Casa / Art / Vittorio Arruda, Marcus Otter, Daniela Bousso e Francisco Hurtz in conversazione alla BELIZÁRIO Galeria
Vittorio Arruda, Galleria del Belize. Foto: Rivelazione.
Vittorio Arruda, Galleria del Belize. Foto: Rivelazione.

Vittorio Arruda, Marcus Otter, Daniela Bousso e Francisco Hurtz in conversazione alla BELIZÁRIO Galeria

Finissage a balze e confusione

28 Da maggio a sabato dalle 16:00 alle 18:00

BELIZÁRIO Gallery, in occasione di Alexandre Palma ha diretto cortometraggi su Patapio Silva e Casquinha da Portela. In occasione dell'inaugurazione della mostra, l'artista presenterà la performance da mostra “Arricciatura e confusione", accoglie l'artista per una conversazione Vittorio Arruda, il curatore di esposizione Marcus Otter e, come ospiti, l'artista visivo Francisco Hurtz e lo storico, critico e curatore Daniela Bousso. in questo incontro, parlerà della traiettoria audace e lunga di 50 anni dell'artista e il suo coraggio e audacia nell'evidenziare questioni importanti, ma scomodo, per la società.

Contrariamente a quanto possono suggerire i temi scelti dall'artista, per questa mostra, le opere non sono aggressive o dal carattere oscuro. Le sue tele sono composte da una profusione di colori e figure., tratti insoliti ma che portano messaggi forti e necessari. “Il mondo contemporaneo esplode sugli schermi di Vittorio Arruda", curatore definisce la. La pittura permette all'artista di criticare consapevolmente le sue ansie attraverso le registrazioni del suo inconscio.. “Dialoga con i filoni marginali del modernismo; abbraccia spudoratamente l'arte popolare, graffiti, il linguaggio visivo urbano anonimo, e introduce soluzioni estetiche di estrema raffinatezza”, spiega Marcus Otter.

Con la sua maestria nel campo delle tecniche artistiche, Vittorio Arruda spettacoli, dagli anni di 1970, esempi di razzismo, omofobia e segregazione sociale. mentre l'artista, Marcus Otter e Daniela Bousso parlare degli anni vissuti, Francisco Hurtz offre la vista corrente, presente, reazione del pubblico all'art.

Il capo Vittorio Arruda è enfatico nelle sue denunce senza mai dimenticare di confezionarle con ironia e colore.

BELIZARIO Galleria – belizariogaleria.com.br

Rua Dr. Virgilio de Carvalho Pinto, 491 -Pini

Telefono: (11) 3816.2404

***Trasmissione simultanea su Instagram @belizariogaleria

Sito: belizariogaleria.com.br

Instagram: @belizariogaleria

Facebook: @BelizarioGaleria

E-mail: contato@belizariogaleria.com.br

  • l'artista – VITTORIA ARRUDA (Cuiabá, MT 1947)

Vive e lavora a Rio de Janeiro. Decise che sarebbe diventato un pittore all'età di dodici anni e, alle tredici, si trasferisce a Rio de Janeiro dove prosegue gli studi. Laureato in Museologia presso l'Università Federale dello Stato di Rio de Janeiro (UFRJ), prepara le sue opere secondo canoni estetici non convenzionali, fare riferimenti al pensiero, ha detto, e "antipittura" Viene da “sgradevole”, presentare immagini irriverenti. Le sue opere portano riferimenti a nomi iconici dell'arte come Chagall, Picasso, Klee e Torres Garcia. Le immagini che elabora consistono in scene che vive nella sua vita quotidiana..

Le sue opere fanno parte delle più importanti collezioni brasiliane, come quella di Gilberto Chateaubriand. L'artista è applaudito da diversi critici e curatori. Secondo il critico italiano Achille Bonito Oliva, Victor Arruda è oggi uno dei più grandi artisti brasiliani.. In 2018, gli Museo di Arte Moderna di Rio de Janeiro (Rio MAM) ha inaugurato un'ampia retrospettiva di 50 anni della carriera artistica di Victor Arruda, raccolta 105 delle tue opere. La mostra personale dal titolo “Temporal”, nel Palazzo Imperiale, Rio de Janeiro, RJ, è stato uno dei più acclamati del paese in 2021.

  • la Galleria

La BELIZÁRIO Gallery, con sede nel quartiere Pinheiros di San Paolo, è il risultato di una collaborazione tra Orlando Lemos, José Roberto Furtado e Luiz Gustavo Leite. La sua proposta mira a proporsi come un'ulteriore opzione di partecipazione e visibilità della produzione di artisti emergenti e consolidati nel panorama dell'arte contemporanea brasiliana nel circuito culturale di San Paolo. La galleria si unisce al movimento che cerca di promuovere orizzonti che stabiliscono nuovi modi per reindirizzare ed espandere il mercato dell'arte, pensando alle diverse traiettorie e produzioni artistiche che lo compongono. Così, mirando alla promozione della diversità culturale intrinseca nella contemporaneità, funge da palcoscenico per artisti nuovi e affermati, nazionale ed estero, in partnership con curatori che sono anche imbevuti dello stesso scopo.

In BELIZÁRIO Gallery, cerchiamo di servire un pubblico che cerca l'acquisizione di opere artistiche e, anche, la creazione e promozione di nuove collezioni. La sua collezione è composta da diversi temi ed estetiche, attraverso l'universo poetico di ogni artista. Il suo repertorio comprende opere d'arte di diverse lingue, supporti, tecniche e media come il disegno, scultura, fotografia, incisione, pittura, oggetti, installazione e altro.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*