Casa / Art / Scopri come la psicologia del colore interferisce con la stampa su un ambiente
Scopri come la psicologia del colore interferisce con la stampa su un ambiente. Foto: Foto ad acquerello creata da bedneyimages - br.freepik.com.
Scopri come la psicologia del colore interferisce con la stampa su un ambiente. Foto: Foto ad acquerello creata da bedneyimages - br.freepik.com.

Scopri come la psicologia del colore interferisce con la stampa su un ambiente

Uuno dei segmenti in più rapida crescita in Brasile è l'architettura e la decorazione, anche in tempo di crisi. Tuttavia, poche persone sanno come psicologia del colore può, e deve, aiuto quando si tratta di migliorare un ambiente.

Prova della crescita in questo settore è un sondaggio della stessa CAU (Consiglio di Architettura e Urbanistica in Brasile), sottolineando che nell'ultimo periodo i progetti di architettura sono cresciuti più di 12%.

Ricordando che il settore può spaziare dalla nicchia casalinga, edilizia e urbanistica fino al progettazione interno, come quando un'agenzia o un negozio viene assunto per pianificare l'installazione di a carta da parati con decorazione orientale.

È proprio qui che entra in gioco il problema del miglioramento degli ambienti., siano essi interni o esterni. Dopotutto, i colori possono influenzare incredibilmente una camera da letto, anche acquistando un senso terapeutico, tanto quanto un negozio.

Il che mostra già un altro punto interessante: Quella strategia decorativa può essere orientato non solo per scopi personali, ma anche pubblicità. Pertanto, è che il soggetto è così studiato dall'architettura, dal progettazione e anche per il marketing.





Infatti, al giorno d'oggi tendiamo ad essere coinvolti da più strategie di vendita di quanto immaginiamo, soprattutto nelle grandi città. Per esempio, un negozio quadrotte di moquette può attirare l'attenzione dei clienti in molti modi..

Un noto su viali e punti vendita è quello di installare una luce rossa lampeggiante (famoso strobo ritmico) proprio in vetrina. Così, la risorsa fa sì che il passante presti più attenzione a quello stabilimento che agli altri.

Questo è solo un esempio di come la psicologia del colore possa essere coinvolta nella nostra vita quotidiana. Pertanto, abbiamo deciso di scrivere questo articolo, portando qui concetti e anche consigli pratici su come interferisce con l'impressione che abbiamo di un ambiente.

Oltre a informazioni e consigli, Mostriamo anche come questo campo di ricerca sia stato orientato a rendere un ambiente più a misura di cliente, generando una maggiore accettazione. Ciò include la spiegazione del significato dei principali colori applicati oggi.

La cosa più bella è che questo universo si è evoluto così tanto, che oggi la psicologia dei colori può davvero essere applicata in mille e uno modi diversi, se nella stanza del bambino o nel vernice poliuretanica che una fabbrica fa nella sua area esterna.

Allora, se vuoi capire una volta per tutte come questi fattori possono incidere sulla percezione che gli esseri umani hanno di un ambiente, continua a leggere.

qual è il significato dei colori?

La psicologia dei colori non è altro che il modo in cui il colore e i suoi toni influiscono sulla nostra percezione razionale ed emotiva di un determinato elemento fisico.

In altre parole, il fatto che oggetti ed elementi nel mondo fisico abbiano un certo colore è qualcosa che non passa inosservato al nostro cervello, ma cambia la nostra percezione del tutto.

Così, inutile dire l'importanza che acquista questo argomento quando si parla di un progetto di pittura di facciata, o per controllare l'impressione che avremo di un ambiente nella nostra casa o in ufficio.

fondamentalmente, i colori possono essere caldi, freddo o neutro. Oggi, i più applicati sono i seguenti, secondo i loro significati:

  • rosso: colore caldo, rappresenta il principio della vita;
  • arancia: colore caldo, rappresenta l'energia;
  • giallo: colore caldo, può sollevare gli spiriti;
  • blu: colore freddo, suggerisce riposo e dona profondità;
  • Marrone: colore freddo, comune in residenza, evocare la natura;
  • Verde: colore freddo, simbolo di giovinezza e salute;
  • Viola: colore freddo, suggerisce spiritualità e calma;
  • bianca: colore neutro, rappresenta la pace e la pulizia;
  • nero: colore neutro, rappresenta la serietà per l'ambiente;
  • Grigio: colore neutro, serve di più per evidenziare altri colori.

È anche importante sottolineare che i colori non sono mai soli, in quanto non esistono come fenomeno straordinario dal mondo reale.

Pertanto, altri fattori architettonici possono influenzare l'impatto complessivo. tuttavia, ciò non toglie che sia descritto l'effetto predominante dei colori sopra elencati., secondo la psicologia del colore, nel suo senso più universale.

Padroneggia la logica dei colori

Quando si tratta di applicazione e buone pratiche nell'uso della psicologia del colore negli ambienti, prima di tutto è necessario comprendere appieno la logica alla base di questa caratteristica.

