Casa / Art / Check-out “il pachiderma”, album di debutto del gruppo Nico Antonio ea Os Filhos do Mar

Check-out “il pachiderma”, album di debutto del gruppo Nico Antonio ea Os Filhos do Mar

Registro è una compilation di tutte le tracce presenti nei sei EP.

Il gruppo Nico Antonio e i Figli del Mare hanno appena pubblicato il loro album di debutto "Il Pachiderma", il disco è una compilation di tutte le tracce presenti nei sei EP pubblicati dal gruppo. ascolta e scarica qui: linktr.ee/nicoantonioeosfilhosdomar.





"Il Pachiderma", è un album pubblicato sotto forma di "canzone d'opera", con una struttura simile a un'opera rock, ma influenzato da ritmi e compositori brasiliani, con 15 tracce, l'album fa parte di un progetto che ha cominciato ad essere pensato e costruito molto prima della sua uscita.

Prima dell'album, il gruppo ha pubblicato sei EP negli ultimi mesi: It. I: Tromba, Pt.II: Orecchio, It. III: Tronco, It. IV: zampe, Parte V – Coda e It. WE: zanne. La divisione in sei parti è stata ispirata dal “Racconto di 7 Saggi ciechi e l'elefante", dove ogni EP costituisce una parte dell'elefante. A proposito dell'ispirazione della storia per la divisione EP, Nico Antonio, musicista e cantante dei commenti del gruppo: “Sono sempre stato affascinato dalla figura dell'elefante e a metà 2009 Mi sono imbattuto in questa storia dei "7 saggi ciechi e l'elefante" e ho trovato il messaggio molto potente. All'epoca non avevo ancora la lucidità per fare un concept record a riguardo, ma ho iniziato a fare ricerche sugli elefanti e ho scoperto che queste ricerche sono rimaste nel mio subconscio.. L'idea di dividere gli EP è stata di Juliana Gushi, uno dei nostri cantanti e un membro della band, per conto di 6 parti dell'elefante di cui parla il racconto, con quello abbiamo anche strutturato il nome degli EP”.

Ciascuno degli EP rilasciati ha un focus narrativo all'interno di una singola storia.: la vita della donna nelle sue resistenze e oppressioni. Nessun EP Pt.II: Orecchio, per esempio, traccia "Cancellazione" incentra la narrazione su un appartamento dove la protagonista si ritrova imprigionata, avvolto dalle forze che il Comune e il marito progressivamente impongono, culminante in una poesia di Murilo Mendes, descrivendo quest'uomo, dove si lascia finalmente alle spalle?.

Nessun EP It. III: Tronco, abbiamo il tema della maternità affrontato nelle tre canzoni, All'inizio "Figlio", la protagonista cerca di capire se stessa come una futura madre all'interno di un canzone lirica e liscio, già la seconda traccia "Dormire" presenta un baião leggero dove la madre culla il suo bambino in immagini morbide, che si addensano con la tua preoccupazione, tutto questo insieme a un estratto dal libro “A Dehumanização” di Valter Hugo Mãe e infine viene presentato "Sempre", una canzone d'addio, un mix di leggerezza e intensità.

Sull'uso di brani di autori come Murilo Mendes nella canzone "Cancellazione" e Valter Hugo Mãe em "Ninanato", Nico spiega: "L'idea di mescolare brani di questi autori nelle canzoni è nata da un'influenza di Rick Wakeman, no disco Viaggio al centro della terra, dove si vede questa particolarità del narratore che parla tra le canzoni”. Di come hai conosciuto questi autori, Nico Commenti: "Il mio primo contatto con i due autori è avvenuto in momenti diversi, chi mi ha parlato di Valter Hugo Mãe è stato Rafael Lauro, registrare il direttore musicale, con cui ho preso lezioni di chitarra per un po', mi ha presentato e sono andato a vedere il lavoro, quando ho preso contatto ero affascinato. Murilo Mendes non ne sapevo molto neanche io, ma ne avevo già sentito parlare e ho deciso di acquistare un libro dell'autore e ne sono rimasta contentissima".

Oltre a interpretare storie con musicalità, il gruppo esplora anche la performance teatrale nelle sue presentazioni. A proposito di questo concetto di mescolare il teatro con le canzoni, Nico Commenti: "L'idea del teatro è nata nel bel mezzo del processo quando stavamo pensando allo spettacolo di lancio, siamo giunti alla conclusione che il linguaggio del teatro avrebbe avuto un potere maggiore di connettere il pubblico con le canzoni, che ha dato origine all'idea di mettere insieme un'attrice che recitava con il narratore e anche questo narratore sarebbe entrato nella storia di questa attrice e avrebbe avuto tutte queste dinamiche teatrali".

Nico Antonio e i Figli del Mare presente in "Il Pachiderma" todas as canções dos seis EPs agora juntas em um único disco, dove 15 le tracce risuonano in perfetta sintonia. "Questo è un disco pieno di simboli e messaggi, dove affrontiamo molti argomenti importanti, come il nostro stile di vita che ci oggettiva, che noi "pachiderma", trasformandoci in creature dalla pelle spessa per cercare di affrontare i nostri problemi. Discutiamo anche delle difficoltà che devono affrontare le donne, come l'oppressione, dolore materno e relazioni abusive, tutti questi temi che sono punti delicati e importanti da discutere" spiega Nico.

Nico Antonio e i Figli del Mare è composta da Nico Antonio, Rafael Lauro, Adriana Vasconcellos, Juliana Gushi, Luisa Hokema, Gabriel Garrett, Hector Marin e Leni Rocha.

Per ulteriori informazioni:
Instagram: www.instagram.com/nicoantonioeosfilhosdomar
Youtube: www.youtube.com/channel/UCDOfdDVl1jNF198fI53q4pw
Spotify: open.spotify.com/artist/6uRfLZT1tchsceTepS2cTX?si = 2e2fDN4FQz2FjCVGaTPDng

A proposito di Nico Antonio e i figli del mare:

Costituita nel 2017, a São Paulo, la band ha ideato la costruzione dello spettacolo “O Paquiderme”. In questo lavoro, dalle immagini poetiche presenti nelle canzoni si sviluppa un racconto lineare, ritraendo attraverso le canzoni le trasformazioni vissute da una donna che ha bisogno di fare i conti con le oppressioni della sua "Città".

Unisci con brani protetti da copyright, estratti di scrittori come Valter Hugo Mãe, Conceição Evaristo e Murilo Mendes, recitato da un narratore. È quindi qualcosa che assomiglia nella forma alle "opere rock", con una narrazione che guida le composizioni, ma che ne prende le distanze nell'ambito estetico, presentando un suono che dialoga molto di più con ritmi e compositori brasiliani.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*