile.

Annuncio

La Conferenza stampa raccoglie 50 opere di quattro artisti partecipanti al programma E Accredita: Dee Lazzerini, Laura M Mattos, Lucia Castanho e Juliana Sicoli.

La curatela di Carol Splendore stabilisce la pelle come collegamento tra le opere.

“A questo corpo collettivo, la pelle è la metafora a cui si accede – dà contorno, comunica con l'esterno, protegge il nucleo. È il luogo delle ferite, tratti, cortes. È lì che la cicatrice diventa visibile”., dice il curatore.

Nome preso in prestito dalla biologia, il titolo Stratum Lucid è un termine scientifico dato al secondo strato dell'epidermide. Si tratta di percorsi lucidi e comunicanti situati in uno strato leggermente più profondo – ma visibile dall'organo più grande del corpo umano.

In spettacoli, rimuovere il guscio, indossare, nascondere, sconvolgenti e dilanianti sono le azioni espresse nei dipinti, fotografie, sculture e installazioni.

Anche l'ispirazione per la multidisciplinare Dee Lazzerini di scolpire lastre di poliuretano viene dalla biologia., corpi organici che sono la rappresentazione degli studi nanobiologici recentemente elaborati dall'ingegneria dei biomateriali.

Dagli oggetti di uso quotidiano, come spilli, e uncinetto, l'artista sviluppa “nuovi esseri” che suggeriscono ricordi e affetti. Spostati dalle loro funzioni primarie, i materiali rivestono o attraversano le superfici di questi corpi, fornendo il contorno e il supporto per la creazione di esseri ibridi, che a volte invitano e a volte rifiutano di incontrare coloro che li vedono.

Le aree di taglio e cucito vengono esplorate anche dall'artista visiva Juliana Sícoli per realizzare interventi in fotografie e dipinti, tessendo una narrazione unica per esprimere le preoccupazioni che non riguardano solo lei, ma risuonano anche con tante altre donne, trascendere i confini del visibile per rivelare strati emotivi più profondi.

D'altronde, Laura M. Mattos usa la pittura ad olio per affrontare il carico mentale, fisico ed emotivo delle donne che svolgono funzioni quotidiane nei loro ambienti domestici e la sensazione di invisibilità in questo contesto. La tecnica tradizionale permette di produrre sottili variazioni dei toni della pelle nella rappresentazione della figura femminile che si fonde con l'ambiente in cui vive..

Lucia Castanho trasporta il tema shakespeariano di Ofélia nella contemporaneità in una produzione articolata in diversi supporti, come dipinti,, grafica, sculture, fotografie, performance fotografiche e video.

Dee Lazzerini, Laura M Mattos, Lucia Castanho e Juliana Sícoli fanno parte del programma E Accredita, che mira a dare visibilità alla produzione artistica di professionisti con solide traiettorie nelle arti visive e senza rappresentanza in galleria.

Sobre Dee Lazzerini

Belo Horizonte, 1977

Dee Lazzerini è un'artista multidisciplinare con un interesse per la spazialità: lontano e vicino, sopra e sotto, allo stesso tempo siderale e cellulare. Sono le stelle nella galassia e i protoni e gli elettroni negli atomi.

È il microcosmo e il macrocosmo e l’invito filosofico a esercitare l’astrazione dal principio ermetico di corrispondenza “ciò che è dentro è come ciò che è fuori”.

A proposito di Juliana Sicoli

Belo Horizonte, 1983

Giuliana Sicoli (1983) è artista visivo, con una laurea post-laurea in Fotografia e Arti Visive presso la PUC/MG.

Formazione in psicoanalisi, la sua ricerca instaura un dialogo continuo tra immagine e psiche, ogni opera è un'espressione consapevole – una dichiarazione viscerale – del suo impegno nell'indagare e portare riflessioni sulle complessità che permeano l'universo femminile.

Ricevi notizie da Fiere ed Eventi in genere nel nostro gruppo Whatsapp!
*Solo noi pubblichiamo nel gruppo, quindi non c'è spam! Puoi venire con calma.

A proposito di Laura M. Mattos

Sorocaba, Brasile, 1965

È un artista visivo che lavora con particolare attenzione alla pittura, Master in Tessile e Moda, pela OGNI – USP. La tua ricerca: Il cinema americano nei primi decenni del XX secolo e la costruzione degli stereotipi femminili: qualche analisi.