Come abbiamo visto, il nostro cervello non ignora il fatto che le cose nel mondo fisico hanno colori, tonnellate, sfumature e così via. Ecco perché c'è una lista come quella che abbiamo messo sopra, l'impatto che ogni colore può avere.

Un altro bel fatto da tenere in considerazione è che, anche se è un fenomeno psicologico, cerebrale e quindi prima della razionalità, questo non significa che manchi di elementi culturali.

Questo non vuol dire che i colori lo siano 100% soggettivo. Dopotutto, c'è un margine di obiettività in ogni cosa, per esempio, un porta scorrevole in alluminio ha la stessa funzione ovunque nel mondo sia installato..

tuttavia, quando si parla di colori, ci sono fattori culturali che lo superano, tanto che gli indigeni tendono ad avere una maggiore percezione dei toni verdi, proprio come gli eschimesi, che vivono sul ghiaccio, sono più sensibili al blu e al bianco.

Pertanto, se la tua scelta è incentrata sul mondo dei grafici, considera che il tuo pubblico avrà una maggiore sensibilità ai toni e alle sfumature. Se non è così, preferisci un colore più universale e una tavolozza meno esigente.

qual è la regola? 60-30-10?

Questa regola o strategia è famosa nel settore dell'architettura e dell'interior design., e ha tutto a che fare con la questione della psicologia del colore.

Dopotutto, affinché un colore possa esercitare il suo predominio e imprimere realmente il suo significato in un ambiente, deve essere applicato correttamente.

Per esempio, a vetro isolante è un modo per una persona di far sì che un ambiente porti maggior comfort termico e isolamento acustico. Inoltre, i colori hanno una funzionalità, cosa richiede saper fare domanda.

Nel caso in, un modo per farlo è sapere come gestire la tavolozza dei colori., che richiede l'uso di un colore primario che occupi almeno 60% dell'ambiente.

Ciò garantirà la predominanza primaria. Dopo, puoi prendere una variazione vicino alla tavolozza., e non superare la copertura di 30% lei nello stesso ambiente.

Infine, Al 10% di superficie residua, è possibile scegliere un colore di contrasto, che è più lontano nella tavolozza, come nei cuscini, supporti, metalli o altri elementi, a seconda dell'ambiente in questione.

rapporto di proporzionalità

Un punto che alcuni trascurano, per aver pensato solo al problema dell'armonizzazione dei colori e alle relazioni che la tavolozza può creare, è la proporzione spaziale dell'ambiente.

Bisogna pensare molto alla dimensione dello spazio, tenendone conto come fattore determinante per definire il colore primario della location.

Alcuni pensano a problemi strutturali, come se la stanza fosse fatta con calcestruzzo proiettato o no, per non parlare del tipo di superficie e finitura.

tuttavia, se l'ambiente è piccolo, applicare un colore caldo può rendere ancora meno la nostra percezione di esso, imprimendo una sensazione di soffocamento.

D'altronde, colori neutri come il bianco e il grigio possono dare un incredibile effetto di spaziosità.. Se lo spazio è più grande, non credo che questo apra la possibilità di usare qualsiasi colore.

Se vuoi pensare in termini di psicologia del colore, un posto troppo grande può sembrare vuoto e privo di personalità.. Allora, un colore caldo porta maggiore comfort e intimità, ma anche il colore freddo può donare sobrietà.

Altri elementi da considerare?

Come bonus, possiamo ricordare che ci sono altri elementi architettonici da tenere in considerazione, che non sono totalmente disconnessi dalla psicologia del colore, anche se non sono necessariamente fatti di vernice.

Al giorno d'oggi si parla molto di progetto come costruito, che è la proiezione tecnica del progetto architettonico che comprende dalla planimetria ai dettagli di finitura.

In termini di pittura e progettazione questo si riferisce al fenomeno della psicologia del colore in modo molto più completo.. I più grandi esempi sono l'illuminazione e l'uso del vetro.

Per esempio, non si può parlare di una parete usata come base di contrasto senza uno specchio diametralmente opposto, poiché rifletterà e moltiplicherà quell'effetto.

anche così, l'illuminazione su vernice nera può avere l'effetto di evidenziarla, o essere indirizzato a qualcosa di più colorato e diminuire la forza del nero.

Considerazioni finali

La psicologia del colore è un fenomeno universalmente noto, come qualcosa che può influenzare direttamente l'impressione o la percezione che abbiamo di un ambiente.

Per farne buon uso, le punte vanno dalla regola 60-30-10, passando attraverso la scelta dei luoghi in cui utilizzare i colori caldi o freddi (e per l'applicazione fatta con parsimonia), anche saper usare il contrasto ed elementi come il vetro, specchi e illuminazione.

Con i suggerimenti che abbiamo dato sopra, sarà molto più facile per te assimilare meglio questi concetti e i migliori consigli pratici sul campo.

Questo testo è stato originariamente sviluppato dal team del blog Guida agli investimenti, dove puoi trovare centinaia di contenuti informativi su diversi segmenti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*