Casa / Art / Attenti alle vecchie signore bisognose e sole

Attenti alle vecchie signore bisognose e sole

Pezzo di teatro cinema idealizzato dal regista Fernando Philbert, dal lavoro di Matéi Visniec, estreia nacionalmente no dia 20 Febbraio, con biglietti gratuiti e trasmissione internet.

“Svegliamoci e apriamo davvero gli occhi sul mondo. E allora quello che vedremo quel giorno? Chissà?"
Matéi Visniec

Il brano sopra è una sorta di sintesi dell'incrocio di quattro brevi brani di Matéi Visniec, secondo il regista Fernando Philbert, disegna una cartografia delle anime delle persone che vivono oggi. Il regista cerca con questa commedia filmata, nelle sue parole pensava di essere visto attraverso il prisma di una lente fotografica, per rafforzare la libertà del teatro in cui credi, un teatro dal vivo da qui e ora. Dall'idealizzazione del progetto Philbert, ha considerato la possibilità che i teatri fossero ancora chiusi al momento della realizzazione e quindi filmando lo spettacolo in studio, un'incursione in questa nuova invenzione che è il teatro cinema ou cinema da poética da cena, come ha definito. Questa scelta è stata dovuta al caso, o acaso dos teatros fechados, di un pubblico senza un pubblico. Così, o diretor agregou a equipe de criação um diretor de fotografia e iniciou a produção das filmagens no estúdio da FlocksTV, uma produtora de conteúdo para a internet.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

- Quando penso a uno spettacolo che parla del mondo ADESSO, di questa solitudine e disallineamento contemporanee, Matéi Visniec è l'autore che viene in mente per primo. Attenti alle vecchiette bisognose e sole è un piccolo terremoto che ci scuote, scuotendoci e svegliandoci, perché forse stiamo tutti dormendo e abbiamo bisogno di svegliarci e guardare cosa è veramente questo mondo e cosa stiamo realmente facendo in esso e per esso -, commenta il regista Fernando Philbert.

Per questa fase Philbert ha selezionato quattro brevi brani di Matéi Visniec, ha detto, la loro forza è meno in ciò che accade e più in come accade, in quello che viene detto, nei pensieri provocati. Gli spettacoli sono messi in scena in sequenza con un incrocio tra di loro.

Il primo pezzo, "Pensa di essere Dio", parla di un cecchino che insegna il suo "lavoro" a un giovane di 17 anni sufficienti per diventare anche un cecchino in una guerra civile all'interno della città stessa contro persone che credono stiano rapinando il paese. Nel secondo pezzo, "Attenzione alle vecchie signore bisognose e sole", l'ancora di un programma trentennale di successo, si rivolge al pubblico per insegnare loro, nel caso tu fossi mai nella merda, il modo migliore per chiedere l'elemosina. Il terzo pezzo, “Un caffè lungo, un po 'di latte separato e un bicchiere d'acqua ", è l'incontro tra un cliente e una cameriera in un bar dopo che questa cliente è stata a lungo in coma e anche lei, anche la cameriera potrebbe essere stata in coma, un incontro poetico per osservare la vita e il silenzio. Nel quarto pezzo, "La macchina per pagare le bollette", la stessa cameriera, nel caffè vuoto completamente, parla ancora e si relaziona ai tanti clienti che ci sono stati o ci sono.

- È molto stimolante e stimolante, in tutti gli aspetti della produzione teatrale - recitazione, creazione di scene, immagini, ambiente, costumi… È un teatro moderno, poetico, potente, molto semplice e complesso allo stesso tempo, estremamente ricco di simboli e significati. Matéi ha un lavoro molto vasto e molto diversificato, ogni suo pezzo è unico, ma in tutto il suo lavoro l'umanità dei personaggi, in tutta la sua complessità, si fa presente. E porta quell'umanità sulla scena, sembra semplice, ma è la sfida -, commenta l'attrice Ester Jablonski.

“Cuidado com as velhinhas carentes e solitárias” tem duração aproximada de 40 minutos e é assistida pelo Facebook e YouTube, nessun periodo 20 da febbraio a 27 Aprile. Le presentazioni saranno il sabato, Lunedì e martedì, alle 21:0, e la domenica, às 19h, com ingressos gratuitos e intérprete de Libras.

Matéi Visniec

Nato in Romania, Europa orientale, il 1956, Matéi viveu a ditadura de Ceausescu, aveva censurato le opere, conheceu de perto e sofreu um regime de exceção. In 1987, ao receber um convite da França para uma atividade literária, ha chiesto e ottenuto asilo politico, e, da, é cidadão francês, exercendo a função de jornalista na Radio France Internationale. Recentemente recebeu a Ordem do Mérito Nacional Francês, um reconhecimento da importância de sua obra. Oggi i suoi pezzi vengono modificati, traduzidas e montadas em mais de vinte países. É um autor cuja obra possui forte compromisso político.

“L'ho scoperto quando sono venuto a vivere in Occidente, que as pessoas podem ser manipuladas mesmo em uma sociedade livre e democrática e que isso pode ser feito em nome da liberdade e da democracia. Descobri que a luta pelo poder pode tornar-se um espetáculo grotesco, que a demagogia tem sutilezas que se pode facilmente confundir com reflexão filosófica; e, il che è ancora più grave, a demagogia casa-se muito bem com os poderes das mídias. Descobri que a liberdade pode ter um lado selvagem, quell'informazione può uccidere la comunicazione, que nada jamais é definitivamente adquirido e que o ser humano deve lutar sempre por seus direitos, per preservare la loro libertà minacciata dagli effetti della libertà. Penso che il teatro possa e debba parlarne, falar dos múltiplos paradoxos da sociedade industrial, moderno e democratico. Società civile, evoluto, não está protegida dos numerosos poderes obscuros que a rondam, que a desumanizam.” (Matéi Visniec)

Factsheet

Testo: Matei Visniec
Direzione: Fernando Philbert
Attrice: Ester Jablonski
Attore: Joelson Medeiros
Scenografia: Natalie Lana
Costumi: Marieta Spada
Illuminazione: Vilmar Olós
Traccia musicale: Marcelo Alonso Neves
Direttore della fotografia e del montaggio video: Nando chagas
Designer: Barbara Lana
Ufficio Stampa: Ney Motta
I social media: Denise dambros
Foto di divulgazione: Vinícius Giffoni
Produzione esecutiva: Sergio Canízio
La Produzione: Jablonsky Productions

Servizio
Stagione: 20 da febbraio a 27 Aprile 2021.
Presentazioni: Sabato, Lunedì e martedì, alle 21:0, e la domenica, às 19h.
Il gioco è assistito da Facebook, Instagram o YouTube, accedendo al collegamento: linktr.ee/CuidadoComAsVelhinhas
Le rappresentazioni hanno un interprete Bilancia.
Não recomendado paio menores de 12 anni.
Durata approssimativa: 40 minuti.
Biglietti gratuiti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*