Casa / Art / Ana Mondini – “A arte, prospettive e realtà in espansione ", Edmundo Cavalcanti

Ana Mondini – “A arte, prospettive e realtà in espansione ", Edmundo Cavalcanti

Edmundo Cavalcanti é Artista Plástico, Colunista de Arte e Poeta.

Edmundo Cavalcanti Plastic Artist, Editorialista Arte e poeta.

1- Dove sei nato? E qual è la tua formazione accademica?

Sono nata a Curitiba-PR e sono laureata in Pittura, dalla Scuola di Musica e Belle Arti del Paraná (UNESPAR UNIVERSITÀ) e, anche la laurea, Master e Dottorato in Filosofia, dall'Università Federale del Paraná (UFPR).

2- Come e quando si dà il primo contatto con le arti?

A dieci anni, Ho dipinto la mia prima tela. Il secondo dipinto che ho fatto, anni dopo, Quando ero 19 anni. Ed è allora che ho dipinto senza preavviso, la mia prima "donna cosmica", attraverso il quale ho avuto un'esperienza molto interessante, che di solito considero una sorta di "connessione con la Totalità".

Ana Mondini é Crítica de Arte, Doutora em Filosofia, Artista Plástica e Idealizadora da “Galeria Virtual – Filosofia & Arte”.

Ana Mondini è Critica d'Arte, PhD in Filosofia, Artista Plastico e Ideatore della “Galleria Virtuale - Filosofia & Arte".

3- Come hai trovato questo o regalo?

Quando dipingo le mie "Donne cosmiche", la cui sagoma è apparsa più volte nei miei quadri, e avere la stessa esperienza sensibile, L'ho capito lavorando con la pittura, con il colore, mi aspetterebbe sempre per intensificare le percezioni già sperimentate o scoprire nuovi modi di percepire il mondo.

4- Quali sono le vostre influenze principali?

Anche se sono innamorato di molti dipinti, come, per esempio, "The Unicorns" di Gustave Moreau, i dipinti di Gustav Klimt, i monocromi di Yves Klein, e, dopo averlo "sperimentato" personalmente, Monalisa's Leonardo, Sono sempre stato molto colpito dall'audacia cromatica e formale di Henri Matisse. Credo che quest'ultimo abbia un'influenza maggiore sul mio lavoro artistico.

5- Quali materiali si usa nelle sue opere?

Ho una predilezione per i colori acrilici su tela.

6- Qual è il tuo processo creativo in sé? O che ispira?

Ultimamente mi sono divertito a pensare all'immagine prima di rappresentarla, sebbene molti incidenti continuino a verificarsi durante il processo. E ciò che mi ha ispirato sono i temi con cui decido di lavorare, oltre, principalmente, contatto immediato con i colori.

7- Quando si effettivamente cominciato a produrre o creare le loro opere?

Durante la scuola di pittura, Ho provato molte tecniche e poetiche, definendo parzialmente il mio stile. Ho smesso di dipingere durante il dottorato per riflettere sul legame tra scrittura e pittura, le parole e le immagini, basato sull'idea di autoritratto di "Essays" di Montaigne. Non appena ho consegnato il testo finale della tesi, Ho subito ricominciato a dipingere, alla fine del 2019. E ora dipingo nel modo più coerente possibile…

8- L'arte è una squisita produzione intellettuale, dove le emozioni sono incorporati nel contesto della creazione, ma in storia dell'arte, vediamo che molti artisti sono derivati ​​da altri, seguendo movimenti tecnici e artistici attraverso il tempo, Possiedi un qualsiasi modello o l'influenza di qualsiasi artista? Chi sarebbe?

Non ho alcun modello preso consapevolmente e direttamente, ma ci sono innumerevoli opere d'arte che si aggiungono al mio entusiasmo e desiderio di produrre dipinti.

9- Che cosa significa per te l'arte? Se si dovesse riassumere in poche parole il significato delle Arti nella vostra vita…

lo capisco Art, in senso generale, essere in grado di ampliare prospettive e realtà, attraverso i vari piani di significato sensibile che offre sia all'artista che allo spettatore. E, in relazione alla pittura, nello specifico, Resto con Deleuze quando dice che il suo compito è "il tentativo di rendere visibili forze che non sono visibili" e farci vedere la presenza.


pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima


10- Quali tecniche si usa per esprimere le proprie idee, sentimenti e percezioni sul mondo? (Sia che si tratti attraverso la pittura, scultura, disegno, collage, fotografia… o utilizza diverse tecniche per rendere un mix di varie forme d'arte).

Fondamentalmente uso la pittura acrilica per esplorare, letteralmente, la sua plasticità, con la creazione di rilievi nei dipinti, e cerco l'armonia con la combinazione di colori saturi.

In alcuni casi, i miei dipinti coinvolgono un campo poetico più letterale. Quadri di insetti, per esempio, inserito nella serie “Portals”, cercare di portare il microcosmo a dimensioni superiori, in entrambi i sensi del termine. La serie "Portals", nel suo complesso, cerca di attirare l'attenzione sulla possibile esistenza di realtà parallele rispecchiate dall'immaginazione, della quale, secondo me, può anche essere considerato una fonte di conoscenza.

