Casa / In evidenza / Giornata nazionale della giustizia: “L'etica definisce l'essere, la moralità è giustificata dalla giustizia ”di Fabiano de Abreu

Giornata nazionale della giustizia: “L'etica definisce l'essere, la moralità è giustificata dalla giustizia ”di Fabiano de Abreu

Il neurofilologo Fabiano de Abreu spiega la giustizia e la definisce cruciale per l'equilibrio di una società

Il Giornata della giustizia comemorado anualmente dia 8 Dicembre, no Brasil, mira a onorare il Magistratura brasiliana e tutti i professionisti responsabili di garantire che la giustizia sia servita in modo imparziale. Il neuroscienziato, neuropsicologo e filosofo Fabiano de Abreu, definisce la giustizia sulla base filosofica dell'etica e della morale e sulla base delle neuroscienze nel nostro organismo.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

“L'etica fa parte dell'essere, del tuo comportamento, definisce chi è la persona e, la moralità è un insieme di regole, costumi e modi di pensare che definiscono ciò che dovremmo o non dovremmo fare in una società influenzata dall'etica. La giustizia è un modo per giustificare la morale e cercare l'equilibrio sociale per una migliore salute mentale e felicità per le persone "., inizia.

Basato sulle neuroscienze, Abreu define esses conceitos filosóficos cruciais para a nossa sobrevivência em harmonia.

“L'etica è portata dall'istone, che trasporta il nostro codice genetico e interferisce con l'engram formattato nel nostro neurone, in altre parole, sono i valori di una generazione che condiziona a priori i valori della prossima generazione. Perché questo avvenga, ci deve essere giustizia, rispettare le leggi, le regole che ci tengono al sicuro e l'istruzione e la salute è un dovere politico affinché questa giustizia prevalga e anche, di professionisti responsabili dell'adempimento e dell'imparzialità della giustizia. Il sentimento di ingiustizia è un engram formattato nella nostra memoria portato dall'istone del nostro antenato, risultato di un processo evolutivo che, quando colpito, quando ti senti offeso, questo impatto provoca una disfunzione nei nostri messaggeri chimici del cervello che porta a problemi comportamentali, potenziare l'ansia e lo stress che portano a malattie già note come depressione, disturbi e sindromi. ", spiega il neuroscienziato.

Per Fabiano de Abreu, la giustizia è uno dei tre pilastri della società, sostenuto solo se gli altri non falliscono. Giustizia, istruzione e salute sono inseparabili e rappresentano un cambiamento solo se raggiunto nello stesso momento e nella stessa misura.

"In sintesi, la giustizia intrecciata con l'istruzione e la salute è fondamentale per l'equilibrio sociale in modo da poter trasmettere il meglio di noi stessi alle generazioni future riducendo così le ingiustizie. Un paese senza legge, un paese ingiusto, giustizia inefficiente, porta a una società squilibrata, violento, arrabbiato, disorganizzato e infelice. Rimuovendo così ogni possibilità di vita sociale "., conclude lo scienziato.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*