Casa / Art / Questo sabato: Arte132 Gallery propone una visita guidata alla sua ultima mostra dell'anno: “L'arte devozionale nell'Ottocento”

Questo sabato: Arte132 Gallery propone una visita guidata alla sua ultima mostra dell'anno: “L'arte devozionale nell'Ottocento”

Condotto dal curatore e antiquario Marcelo de Medeiros, la visita guidata introdurrà le opere in mostra e le esplorerà concettualmente. La mostra porta un taglio della produzione di pittura religiosa centrata in una parte dell'Alto Perù, oggi Bolivia, e anche sculture di santi prodotte a San Paolo; entrambi risalenti al. XIX




appena aperto (26/11), al spettacoli L'arte devozionale nell'Ottocento: Pittura su metallo e Paulistinhas visita guidata questo sabato, 03 Dicembre, alle ore 11.30, condotta dal curatore e antiquario Marcelo de Medeiros, anche proprietario della collezione esposta (Paulistinhas e pittura su metallo). La mostra rimane in mostra fino al 23 Dicembre, chiudendo la stagione di quest'anno in Arte132 Galleria. La visita guidata durerà mediamente 1 ora.

Le opere esposte illustrano il culto della religiosità attraverso due peculiari contesti artistici: sul primo asse, vengono presentate sculture di piccolo formato di diversi santi, chiamato “Paulistinhas”. Queste piccole figurine sono state realizzate a mano., da diversi artigiani, sotto la manipolazione di argilla cotta in una base cava, e sono stati eseguiti esclusivamente nello stato di San Paolo. I suddetti pezzi, che è durato più di 100 anni, saranno esposti in galleria accanto a piccoli dipinti sacri, effettuato nell'Alto Perù (l'attuale Bolivia) da maestri provenienti da diverse località nel corso del XIX secolo, che configura il secondo asse e il contesto della mostra.




L'immaginario di San Paolo nel XX secolo. XIX

Le immagini di paulistinhas alludono ai santi che abitano l'immaginario cristiano cattolico. Marcello de Medeiros, Curatore della Mostra, spiega che “il paulistinhas ha soddisfatto la domanda che è venuto con l'aumento della popolazione, offrendo la possibilità alle persone di avere a santino della tua devozione al chiuso; un'arte religiosa che si distingueva principalmente per essere accessibile, così come dipinti sacri boliviani, non si trova nelle chiese, erano destinati all'ambiente domestico”.

generalmente, est santinhos sono stati realizzati in piccole sculture – in mezzo 10 e 20 cm di altezza –, e, nonostante la forte influenza dell'immaginario portoghese, erano unici per la semplicità dei tratti e la struttura in argilla. C'era una maggiore libertà formale di composizione, che di solito avevano un forte senso estetico e poetico. Le immagini più eseguite da artisti e artigiani – conosciuti all'epoca come “santeiros” – erano quelle di Nossa Senhora da Conceição, Gesù Cristo, Sant'Antonio, São José, San Sebastian, Madonna Addolorata, Sant'Ana, San Pietro e Santa Gertrude.



Su questo primo asse, questa è arte che fa parte della storia di San Paolo, senza paralleli nazionali nel periodo.

Dall'evangelizzazione alla devozione: arte su metallo non lo so. XIX

Con la conquista del Perù da parte degli spagnoli nel 1532, subito si rese necessario fabbricare beni religiosi sia per il culto a cui assistevano gli europei sia per l'evangelizzazione degli indigeni.

Per entrambi, giunsero in questa nuova terra esecutori dei più svariati mestieri, con chiara enfasi sui pittori, della quale, la maggior parte del tempo, provenivano dalla Spagna, Italia, Fiandre e altri luoghi.

Ricevi notizie da Fiere ed Eventi in genere nel nostro gruppo Whatsapp!
*Solo noi pubblichiamo nel gruppo, quindi non c'è spam! Puoi venire con calma.

Questi maestri sono venuti con il compito di illustrare, nelle più svariate tecniche pittoriche e materiali, i piani evangelizzatori della Chiesa Cattolica che, associato ai re di Spagna, il loro obiettivo era convertire i Gentili, salvare le anime dei colonizzati a beneficio della Santa Madre Chiesa e dei Re Cattolici.

La pittura inizia nel XVI secolo, rimane austero nel XVII secolo e acquisisce la propria identità nel XVIII secolo, quando si ricevono attributi indigeni fusi con gli standard europei.

Questo panorama comincia a mutare radicalmente dai primi decenni dell'Ottocento in poi., in gran parte a causa dell'aria proveniente dalle rivoluzioni americana e francese.

Le guerre di indipendenza dei paesi ispano-americani, alleato per l'aumento della popolazione di quella regione, intensificare ulteriormente la ricerca di beni religiosi.

sorgere così, già a metà del XIX secolo, le condizioni ideali per la produzione di un dipinto religioso popolare, centrato su parte dell'Alto Perù, oggi Bolivia.

A quest'ora, non più evangelizzatore ma devozionale, quelli piccoli pulcini, prevalentemente in lamiera di zinco, sono felici nella loro colorazione, ingenui nella loro abbondanza, divertente nelle tue voci e diretto nel tuo messaggio. Sono speciali per il modo molto particolare di trattare i temi, che erano per lo più relativamente semplici, come variazioni delle Vergini del Monte Carmelo, Rosario, Guadalupe, Sponsorizzazione di Tarata, Socavon e Sant'Antonio, Santa Barbara, San Francisco, variazioni di Gesù Cristo e così via.

Si trova principalmente nei mercati popolari di Potosí, Sucre, Cochabamba e La Paz, queste testimonianze artistiche che occupavano le ville incantavano e incantano tuttora per la loro grazia, spontaneità e perseveranza di fede.

Informazioni su Galleria Art132

Arte132 crede che l'arte di un paese, e di un periodo, non è fatta solo di pochi nomi definiti dal mercato, ma per tutti gli artisti che hanno sviluppato una comprensione del mondo e dell'uomo in un dato momento, artisti che hanno aperto e ampliato le strade dell'arte brasiliana. Così, espone e sostiene mostre impegnate a presentare arte rilevante e di qualità a quante più persone possibile, collezionisti o meno. A casa (progettato dall'architetto Fernando Malheiros de Miranda, il 1972), oltre una galleria d'arte, è un luogo di incontro, dialoghi e scoperte.

Servizio
arte devozionale: Pittura su metallo e Paulistinhas
Visita guidata con il curatore: 03 Dicembre, Sabato, dalle 11:30 alle 12:30
Curatore: Marcello de Medeiros
Local: Arte132 Galleria – AV. Caccia, 132, Moema, Sao Paulo – SP
Durata dell'esposizione: 26 Novembre a 23 Dicembre 2022
Orari di visita: secondo al sesto, dalle 14h alle 19h. Sabato, da 11:00 a 17:00
Ingresso libero
arte132.com.br

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*