La serie "Cosmic Women", invece, consiste nella rappresentazione non premeditata di un'esperienza sensibile che, Sembra, mostra la connessione tra il femminile e la creazione del mondo, no, creare mondi.

La serie "Luminous", d'altronde, rompe la cornice della poesia più vicina alla figurazione andando verso la pura percezione ottica. In questi dipinti stabilisco un gioco di approssimazione e distanza tra l'occhio di chi guarda e la luce LED, promuovere effetti ottici molto interessanti, questo non coinvolge solo l'occhio e lo schermo, ma anche nelle immediate vicinanze.

11- Ogni artista ha il suo mentore, che persona che si mirroring che incoraggiati e si ispirati a seguire questa carriera si, andare avanti e prendere i vostri sogni degli altri livelli di espressione, che questa persona è e come si introdusse nel mondo dell'arte?

Osservando da vicino e con grande ammirazione le opere di André Parisi, durante il periodo in cui ho lavorato nel tuo studio, Ho sentito una grande voglia di dipingere. E, era proprio lì, con del materiale preso in prestito, che ho realizzato la mia prima "donna cosmica". Certamente, l'onestà delle segnalazioni del André Parisi delle tue esperienze con i tuoi lavori, mi ha lasciato molto aperto, no, senza abbagliamenti o blocchi causati da possibili pregiudizi, per capire il fenomeno sensibile causato dal lavoro con il colore.

12- Avete un'altra attività di là di arte? Ti insegna classi, conferenze etc.?

Attualmente, condurre la “Galleria virtuale – Filosofia & Art ”dove tengo una mostra di artisti, con commenti sui lavori, per incoraggiare gli artisti principianti, oltre, pubblicizzare opere di artisti già riconosciuti. E, principalmente, avvicinare il grande pubblico alle arti visive. Recentemente, Ho pubblicato il canale YouTube “Interviews with Artists & Relazionato ", in vista degli stessi obiettivi.

13- Le sue principali mostre nazionali e internazionali e le loro premi.

  • Mostra virtuale collettiva "São Paulo that I Love": Organizzato da Maria dos Anjos Oliveira (Anjos Art Gallery) ed Edmundo Cavalcanti (Galleria d'arte di Raffaello), 2021.
  • Mostra virtuale collettiva: "Arte senza limiti": Organizzato da Edmundo Cavalcanti (Galleria d'arte di Raffaello), 2020.
  • Mostra Collettiva INTER_MEDIOS: Mansion di Leões, Spazio culturale BRDE, Curitiba – PR, 2014.
  • Mostra collettiva "Il mio schermo non si rompe": Sala espositiva BAP, Curitiba – PR, 2013.
  • Premiato al 1 ° posto alla 3a mostra di arti visive in Paranaguá: Casa della Cultura Monsignor Celso. Paranaguá, 2011.

14- I suoi progetti per il futuro?

Respira sempre di più nell'arte attraverso la pratica e la storia, in unione con la filosofia. E mi piacerebbe molto ottenere un ritmo costante di vendita dei miei lavori.

15- Secondo lei qual è il futuro dell'arte brasiliana e dei suoi artisti? (nel contesto generale) e perché così tanti artisti stanno dando la preferenza per mostrare il loro lavoro in mostre internazionali nonostante i costi elevati?

Sebbene ci siano forze che agiscono negativamente per avvicinare un pubblico più ampio alle arti, credo che artisti stanno venendo insieme, sempre più, per rompere con gli standard non inclusivi. E, con la forza di tanti, sarà perfettamente possibile portare sempre più spettatori, incoraggiare la continuità degli artisti, nuovi o meno, e, anche, aumentare il numero di persone che investono in opere d'arte.

Per quanto riguarda la preferenza degli artisti brasiliani per mostrare le loro opere al pubblico internazionale, Credo che questo sia dovuto, proprio, il fatto che in altri paesi la figura dell'artista abbia un maggior riconoscimento professionale. E perché forse il consumo d'arte è un'abitudine più radicata nella cultura di questi paesi.

Reti sociali:

Instagram: @anamondinigaleriavirtual / Facebook: @ anamondini.galeriavirtual

Instagram: @anamondiniart / Facebook: @anamondiniart

Youtube: @Ana Mondini – Intervista ad artisti & Relazionato

 

.

….

.

1- Dove sei nato? E qual è la tua formazione accademica? Sono nata a Curitiba-PR e sono laureata in Pittura, dalla Scuola di Musica e Belle Arti del Paraná (UNESPAR UNIVERSITÀ) e, anche la laurea, Master e Dottorato in Filosofia, dall'Università Federale del Paraná (UFPR). 2- Come e quando si dà il primo contatto con le arti? A dieci anni, Ho dipinto la mia prima tela. Il secondo dipinto che ho fatto, anni dopo, Quando ero 19 anni. Ed è allora che ho dipinto senza preavviso, la mia prima "donna cosmica", através da qual tive uma…

Score

Eccellente!!

Conclusione : Valuta l'intervista! Grazie per la vostra partecipazione!!

Voto Utenti : 4.85 ( 3 voti)

1 Commento

  1. Ho adorato l'intervista . Lo stile , a técnica e as reflexões profundas demonstram o qto a filosofia ( busca da sabedoria) e a arte conversam de forma harmoniosa , capazes de mostrar o que há de mais belo na natureza (humana ou não ) congratulazione ! Belle opere !

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*