Casa / Art / L'artista argentino Leandro Erlich vince la mostra al CCBB di San Paolo
Opera "Congestione" di Leandro Erlich alla Mostra "La tensione" presso il Centro Cultural Banco do Brazil (CCBB), a São Paulo. Foto: Rivelazione.
Lavoro "Congestione" di Leandro Erlich alla Mostra "La tensione" presso il Centro Cultural Banco do Brazil (CCBB), a São Paulo. Foto: Rivelazione.

L'artista argentino Leandro Erlich vince la mostra al CCBB di San Paolo

Lo spettacolo rimane aperto fino al 20 Giugno

Persone che non si bagnano e non annegano quando entrano in piscina. Una classe con studenti insoliti. Una nuvola incapsulata. Un ascensore che inverte gli ambienti interni ed esterni. Una finestra su un giardino con il suo riflesso che appare in uno schema incrociato. Tutto è capovolto e sovvertito esposizione La tensione, dell'artista argentino Leandro Erlich, che aprirà oggi (13) presso il Centro Cultural Banco do Brazil (CCBB), a São Paulo.





Erlich trasforma le cose di tutti i giorni, banale o comune, in qualcosa di nuovo. Gli oggetti quotidiani acquistano nuovi significati nel suo lavoro. “Trasforma l'ordinario in straordinario”, disse il curatore della mostra, Marcello Dantas. “Il meccanismo della sua arte è il meccanismo del dubbio. Quel luogo che è il disaccordo tra ciò che i tuoi occhi vedono e ciò che la tua mente sa"., aggiunto.

“Quando guardi qualcosa, [tu pensi]: sto guardando questo, ma non è possibile. Questo disaccordo, questo dubbio, ci fa mettere in discussione tutte le cose di base a cui ci relazioniamo quotidianamente. E questa è una grammatica, una lingua universale. Pertanto, riesce ad avere lo stesso impatto in Giappone e Brasile, in Argentina e Francia”, disse il curatore.

No Brasil, la mostra è già passata attraverso i CCBB di Rio de Janeiro e Belo Horizonte, sempre molto riuscito. Diverse fotografie della mostra possono essere facilmente trovate sui social media.. Nonostante “sembrano instagrammabili”, la mostra è composta da opere prodotte molto prima dell'emergere dei social network, come Instagram. “Il pezzo più instagrammabile, qual è la piscina?, sul 1.999, dieci anni prima dell'invenzione dell'iPhone, 12 anni prima dell'invenzione di Instagram", osservò il curatore.

Non è nemmeno interattivo., anche se le persone sembrano interagire con le opere. “Le persone possono chiamarlo in modo interattivo, ma non è. Questo è un lavoro partecipativo. È un po' diverso. Non c'è niente da spremere, non c'è nessuna macchina da chiamare qui. Tutta la tecnologia è nella testa delle persone, e l'importanza è che questo lavoro, senza le persone, non esiste", ha spiegato Dantas. “È la tua partecipazione, il tuo fidanzamento, che risveglia il meccanismo sensoriale, il tuo coinvolgimento con il rito che si svolge all'interno. È magia. Il lavoro ti aspetta”, Egli ha sottolineato.

Il nome della mostra, La tensione, comincia già a produrre un doppio significato: la tensione, con le farfalle nello stomaco, e attenzione, come se fossi in una classe e l'insegnante stesse richiamando la tua attenzione, provocando un dubbio tra ciò che hai sentito e ciò che la parola rappresenta effettivamente.

Per il curatore, l'opera più importante di questa mostra è proprio l'aula, spazio in cui la tua immagine si riflette all'interno di una stanza, trasformandoti in un fantasma. “L'aula è un lavoro di 2017 ed è stato creato all'interno di un'idea di una certa nostalgia, da una vecchia scuola, di una memoria in senso affettivo. L'aula è un lavoro necessario, in un momento in cui, no Brasil, la grande domanda sul tavolo era la direzione dell'educazione”.

Quando presenti il ​​tuo lavoro alla stampa, a São Paulo, Erlich ha affermato che l'opera dialoga con lo spazio espositivo e, principalmente, con il pubblico. “Il lavoro che fa un artista lo è 50% [del lavoro]. gli altri 50% fare riferimento per partecipare, interpretare e riflettere [sul lavoro]. Il messaggio è lì e ha bisogno dello spettatore. Se non c'è nessuna persona in piscina, non c'è piscina: c'è solo un buco, acqua. L'attivazione di tutto dipende dal pubblico. Il pubblico è anche attore e performer [del lavoro]", definì l'artista.

La tensione sta giocando in su 20 Giugno. Maggiori informazioni e la programmazione delle visite possono essere ottenute a luogo, dove è anche possibile visitare la mostra.

Fonte: Agenzia Brasile.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*