Casa / Art / giornale brasiliano la prova dell'origine Sant'Antonio Castelo de Paiva
Portale di segherie a Castelo de Paiva. Foto: giornale Paivense / MF Global Press.

giornale brasiliano la prova dell'origine Sant'Antonio Castelo de Paiva

Dia de Santo Antônio. Foto: Jornal Paivense / MF Press Global.

Giorno Sant'Antonio. Foto: giornale Paivense / MF Global Press.

13 Giugno è celebrato il giorno di Sant'Antonio, noto come il sensale e ha milioni di seguaci in Brasile, così come in tutto il mondo.

Anche se la Santa ha come suo luogo di nascita della città di Lisbona in Portogallo, nel corso dell'anno 1195, ed è noto anche come Sant'Antonio da Padova, perché è morto vicino alla città di Padova, Italia, il 1231, nuove prove storiche, documentari e tradizione orale, al di là della sfera religiosa, scoperto dal quotidiano Paivense, fondata nel 2017 il brasiliano Fabiano de Abreu, rivelano che San Antonio ha un forte legame alla contea Castelo de Paiva.

La ricerca intrapresa dal quotidiano insieme ad un team di esperti ha rivelato che i genitori di S. Antonio sono nati e vissuti nella regione di Castelo de Paiva, comune 50 km di Oporto, Portogallo settentrionale, e membri della famiglia reale portoghese e dei loro discendenti che attualmente vivono in Brasile, come vice e politologo Luiz Phillipe de Orleans e Bragança, Si svolge nella genealogia del Santo, Nato Fernando de Bulhões.

Il ricercatore Rui Pereira è responsabile della preparazione dell'albero genealogico, tracciata attraverso i documenti e gli studi hanno dimostrato che la connessione di Sant'Antonio alla terra di Payva, così come la sua nobile ascendenza, cioè secondo la tradizione orale.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Sempre secondo la tradizione, La parrocchia di Sobrado a Castelo de Paiva sarebbe stata la città natale dei genitori di Santo Antônio. Le prime testimonianze della sua esistenza risale al XI secolo, E 'considerato una presentazione Abbazia di Marialva Marchese. Questo diritto transizione al Royal Crown e più tardi, a Casa de Bragança, situazione che durò fino al 1758. La tradizione dice questo Martim de Bouillon, Il padre di S. Antonio, voleva conquistare D. Teresa Taveira e per farlo dovette sottoporsi a dura prova delle usanze medievali, avendo ancora affrontato con un richiedente a portata di mano di Teresa, che è stato chiamato Dom Fafes. Sappiate che questo duello, che è uscito vincitore Martin de Bouillon, Si è tenuto presso il sito dove il Marmoiral Boavista, nel comune di Castelo de Paiva.

Castelo de Paiva c'è il Portale di Serrada, presentando il cappotto con le armi di Bouillon, che sono stati adottati dal comune di Padova, per l'importanza della famiglia attraverso l'eredità di S. Antonio.

Livro “Santo António de Lisboa“ de Mário Gonçalves Pereira. Foto: Jornal Paivense / MF Press Global.

Libro "Sant'Antonio di Lisbona" ​​Mário Gonçalves Pereira. Foto: giornale Paivense / MF Global Press.

Il libro "Sant'Antonio di Lisbona" de Mário Gonçalves Pereira lanciato da Chiado Editora, Esso presenta prove e le relazioni che collegano i genitori di S. Antonio Castelo de Paiva: "I paivenses non vogliono abbandonare la certezza storica che i genitori di S. Antonio erano Castelo de Paiva naturale", riguarda l'autore.

città e villaggio Gondim Sobrado, Onora medievale dell'XI secolo, dove sono stati risolti Bulhões, ascendente Sant'Antonio, dalla Francia, dalla Galizia, Spagna settentrionale, invitato da Conde D. Henry, pai D. Afonso Henriques, che fu il primo re del Portogallo.

Estratti da documenti Century 9 dimostrare che la tradizione orale ha mantenuto de Paiva terra: "Garcia Moniz conto di noi e mia moglie Elvira per farvi re Garcia (figlio di Fernando Magno re leone che conquistò Lamego, Viseu e Coimbra dai Mori) lettera di proprietà e benefici per tutte le nostre proprietà che abbiamo di nonni e parenti, che si trovano nella terra di Paiva, al Villaggio di Gondim e un città di Sobrado, Douro, Fiamma sopra, in Paiva. Quattro anni più tardi, re Garcia, Galizia, dona queste stesse proprietà, (e altri più, che comprende la parrocchia Reale, anche in terreni de Paiva) anno Domini. Alfonso Ramires (Adefonso Ramiriz), come ricompensa per i servizi resi:"Garcia sarà la grazia di Dio, re dell'imperatore Fredenandi e regina santa degna di fiducia Adefonso Ramiriz ... Ho deciso di farlo testo di Adefonso Ramiriz scrivendo la carta di quel lato della stabilità dorica ... Villa Gundin, Villa Soperato, Villa Gelmiriz ... villa Rial ...("Diplomatici e di carta", documento 491 di 1070).

Secondo i ricercatori: “L'anniversario della nascita, de Paiva Terra dei genitori di questo santo, e dare noto al mondo, sulla base della descrizione genealogiche esistente di Bouillon Santa Cruz das Serradas, che in questo lavoro si è cercato di tradurre con lo stesso rigore e lo stesso valore storico che il documento rappresenta ".

Genealogia Real de Santo Antônio. Foto: Jornal Paivense / MF Press Global.

Genealogia Real de Santo Antonio. Foto: giornale Paivense / MF Global Press.

ricerca, coinvolgendo gli archeologi, storici, giornalisti e centinaia di testimonianze di gente del posto, Castelo de Paiva, Egli è stato in grado di dimostrare che i genitori di S. Antonio sono nati e vissuto gran parte della loro vita nella regione di Paiva, quali posizioni e ribadisce la sua rilevanza storica, culturale e anche religiosa.

Il giornale è stato fondato nel Paivense Castelo de Paiva da Luso-brasiliano Fabiano de Abreu e divenne uno dei principali mezzi di comunicazione nel nord del Portogallo, ed è stato il primo veicolo di comunicazione del Paese per dimostrare il legame del Santo: "Abbiamo intrapreso una ricerca che ha impiegato mesi e consultare le autorità sull'argomento, Cerchiamo di capire la tradizione orale e sentito la gente del posto. Questa scoperta ha forte significato per la popolazione di Castelo de Paiva e soprattutto per i Santi devoti, che ora ha un altro punto di supporto documentale per la tradizione orale e la manifestazione della sua fede ", conto Hebert Neri, l'Paivense direttore di giornale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*