Casa / Art / cento anni dopo, i modernisti sono tornati all'asta d'arte
Anita Malfatti, Pala d'altare olio su legno. Foto: Rivelazione.
Anita Malfatti, Pala d'altare olio su legno. Foto: Rivelazione.

cento anni dopo, i modernisti sono tornati all'asta d'arte

Importanti dipinti di artisti che hanno partecipato alla Settimana dell'Arte Moderna di 22 sarà in vendita

L'asta Collezioni del Barone di Campo Místico, Gallerie d'arte Fumagalli e Paulo Bomfim, tra gli altri investitori, patrocinato da VM Art Office, sarà realizzato, esclusivamente virtuale, il 7, 8 e 9 Giugno, a 20 ore, così come l'esposizione, già aperto, che rimarrà fino al giorno 6. Per conoscere le foto ei pezzi e la partecipazione all'asta, basta accedere a luogo. Il banditore è Jonas Rosa Pereira (Jucesp 1060).




le raccolte, rivela Marcio Molfi, Proprietario della macchina virtuale, sono composti da elementi che facevano parte della vita affettiva delle famiglie che li componevano. L'asta sarà espressiva nell'offerta di dipinti, stampe e disegni che integrano le loro collezioni.

“In quest'anno in cui celebriamo il centenario della Settimana dell'Arte Moderna in 1922, svoltasi a San Paolo, offriamo opere di artisti modernisti come Tarsila do Amaral, Anita Malfatti, Emiliano Di Cavalcanti e Quirino da Silva, più Samson Flexor, Djanira da Motta e Silva, Francisco Rebolo, Clóvis Graciano, Mario Zanini, Fulvio Pennacchi, Aldemir Martins, Antonio Hélio Cabral, Walter Lewy, Hector Carybé, Odetto Guersoni e Reynaldo Fonseca”, rivela Molfi.

Alcuni punti salienti delle suddette gallerie d'arte: pala d'altare, de Anita Malfatti, esposto nello spettacolo “È sacro. È moderno”, al Museo di Arte Sacra di San Paolo; studio di Sansone Flexor per la Chiesa di Nostra Signora del Perpetuo Soccorso; e la cornice Gruppo Donne, di Zanini, a cui si fa riferimento nel libro “Mario Zanini e il suo Tempo”, di Alice Brill.

Il asta avrà anche oggetti decorativi, Argento, tappeti orientali, immagini sacre, sculture, porcellane, cristalli, vetri artistici e cimeli, evidenziando una poesia dello scrittore portoghese António Botto, in manoscritto originale inedito di 1947, intitolato Amore, decorato con un disegno a china, appartenente al poeta Paulo Bomfim (1926 – 2019).

“Attiriamo anche l'attenzione sulla qualità della collezione Barão de Campo Místico (Antonio Teixeira Diniz – 1836 – 1918), mettendo in risalto i mobili brasiliani dei periodi coloniale e reggente, oltre a porcellane appartenenti ad alcuni detentori dell'impero, evidenziando quelli che appartenevano al presidente dell'allora provincia di São Paulo, Antonio Dino da Costa Bueno (1854 – 1931)", mette in evidenza Molfi. Ci, ancora, tre dipinti della Scuola di Potosí, su basi sacre, XVIII secolo.

Il ritiro dei lotti messi all'asta deve essere preventivamente richiesto tramite e-mail o telefono (11) 99134-4663 / (11) 93943-8664.

ATTENZIONE: Gli esperti di VM Office sono a disposizione per rilasciare interviste sul mercato dell'arte. Se interessato, Per favore, contatto.

Servizio – Asta virtuale con opere degli artisti della Settimana dell'Arte Moderna

Tipo di evento: asta virtuale

Data della mostra virtuale: Giorno anche 6 Giugno.

date di offerta: 7, 8 e 9 Giugno.

tempo d'asta: 20h.

Sito: Ufficio Arte VM

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*