Casa / Art / Omaggio a WILMA RAMOS
Wilma Ramos, Bahia, 30x40 - 2003. Foto: Rivelazione.
Wilma Ramos, Bahia, 30x40 - 2003. Foto: Rivelazione.

Omaggio a WILMA RAMOS

“…un ricco dipinto, simbolo non solo di una città, ma di tutto il popolo brasiliano…"

Jacques Ardies espone nella sua galleria e firma la curatela di a esposizione in omaggio ad un artista partner da molti anni: "Omaggio a Wilma Ramos". Composta por 24 tele acriliche dipinte dall'artista nel periodo tra 1981 e 2005, serve come tributo e grazie alla lealtà e alla presenza dell'artista lungo la traiettoria della galleria sin dai suoi inizi 1979 (Galleria di chiodi di garofano e cannella).





Conosciuto e riconosciuto come artista naïf, Wilma Ramos ha creato opere di colore intenso e figure con dettagli meticolosi. Pur essendo inserito nella classificazione di un'arte dove la spontaneità, creatività autentica, fare arte senza scuola né guida, l'artista ha caratteristiche basate sulla semplificazione degli elementi, valorizzare la rappresentazione di temi quotidiani e manifestazioni culturali di un popolo.

Le opere di Wilma Ramos avere specifiche, vivacemente colorato; lei ha dipinto, soprattutto con colori acrilici, che ha una luminosità maggiore rispetto alla pittura a olio; ha modellato i tuoi personaggi, che in generale aveva un aspetto molto comune, sembra appartenere alla stessa famiglia. I temi dei buoi, pescatori che lavorano, fiere libere, colture di arance e canna da zucchero, feste popolari – come quello in bumba il mio bue, le bambole giganti, l'allenamento di Giuda, processioni religiose e la festa dello Spirito Santo, i ritratti di immagini sacre, come la straordinaria Nossa Senhora do Arco-Íris e San Francisco che dorme nella foresta brasiliana, circondato da animali e indiani – sono tra i temi preferiti dell'artista.

Era con il lavoroLe Baiane” della quale Wilma Ramos ha ottenuto riconoscimenti e successo nel mondo della Naïve Art. sono unici, con gonna geometrica stampata, ricorda i panni di calicò, molto comune nell'arte popolare. In cima, indossano una camicetta bianca a maniche corte ornata da collane di perline colorate e portano un panno bianco legato sul capo., tipico. Il ricco universo degli orixás e degli oxun aveva uno spazio garantito nell'opera dell'artista. Nelle parole dell'artista, in una dichiarazione resa 2007, "Quasi tutto ciò che dipingo collego la fauna e la flora. Sono un difensore della natura. Questo è un modo per salutare la necessità di preservare l'ambiente."

L'artista ingenuo non è necessariamente isolato dagli eventi del suo tempo e momento culturale.. Già a San Paolo, dove si è trasferito negli anni '90 1970, tramite un amico artista, Wilma Ramos ha accesso e contatto con artisti del movimento modernista come Di Cavalcanti e Tarsila do Amaral, oltre ad altri grandi esponenti culturali come Manabu Mabe, Takeschi Susuki, Takaoca Fukushima, Alzira Pecarari e Flavio de Carvalho. L'arte ingenua di Wilma Ramos rimane intatto ma, il contatto con altri filoni creativi consente influenze e opzioni prima non disponibili per il piccolo universo personale dell'artista.

Il curatore spiega e giustifica, con maestria, gli spettacoli: "Wilma Ramos si dedicò in tenera età alla pittura, il 1968. Ha trovato il suo linguaggio ed è rimasto fedele al suo particolare stile di esprimersi. facce rotonde, occhi a mandorla, i loro personaggi sono inconfondibili e, la maggior parte del tempo, sembrano formare un gruppo di persone ben collegate e questo è totalmente coerente con il loro modo carismatico di relazionarsi. Wilma era dolce, dolce e sensibile. Si interessò ai rituali afro-brasiliani del Candomblé e alle feste folcloristiche, così popolare in tutto il Brasile e, più intensamente, in Bahia. Gli piaceva anche interpretare scene di campagna con colori armoniosi e ben orchestrati che mostravano il suo incrollabile ottimismo per il domani.. Dopo un soggiorno di 4 anni in Spagna, il 1979, Wilma si unì al gruppo di artisti che avrebbero sostenuto il nuovo Galleria chiodi di garofano e cannella, in Alto da Boa Vista. Da quel momento iniziò ad accettare tutti gli inviti a partecipare a mostre. Abbiamo ricevuto supporto illimitato dall'artista Wilma Ramos è oggi, 43 anni dopo, abbiamo allestito questa mostra per esprimere e dimostrare la nostra gratitudine”.

Esposizione: “Omaggio a Wilma Ramos”

Artista: Wilma Ramos

Curatore: Jacques Ardies

Apertura: 24 Maggio, Martedì dalle 18:30 alle 21:30

Periodo: 25 Possa il 18 Giugno 2022.

Local: Galleria Jacques Ardies - www.ardies.com

Rua Morgado de Mateus, 579 - Vila Mariana – Sao Paulo, SP || Telefono: 11 5539-7500

Tempo: da martedì a giovedì, il 10 alle 17:30 / Sabato, il 10 alle 16:0 (del tratto selvatico)

Numero di opere: 24

Tecnica: Disegno

Prezzi: Su richiesta

LA GALLERIA

La Galleria Jacques Ardies, situato a Villa Mariana, occupa un'antica casa completamente ristrutturata. la galleria, che ha iniziato la sua attività ad agosto 1979 (Galleria di chiodi di garofano e cannella), la sua vocazione è la diffusione e la promozione dell'arte naïf brasiliana. Lungo 42 anni, si sono svolte molte mostre: 120 spettacoli individuali e altro ancora 200 conferenze stampa, nel proprio spazio e anche in musei come il MAC di Campinas (SP), MAM di Goiânia (GO), Spazio dell'arte 4 di Parigi (FRA), Spazio culturale dell'FMI a Washington DC. (Stati Uniti d'America), Museo Internazionale di Arte Naïve Anatole Jakovski a Nizza (FRA), Memoriale dell'America Latina a San Paolo (SP), solo per citarne alcuni e anche in gallerie d'arte come la Galeria Jacqueline Bricard, em Lourmarin (Francia), a Galeria Pro Arte Kasper, a Morges (Svizzera) e una Galleria Gina a Tel-Aviv (Israele).

In 1998, Jacques Ardies Pubblicato il libro Arte ingenua in Brasile con la collaborazione del critico Geraldo Edson de Andrade e 2003, ha pubblicato il libro sulla vita e l'opera dell'artista di Pernambuco Ivonaldo, con testo del docente e critico d'arte Jorge Antonio e Silva. In 2010, ha pubblicato il secondo libro sul Arte ingenua in Brasile con testo scritto da te e commenti di 4 amici innamorati anche di quest'arte. Quattro anni più tardi, il 2014, questo stesso libro è stato curato in una versione francese.

La galleria espone permanentemente dipinti e sculture di 80 artisti selezionati e considerati rappresentanti del movimento artistico naif brasiliano.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*