Mostra Donne per le Donne – Galeria Estação, da Rosângela Vig

Rosangela_Vig_Perfil_2
Vig è Rosângela Visual Artist and Teacher Storia dell'Arte.

Voglio, per comporre i miei casti monologhi,
Sdraiarsi accanto a cielo, i set di astrologi
E abbastanza vicino a sentirlo cismarento Bell
Le canzoni solenne, portati dal vento.
Le mani giunte sul mento, Io dall'alto del tetto mansarda,
Visualizzare il workshop sul tempo marrone:
Torri cittadine e camini o alberi,
Grandi cieli rendendo l'eternità sogno.
(BAUDELAIRE, 2006, p.95)

Annuncio

L'arte è come un soffio d'ispirazione per lo spirito. Potrebbe essere stato costruito in modo che l'anima potesse viaggiare attraverso sentieri insondabili, così che la mente vaga lentamente tra spazi pieni e vuoti, ma, soprattutto affinché l'osservatore permetta al sogno di permeare la sua giornata, il tuo momento. È da allora che lo spirito diventa leggero, rendendoti la vita più leggera.

Condurre lo sguardo a vagare tra pensieri ed emozioni, la Galleria della Stazione, vent'anni di lavoro nel Art, inizia la programmazione 2024 con una bella mostra che si apre il giorno 22 Febbraio. Creato dalla collezionista Vilma Eid, il collettivo Mulheres por Mulheres è rivolto alla gallerista e curatrice stessa

“un omaggio alle artiste con cui ho lavorato, promuovere e che fanno parte della nostra storia e per i quali nutro grande ammirazione”.

Vilma ha selezionato 47 opere – tra tele e sculture – di otto donne: il Gaucho Conceição dos Bugres (1914-1984); Elza de Oliveira Sousa di Pernambuco (1928-2006); Minas Gerais Izabel Mendes da Cunha (1924-2014) Maria Ausiliatrice Silva (1935-1974) eNoemisa Batista dos Santos (unico artista vivente del collettivo); la baiana Madalena dos Santos Reinbold (1919-1977); Goiana Mirian Inêz da Silva Cerqueira (1938-1996); e Zica Bérgami, nativa di San Paolo, (1913-2011). Oltre alle opere di questi artisti, Anche le tele della pittrice Yara Dewachter che ritraggono i premiati faranno parte della mostra in un dialogo visivo arricchente con la loro eredità.

Secondo Vilma, la vita di queste donne è stata segnata da molta creatività e storie, più commovente. Del tuo rapporto con alcuni di loro, racconta il gallerista: “Ho incontrato personalmente la signora Izabel, Noemisa e Zica. I primi due in un viaggio che ho fatto a febbraio 2010 alla valle di Jequitinhonha. Con entrambi ho vissuto momenti di grande emozione e contatto con una realtà molto ricca., con dialoghi sorprendenti e molto personali”. A proposito di Zica, il cui nome originale è Maria Elisa Campiotti Bérgami, ricorda di aver ricevuto la sua visita poco dopo l'apertura della Stazione. “È stato un incontro delizioso. Era già nel 90 anni e molto felice. Oltre ad essere un designer, era un compositore, aver creato la famosa canzone Lampada a gas. Per quanto riguarda Conceição dos Bugres, Isabella, Maria Ausiliatrice e Mirian, Ho fatto mostre personali quando ancora non erano note al grande pubblico”, Spartiti.

Per scrivere di questo collettivo, Vilma ha invitato tre donne: Galciani Neves, Professore di Arti Visive presso l'Università Federale del Ceará e la Fondazione Armando Álvares Penteado, a São Paulo; Lilia Schwartz, storico, antropologo e professore alla Facoltà di Filosofia, Lettere e Scienze Umane, Università di San Paolo; e Lorena Mendes, artista, ricercatore e attualmente curatore presso la Pinacoteca do Estado São Paulo. “Oltre a questi tre studiosi, ho invitato anche l'artista Yara Dewachter, la cui ricerca e il cui lavoro parlano di artiste. In una delle sue mostre ho acquistato i ritratti di Izabel e Zica. Fu allora quello, quando si pensa aDonne per le donne, L’ho invitata a ritrarre i nostri otto artisti”, spiega al gallerista.

