Casa / Art / L'ibrido fornirà un'esperienza immersiva nella realtà virtuale

L'ibrido fornirà un'esperienza immersiva nella realtà virtuale

Il progetto può essere visto di persona, al Café da Vila

Il lavoro interattivo e immersivo “O ibrido”, di Robson Catalunya, torna al pubblico di Sorocaba con una nuova esperienza. Dopo una stagione di presentazioni virtuali attraverso contenuti nel formato di webseries, con otto episodi registrati su telecamere a 360°, ora il progetto potrà essere visto di persona per la prima volta dall'inizio della pandemia di Covid-19, attraverso l'uso di occhiali per realtà virtuale.





Girato a Sorocaba, São Sebastião e tra le grandi statue della Comuna do Ibitipoca, nel sud del Minas Gerais, "O Ibrido” si muoverà tra i pensieri, realtà e circostanze, permettendo che lo stesso accada con gli spettatori. Ogni persona creerà la propria narrativa dai riferimenti, dialoghi – non verbale – e sentimenti condivisi dal personaggio, attraversando il confine di specie, gare, credenze e standard comportamentali.

Secondo Robson Catalonia, performer e direttore del progetto, "O Híbrido" è stato inizialmente creato come performance per The Watermill Center – Laboratorio creativo del regista Bob Wilson -, em Nova York. Robson dice che in 2019, ha introdotto il “O ibrido” in due festival internazionali: a Capo Verde, in Africa; a Zagabria, in Croazia, e aveva già inviti per altri in 2020.

"Durante una pandemia, a causa della necessità di isolamento fisico, è emersa l'idea di adattare l'opera al territorio della realtà virtuale (VR). Noi facemmo, allora, una webserie in otto episodi e ora debutteremo di persona, un nuovo lavoro, da vedere con gli occhiali VR. Con la restrizione dell'isolamento, l'aumento delle vaccinazioni e la ripresa delle presentazioni di persona, l'idea ora è di far circolare l'opera in tutto il Brasile e nel mondo", dice.

Robson dice che da tempo cerca di creare opere che non abbiano una narrazione lineare, che non chiudono una sola possibilità di lettura. "Potrei parlare dei motivi che mi hanno motivato a creare 'The Hybrid', ma sono stato più interessato alla lettura delle persone sul lavoro.. Una domanda che mi sono posto è: 'cosa dice la gente, dire di più su di loro o, Infatti, sul lavoro?‘”, domanda.

Hybrid O Season

Il progetto che completerà la stagione nell'accogliente Café da Vila, nella città di Sorocaba, a São Paulo, viene effettuato attraverso l'Avviso PROAC (Programma di azione culturale) Esprimere, No. 29/2020, promosso dal Governo dello Stato di San Paolo, tramite il Segretariato per la Cultura e l'Economia Creativa. L'Avviso Pubblico mira a supportare lo sviluppo di contenuti AR e progetti di produzione (Realtà aumentata) e/o VR (Realta virtuale) a San Paolo.

Bruno Lottelli, direttore tecnico, spiega che il nuovo spettacolo è il sequel del primo “O ibrido”, in cui il personaggio incontra una verità interiore. “Nella prima stagione, c'è una linea drammaturgica, relativamente stabilito, dove nasce in un bosco e finisce per assistere alla caduta della società nell'episodio Ashes. inizia il secondo, metaforicamente, dove è finita?, con il personaggio che abbandona il mondo cosiddetto 'civilizzato'. la seconda sequenza, delle statue, è la redenzione del personaggio che incontra qualcosa di più grande, trascendentale", spiega. Di nuovo, gli “O ibrido” porterà, agli spettatori, la riflessione sulla vita.

Andressa Moreira, produttore esecutivo e direttore di produzione, afferma che l'aspettativa con il nuovo spettacolo è quella di fornire al pubblico un'esperienza interattiva, immersivo e transdisciplinare, dove lo spettatore può apprezzare il lavoro utilizzando occhiali per realtà virtuale. "Con la disponibilità di occhiali per realtà virtuale, la stagione del faccia a faccia democratizza l'accesso pubblico alla tecnologia, dove lo spettatore può apprezzare l'opera nel formato più immersivo", gli highlights.

Premio APCA

“O ibrido” è stato nominato per l'editing 2021 del Premio APCA, nella categoria Digital Advance, dal carattere tecnologico innovativo, un riferimento per i professionisti che lavorano nei più svariati aspetti dell'arte e della cultura. L'APCA è un premio brasiliano, creato nel 1956, dall'Associazione dei Critici Teatrali di San Paolo, con attenzione in 12 aree culturali. tra di loro, arti visive, cinema, danza e Teatro.

Molti artisti si sono tuffati online a causa della pandemia di Covid-19, come un modo per promuovere virtualmente il mantenimento e l'esecuzione di spettacoli. I vincitori devono essere scelti a dicembre, dalla somma dei candidati del secondo semestre.

Ad Andressa Moreira, essere nominato per l'APCA Award è gratificante.. "L'importanza di questo riconoscimento è ampliata dal fatto che il progetto è stato realizzato nella regione metropolitana di Sorocaba, fungendo da vetrina e rafforzando la qualità delle opere d'arte prodotte all'interno di San Paolo”, Spartiti.

Stagione:

Di 02 al 19 Dicembre 2021

da giovedì a domenica

Local:

Cafe da Vila – Via. Arthur Martins, 243, Centro – Sorocaba/SP

Uso obbligatorio delle mascherine.

Programmazione biglietti gratuita: www.sympla.com.br/o-hibrido__1414176

I biglietti, gratuito, sarà disponibile per la prenotazione il giorno rispettivo di ogni presentazione..

Sessioni:

da giovedì a sabato:

17h alle 17h10 / 17h15-17:25 / 17h30-17:40 / 17h45-17:55

18h alle 18:10 / 18h15-18:25 / 18h30-18:40 / 18h45 alle 18:55

20h alle 20h10 / 20h15-20:25 / 20h30-20:40 / 20h45-20:55

21h alle 21h10 / 21h15-21:25 / 21h30-21:40 / 21h45-21:55

Domenica:

11dalle ore 11:10 / 11h15-11:25 / 11h30-11:40 / 11h45-11:55

12alle 12:10 / 12h15-12:25 / 12h30-12:40 / 12dalle h45 alle 12:55

14h alle 14:10 / 14h15-14:25 / 14h30-14:40 / 14dalle h45 alle 14:55

15dalle 15:10 / 15h15-15:25 / 15h30-15:40 / 15h45-15:55

Link e Contatti:

Instagram: www.instagram.com/auaproducoes

Facebook: www.facebook.com/auaproducoes

E-mail: aua.producoes@gmail.com

FACTSHEET

direttore artistico e performer: Robson Catalogna
Direzione artistica: Felipe Cruz

Un drammaturgo: Debora Brenga
direzione tecnica: Bruno Lottelli
Design by som imersivo: Renan Vasconcelos
Sviluppo: Eduardo Liron
Produttore esecutivo e direttore di produzione: Andressa Moreira
Assistente di produzione: Maria di Larissa
Fotografo: Thiago Roma
Disegno grafico: Laerte Kessimos
Social media: Tiani Zilli
Ufficio Stampa: Jf Content Management

Supporto:

Cafe da Vila
Comune di Ibitipoca
Flora Morumby
Decorazioni Ronaldo Marinoni

coproduzione:

Produzioni Aua
grandi film
Robson Catalogna

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*