Casa / Art / Conversazione tra Marcelo Silveira, Gabriela Motta e il pubblico è questo mercoledì (18) no V744atelier
Veduta della mostra di Marcelo Silveira. Foto: Vilma Sonaglio.
Veduta della mostra di Marcelo Silveira. Foto: Vilma Sonaglio.

Conversazione tra Marcelo Silveira, Gabriela Motta e il pubblico è questo mercoledì (18) no V744atelier

Esponente delle arti plastiche, l'artista di Pernambuco propone nuovi dialoghi all'arte nella mostra “C+asa”, in mostra nella capitale del Rio Grande do Sul

Marcelo Silveira conduce scambi con il pubblico nel V744atelier, in questo il mercoledì (18), a 16h, in una conversazione mediata dal critico e ricercatore in arti visive, Gabriele Motta. L'artista plastico di Pernambuco racconterà il suo processo creativo e la sua ultima produzione, la mostra C + così, in mostra nella capitale del Rio Grande do Sul.





C+asa é uma intervento no V744atelier. Alcuni dei lavori sono stati prodotti durante il periodo di residenza, que realizou no espaço. in questa residenza, le sue ricerche si sono concentrate sullo stabilire approssimazioni tra finzione e realtà; la memoria dello spazio, degli ospiti e mio, dettagli. – Il risultato di questa azione è stato un dialogo continuo, aperto e ricco di dubbi, Commenti. Per ele, interessa, principalmente, pensare all'occupazione di spazi istituzionali e non istituzionali, spazio privato e pubblico. Sem esquecer as relações entre obra e expectadores.

C+asa intende avviare una conversazione tra i cinque punti di interesse di Marcelo Silveira. Il primo punto è la casa di Vilma Sonaglio, da dove hai utilizzato materiali provenienti dalla casa, che è stato costruito 1962, anno di nascita dell'artista; il secondo, a casa di Leno – dai disegni di Heleno (1987), bambino che ha accompagnato, per due anni, nelle attività legate all'arte-educazione e convivenza svolte nel suo studio, a Gravatá-PE, città 80 chilometri da Recife; il terzo è Home Clothes (2002/2003), tenutasi a Cachoeirinha-PE, con pelle di capra e acciaio, avendo come riferimento l'occupazione dei senza terra lungo le strade federali e le coperture a cui sono abituati “protezione” di elettrodomestici; il quarto punto è la Casa Inventata, dal suo contatto con l'opera dello scrittore di Rio Grande do Sul, Lia Luft, e il quinto punto è The House Drawing, serie di opere sviluppate dai materiali dell'estinta Casa do Desenho, da Porto Alegre. “Ata” e “Lições Modernas” sono due opere che fanno parte del progetto, entrambi sono stati prodotti con il tono dei testi e Letraset, rispettivamente.

Silveira considera l'invito a esporre al V744atelier una sfida. – Si tratta di camminare nel territorio delle incertezze; per continuare una conversazione iniziata con Vilma in 1985, durante il Festival d'Inverno dell'Università Federale del Minas Gerais, in Diamantina, e anche per riscoprire la città e gli amici che mi piacciono e che sono stati fondamentali nella mia formazione, dice.

carica simbolica

Dagli anni 1980, Marcelo Silveira si distingue per il suo costante interesse ad esplorare le caratteristiche fisiche dei materiali con cui lavora, indagando e rivelando le possibilità di manipolazione e il significato di ciascuno di essi. Così, fa uso di diversi materiali – di legno, pelle, carta, in alluminio, ferro, vetro – spesso combinati tra loro. Questa caratteristica viene mantenuta nella nuova mostra. – Spesso, Sono provocato dalla carica simbolica dei materiali. Trasparenza, fragilità, malleabilità, colorazione, temperatura o la possibilità di cessare di esistere, segnalare l'ora di avvicinamento, collezione, selezione e riflessione negli spazi espositivi, punti.

Così, si può dedurre che sia stabilito, nell'opera dell'artista, un gioco tra produzione e appropriazione. – Intendo la produzione come l'unione e l'associazione di un'infinità di possibilità; tra questi l'appropriazione, evidenzia Silveira.

Un esempio di questo può essere visto nella mostra “Madeira de Lei, Legno senza legge”, progetto in sviluppo, in cui l'artista riflette sull'uso razionale del legno; sullo smaltimento dei materiali nelle aree urbane. Il legno, come è sempre stato classificato come legge, perde la legge quando viene scartato.

