Casa / Art / Campione delle sorgenti della vita
Celina Moraes. Foto: Rivelazione.
Celina Moraes. Foto: Rivelazione.

Campione delle sorgenti della vita

Celina Moraes *

A 6 anni, Itamar taglia la canna da zucchero per aiutare i genitori a mantenere la loro casa. Sognava in grande. Volevo essere un pilota di caccia. A 16 anni, tagliava la canna di giorno e studiava di notte, e sognava di arruolarsi nell'Air Force a Recife, ma pochi giorni prima dell'arruolamento, un imprevisto glielo ha impedito e quel sogno si è perso nell'immensità dei canneti.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Itamar sapeva di dover iniziare ad arare la terra, altrimenti non raccoglierebbe niente e sarebbe solo Un sognatore stagnante e non Il sognatore determinato. A 18 anni, comprato due biglietti: uno che va a San Paolo e l'altro a Recife. È atterrato nella capitale San Paolo solo con la certezza del biglietto di ritorno. All'inizio, fatto becchi da muratore, ma i guadagni non hanno pagato per la loro sopravvivenza. Aveva bisogno di un lavoro fisso. Ha lottato per un anno fino a quando non ha visto il record di un bidello per un edificio residenziale nella sua licenza professionale..

Spazzare, i suoi occhi abbassarono lo sguardo; pensiero, la sua mente puntava in alto. È tornato a scuola. In questa gara, vinceva quasi la stanchezza, ma il sognatore determinato ha superato gli ostacoli e ha vinto la medaglia del diploma. Rivolto a un altro podio: la facoltà. Nell'edificio dove lavorava, viveva un dirigente. Un giorno, ha rischiato di chiedergli se lo avrebbe aiutato se si fosse laureato. Ammirato, promesso di sì.

Itamar non ha superato gli esami di ammissione al pubblico, è stato lasciato con privati. È stato approvato in tre istituzioni e ha fallito in tutte le condizioni finanziarie. Ha rinviato gli studi e ha deciso di risparmiare denaro.

Per tre anni, mangiato le basi e salvato gli avanzi, fino a quando ho iniziato il college. In questa corsa ad ostacoli, Itamar ha trascorso quattro anni saltando su canoni mensili che lo hanno quasi fatto cadere nel vuoto d'acqua. Non scoraggiarti, lia e relia o provérbio bíblico “Il cuore dell'uomo pianifica la sua strada, ma il Signore dirige i suoi passi ". Portava solo la certezza che il Signore illuminava i suoi passi.

Dovrebbe formarsi. Arrotolato sulla paglia, è arrivato un libretto di ottomila reais. Itamar ha cercato il dirigente. Lo ha indirizzato a una società e 10 anni dopo essere arrivato a San Paolo solo con il biglietto di ritorno a Recife, Itamar, l'instancabile corridoio del canneto, è atterrato come assistente amministrativo presso una multinazionale.

Nell'infanzia sottratto, maneggiando rischiosi machete affilati, il sognatore della primavera si appoggiava a un'incrollabile fede in Dio e alla convinzione che le stelle fossero alte, ma era necessario calpestare con fermezza la terra senza diventare vittime. Nella staffetta della vita, quando ha raccolto il testimone, lo afferrò accuratamente e rapidamente, e ha vinto medaglie, dimostrando che l'insistenza nella tenacia nello studio e la pazienza nel sapersi arretrare e avanzare nelle sorgenti della vita lo hanno reso un campione delle corse della vita e dei circuiti.

(*) Laureato in Lettere, Celina Moraes è una scrittrice e cronista. Autore dei romanzi "Mai sottovalutare i pedoni" e "Un posto pieno di rane", che ha vinto il Premio “Lúcio Cardoso” in 2010 per il 3 ° posto al concorso internazionale di letteratura promosso dall'Unione brasiliana degli scrittori di Rio de Janeiro (UBE-RJ). C'era anche il racconto “Verso la cima in una canoa rotta” selezionato per comporre l'antologia di UBE, "Racconti: Love and Pain Story ".

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*