Vale la pena sottolineare l'importanza delle opere di questi artisti come riferimento per l'arte brasiliana. Nella figura 1, opera realizzata in legno, con cera d'api, sembra parlare alla modernità. La modernità è presente anche nell'immagine degli animali in figura 2 che sembrano vivi, in pieno movimento. La gioia di vivere in movimento è presente nel lavoro di Mirian Inês (Fico. 3) con la battuta innocente e leggera. Colorato, l'opera ritrae addirittura gli abiti di un'epoca. In toni monocromatici, realizzato con penna e inchiostro, Il lavoro di Zica riflette la vita quotidiana in un quartiere, in una città, una scena così comune degli anni '90 80. Le tracce dell'Arte Naif sono presenti nelle tre opere, con esempi di vita quotidiana semplice di un tempo ormai passato. “Mulheres por Mulheres” rimane in mostra alla Galeria Estação fino al 16 Marzo.

Informazioni sulla Galeria Estação

Con una collezione tra le pioniere e le più importanti del Paese, la Galleria della Stazione, inaugurato non fine 2004 di Vilma Eid e Roberto Eid Philipp, si è affermata per rivelare e promuovere la produzione dell'arte brasiliana non erudita.

La sua performance è stata decisiva per l'inserimento di questo linguaggio nel circuito artistico contemporaneo, curando pubblicazioni e realizzando mostre individuali e collettive sotto gli occhi dei principali curatori e critici del Paese..

Il cast, che cominciò a occupare spazio sui media specializzati, partecipando ha conquistato anche la scena internazionale, tra l'altro, delle mostreStoria del vedere, na Fondazione Cartier per l'arte contemporanea, Francia, il 2012, e la BiennaleTra due mari – San Paolo | Valencia, Spagna, il 2007.

Ricevi notizie da Fiere ed Eventi in genere nel nostro gruppo Whatsapp!
*Solo noi pubblichiamo nel gruppo, quindi non c'è spam! Puoi venire con calma.

Emblematica di questa performance internazionale è stata la mostra personale diCame – Cícero Alves dos Santos, a Venezia, parallelamente alla Biennale delle Arti, il 2013.

No Brasil, oltre che singoli e facendo parte di prestigiosi collettivi, Gli artisti della Galleria hanno le loro opere nelle collezioni di importanti collezionisti e istituzioni di grande prestigio e riconoscimento, come la Pinacoteca do Estado de São Paulo, il Museo d'Arte di San Paolo, il Museo AfroBrasile (SP), il Padiglione delle Culture Brasiliane (SP), l'Istituto Culturale Itaú (SP), SESC San Paolo, sulla mamma- Museo d'Arte Moderna di Rio de Janeiro e il MAR, nella capitale Rio de Janeiro.

Iscriviti per ricevere notizie sugli eventi
e innanzitutto l'Universo delle Arti!

Con 47 fabbrica, gli spettacoli, che rimane in esposizione fino al 16 Marzo, è un omaggio all'eredità di Conceição dos Bugres, Elza de Oliveira Souza, Izabel Mendes da Cunha, Maria Ausiliatrice Silva, Madalena dos Santos Reinbold, Mirian Inêz da Silva Cerqueira, Zica Bergami e Noemisa Batista dos Santos. Oltre a questa raccolta raccolta, tutti gli artisti sono stati interpretati dall'artista Yara Dewachter, i cui schermi fanno parte della mostra.

Donne per le donne

Quando: 22/2 al 16/3
Dove: Galleria della stazione
Indirizzo: Rua Ferreira Araújo, 625 – Alberi di pino, Sao Paulo

Apertura: 22/2 (Giovedi),dalle 18h alle 21h
Orari di apertura della Galleria: secondo al sesto, da 11.00 a 19:0; Sabato, da 11:00 a 15:00; non è aperto la domenica

Tale: 11 3813-7253
E-mail: contato@galeriaestacao.com.br

Sito: www.galeriaestacao.com.br
Instagram: @galeriaestacao

Riferimenti:

  • BAUDELAIRE, Charles. I fiori del male. Sao Paulo: Editore Martin Claret, 2006.

Rosangela VIG
Sorocaba - Sao Paulo
Facebook Perfil | Facebook Fan Page | Sito web
Editorialista presso Obras de Arte Site
E-mail: rosangelavig@hotmail.com

collegato:

Lascia un commento

×