Casa / In evidenza / Il neuroscienziato spiega il vaccino mRNA Covid-19 e cambierebbe il nostro codice genetico
Fabiano de Abreu. Foto: CPAH.
Fabiano de Abreu. Foto: CPAH.

Il neuroscienziato spiega il vaccino mRNA Covid-19 e cambierebbe il nostro codice genetico

Dottore in Scienze della Salute in Psicologia e Neuroscienze, Fabiano de Abreu è preoccupato per le false informazioni su Internet, spiega il vaccino

“L'RNA messaggero non altera il codice genetico perché è una copia del nastro e non quello autentico”, così inizia il neuroscienziato Fabiano de Abreu la tua spiegazione del vaccino mRNA e come agisce sul codice genetico.

L'umanità è costantemente messa alla prova. La sopravvivenza è stata un gioco sin dall'inizio, ma gli esseri piccoli e invisibili sono i nostri peggiori nemici. Batteri e virus, responsabile di malattie infettive e pandemie che hanno afflitto l'umanità.

“Ci sono diversi rischi per un'apocalisse che porterebbe alla fine dell'umanità; asteroidi, intelligenza artificiale che crea un'intelligenza che ci domina, mega eruzione vulcanica, guerra nucleare, l'avvicinamento o l'allontanamento del pianeta rispetto al sole, il riscaldamento globale, altri, ma nessuno di loro è il più possibile come malattie infettive, pandemie.”, spiega Abreu.

Mentre la scienza avanza, gli scienziati sviluppano risposte sempre più veloci e più assertive per combattere questi esseri microscopici. Gli scienziati hanno continuato a lavorare alla creazione di vaccini veloci ed economici per controllare i focolai, come nel caso del Covid-19 (SARS-CoV-2). Fu allora che apparvero i vaccini a mRNA.

Come spiega il neuroscienziato, “I vaccini tradizionali richiedono un campione dell'organismo stesso, esempio di virus o batteri, o la tua proteina quella, quando introdotto nel corpo, questo crea anticorpi per difendersi. L'MRNA è un messaggero sintetizzato da un modello di DNA che contiene informazioni che determinano quali amminoacidi sono necessari per la costruzione di una determinata proteina. Nel caso del vaccino, l'mRNA sintetico, sviluppato in laboratorio, riceve informazioni genetiche sul virus e "trucchi’ il corpo per produrre la proteina dell'invasore, in questo caso, il virus.”.

Abreu spiega anche che il nostro sistema immunitario replica il messaggio genetico dell'invasore ma non c'è formazione di nuovi virus.

“Il nostro sistema immunitario rileva le proteine, producendo così anticorpi per la difesa. Quando infettato, l'organismo selezionerà già gli anticorpi necessari per la sua difesa. È importante notare che queste proteine ​​non formano un nuovo virus perché sono solitarie. L'MRNA ha funzioni in diverse regioni del corpo, tra loro nel processo di formazione di engram nei nostri neuroni nel cervello, che sono i segni dei ricordi.”, chiarisce Fabiano de Abreu.

Il neuroscienziato ha concluso demistificando la voce che, “A proposito dell'RNA messaggero che cambia il nostro codice genetico, questo non accade perché è una copia del nastro e non il DNA autentico, È, è ben protetto.”, dice Abreu.

Breve biografia

Fabiano de Abreu Rodrigues

Dottore e Master in Psicologia della Salute presso l'Université Libre des Sciences de l'Homme di Parigi; Dottore e Master in Scienze della Salute in Psicologia e Neuroscienze presso la Emil Brunner World University; Master in Psicoanalisi presso Instituto e Faculdade Gaio, Unesco; Post-laurea in Neuropsicologia da Cognos de Portugal; Tre post-laurea in neuroscienze, cognitivo, infantile, apprendimento di Faveni; Specializzazione in proprietà elettrica dei neuroni ad Harvard; Specialista in Nutrizione Clinica presso TrainingHouse de Portugal.

Neuroscienziato, Neuropsicólogo, Psicologo, analista, Giornalista e filosofo SPN – Società portoghese di neuroscienze - 814, di SBNEC – Società brasiliana di neuroscienze e comportamento - 6028488 e FENS – Federazione delle società europee di neuroscienze – PT30079. E-mail: deabreu.fabiano@gmail.com

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*