Casa / In evidenza / Le somiglianze tra il cervello umano e l'universo affascinano i neuroscienziati

Le somiglianze tra il cervello umano e l'universo affascinano i neuroscienziati

Secondo il dottorato, neuroscienziato e biologo Dr. Fabiano Abreu, se confrontati, l'universo e il cervello hanno caratteristiche numeriche e fisiche simili.

Gli studi dell'astrofisico Franco Vazza e del neuroscienziato Alberto Feletti hanno analizzato i numeri e confrontato le strutture del cervello e del universo e sono state evidenziate affascinanti somiglianze.





In accordo con loro, il cervello è composto da una complessa rete di quasi 100 miliardi di neuroni che si formano 100 trilioni di connessioni neurali. I neuroni sono raggruppati in una rete gerarchica di nodi, filamenti neurali interconnessi e gruppi che modellano i pensieri, sentimenti ed emozioni. l'universo osservabile, d'altronde, contiene anche circa 100 miliardi di galassie. L'equilibrio oscillante tra l'attrazione della gravità e l'espansione accelerata dell'universo forma una rete cosmica di filamenti filiformi composti da materia oscura e comune..

Le analisi sono ancora più interessanti quando si cerca di confrontare gli spettri energetici con altri sistemi più complessi come le immagini dei rami degli alberi, nuvole e acqua in tumulto, perché i ricercatori non potevano abbinare la coppia: neuroni e universo.

Il neuroscienziato Dr. Fabiano de Abreu, ritiene che tali studi dimostrino che la connettività all'interno delle due reti segue principi fisici simili, nonostante l'evidente ed evidente differenza tra i poteri fisici che regolano le galassie e i neuroni. Per ele, trovare somiglianze tra l'infinito dell'universo e il finito del cervello può essere indicativo di grandi cambiamenti che si verificheranno in futuro..

Circa l'autore

Fabiano de Abreu Rodrigues ha conseguito un dottorato di ricerca, neuroscienziato con esperienza in neuropsicologia, Biologia, storia, antropologia, neurolinguistica, neuroplasticità, intelligenza artificiale, neuroscienze applicate all'apprendimento, filosofia, giornalismo e formazione professionale in nutrizione clinica. Attualmente, è direttore del Centro di ricerca e analisi Eraclito; Capo del Dipartimento di Scienza e Tecnologia della Logos University International e membro della Federazione Europea di Neuroscienze e della Società Brasiliana e Portoghese di Neuroscienze.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*