Nelle sue opere recenti, Laura utilizza come riferimento fotografie di scene domestiche di routine.. È interessata alla sua automazione e alla conseguente invisibilità e, in cui, rimuove oggetti che possono essere specchiati o indossabili con simbolismi specifici dell'ambiente, che mette in scena e fotografa affinché diventino un riferimento pittorico.

Iscriviti per ricevere notizie sugli eventi
e innanzitutto l'Universo delle Arti!

A proposito di Lucia Castanho

Sorocaba, Brasile, 1957

Ha una laurea in Belle Arti presso la Faculdade Santa Marcelina (1983), Master in Educazione artistica e Storia della cultura presso la Mackenzie Presbyterian University (2005) e un dottorato anche presso l'Universidade Presbiteriana Mackenzie (2013).

In 2019 ha studiato post-dottorato presso la Facoltà di Belle Arti della città di Porto, in Portogallo. Le produzioni recenti di Lucia includono la pittura, il disegno verso il quale l'artista mostra grande interesse, video, sculture e foto di performance.

A proposito di Carolina Splendore

Carolina Splendore è un'attrice, curatore di arti visive e produttore audiovisivo. Filosofia studiata [FFLCH/USP] e arti dello spettacolo [Scuola di teatro gratuita (LUI).

Ha recitato in diversi spettacoli teatrali e cortometraggi; tre lungometraggi, due serie televisive e una soap opera. Ha fatto parte del cast di spettacoli nazionali ed internazionali e ha diretto spettacoli di teatro e danza.

Come curatore di arti plastiche, il tuo debutto più recente, ha firmato le mostre Varal & Signora dei piccoli spazi, con opere di Dee Lazzerini al Museo della Moda, a Belo Horizonte, e Strati, con opere di Laerte Ramos alla Casa delle Arti, a Miami.

Ha diretto la produzione delle serie audiovisive Construindo Beethoven e UtPictura Música, oltre ad eventi letterari e culturali. È stata coordinatrice dell'Istituto Emilia, ruolo che aveva interpretato anni prima alla Casa das Rosas [Spazio di Poesia e Letteratura Haroldo de Campos].

sulla galleria

Dan Contemporânea è emerso come dipartimento di arte contemporanea presso Dan Galeria. In 1985, Flavio Cohn, figlio della coppia fondatrice, si è unito a Dan nella creazione del Dipartimento di Arte Contemporanea, che ha guidato da allora.

Così, è stato aperto uno spazio per molti artisti contemporanei, sia brasiliani che, come internazionale, fortemente rappresentativi delle rispettive scuole. Più tardi, Alla galleria è associato anche Ulisses Cohn, che ne completa il team di gestione.

Negli ultimi vent'anni, la galleria ha esposto: Macaparana, Sergio Fingermann, Amelia Toledo, Ascanio MM, Laura Miranda e artisti internazionali: Sol Lewitt, Antonio Tapias, Gesù Soto, Cesare Paternosto, José Manuel Ballester, Adolfo Estrada, Juan Asensio, Knopp Ferro e Ian Davenport. Anche i maestri internazionali del calcestruzzo facevano parte della storia di Dan, come: Massimo Bill, Joseph Albers e il britannico Norman Dilworth, Antonio Collina, Kenneth Martin e Mary Martin.

Dan Galeria è stato recentemente incluso nella sua selezione, importanti artisti concreti: Francisco Sobrino e François Morellet. Il fotografo brasiliano Cristiano Mascaro; artisti José Spaniol, Teodoro Dias, Denise Milan e Gabriel Villas Boas (Brasile); quelle internazionali, Bob Nugent (USA), Pasquale Dombis (Francia), Tony Cragg (G. Bretagna), Laboratorio [AU] (Belgio) e Giovane Oh (Corea), è entrato a far parte del dipartimento di arte contemporanea della galleria.

Dan Galeria ha sempre puntato a mettere in risalto gli artisti e i movimenti brasiliani fin dall'inizio degli anni '90. 1920 lontano. Contemporaneamente, mantiene uno stretto rapporto con artisti internazionali, poiché i movimenti artistici storicamente si intrecciano e dialogano tra loro senza confini.

Servizio 

Strato lucido
Durata dell'esposizione: 27 da gennaio a 30 Aprile
DAN Sala São Pedro– R. Padre Bartolomeu Tadei, 09 – Alto, ITU – SP, 13300-190
Orari: Dal giovedì alla domenica dalle 14:00 alle 19:00
Ingresso libero
Parental Guidance: libro
e-mail: info@dangaleria.com.br

collegato:

Lascia un commento

×