Rilevante nella traiettoria di Marcelo Silveira è anche il suo ruolo di educatore artistico, fatto che si riflette indelebilmente nella sua attività artistica. – La mia pratica di educatore, tante volte, confuso con quello di un artista, note. lui lo ricorda, due volte, ha partecipato al Porto Alegre Winter Festival, avendo, alla tua seconda visita, tenuto un seminario sull'Ilha da Pintada. – Pensare ai processi di costruzione della conoscenza, da una pratica artistica, mi interessa molto, trova.

Lo ricorda ancora, il 2004, ha effettuato un intervento nel Torreão. Il lavoro consisteva nella costruzione di una rete in pelle di capra che riproducesse le dimensioni dello spazio; poi è stato presentato all'Usina do Gasómetro, a Recife (Mamma), João Pessoa (Centro Culturale di San Francisco), Belo Horizonte (Scuola di Guinard) e São Paulo (Galeria Nara Roesler). L'opera è stata distrutta da un incendio nel marzo 2021. In 2005, ha partecipato alla V Biennale del Mercosul con un'opera su commissione. “Tutto o niente” risultato della ricerca sul “estetica del magazzino”; il lavoro, in data odierna, integra la collezione MAC-USP. – Gli scambi stabiliti a Porto Alegre furono molto ricchi. Ci sono state due esperienze produttive, arricchendo, si sono verificati molti sviluppi, sottolinea.

In concomitanza con la tua presenza al V744atelier, a Porto Alegre, Silveira ha due mostre in esposizione. A Recife, presenta opere risultanti dallo scarto dell'architettura urbana, em New York, una serie di opere che sono state prodotte a partire dagli anni '90. 90, da un sondaggio con il cajacatinga, un bosco raccolto in campagna. Entrambi gli spettacoli hanno preso il nome “Albergo Solitudine”, per mettere insieme una serie di collage, che integrava i diversi spazi. Questi lavori parlano della difficoltà di avviare un processo creativo, perché è necessario convincere l'altro che questa è la strada da percorrere.

A proposito di Marcelo Silveira

Marcelo Luiz Silveira de Melo (Gravatá-PE, 1962) è uno scultore e, dagli anni 1980, si distingue per il continuo interesse ad esplorare le caratteristiche fisiche dei materiali con cui lavora, indagando e rivelando le possibilità di manipolazione e il significato di ciascuno di essi. Ha partecipato alla I Biennale Internazionale di Buenos Aires, Argentina (2000); della V Biennale del Mercosur, a Porto Alegre, Brasile (2005); la 4a Biennale di Valencia, Spagna (2007), e la Biennale di San Paolo (2010). Le sue opere fanno parte di importanti collezioni istituzionali, come il Museo di Arte Moderna di Rio de Janeiro.

A proposito dell'atelier V744

Ideato dall'artista visiva Vilma Sonaglio, il V744atelier è un luogo per creare, esporre, promuovere e godere dell'arte contemporanea. Ospita mostre di artisti ospiti, ma accetta anche proposte di creatori che stanno sviluppando la loro ricerca e produzione in tutti i linguaggi dell'arte contemporanea. Inaugurato nel 18 Settembre 2021, con l'esposizione “ViCeVeRSa…potrebbe non essere quello che è”, de Sonaglio, l'atelier ha già ospitato la mostra “Paesaggio senza ritorno”, di André Venzon e Igor Sperotto (19/12/21 al 25/02/22) e “Beaba”, di Maria Paula Recena e Marcos Sari (12/03/22 al 28/04/22). “C+asa” è la quarta mostra nello spazio espositivo.

Accedi e goditi i canali di comunicazione del V744atelier:

www.instagram.com/v744atelier

www.facebook.com/vilma.sonaglio

www.instagram.com/vilmasonaglio

Accedi e metti mi piace al social network di Marcelo Silveira:

Instagram: @marcellosilveiraarte

SERVIZIO:

Campagna: Conversazione sul processo creativo della mostra “C+asa”, dell'artista plastico Marcelo Silveira con la mediazione della critica e ricercatrice Gabriela Motta.

Quando: Giorno 18 Maggio 2022, il mercoledì, alle 16:0.

Visitatori fino al 22 luglio 2022, dal mercoledì al venerdì, il 14:0 a 17:0. Altri orari saranno programmati dal diretto fai Instagram V744atelier.

Si consiglia l'uso di una maschera e gel alcolico..

Dove: V744 Atelier | Rua Visconde do Rio Branco, 744, Quartiere della foresta, Porto Alegre-RS

Quanto: Ingresso gratuito

raccomandazione età: 12 anni

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*