Casa / Art / BASE Gallery apre la mostra di Guilherme Almeida | “Questo sorriso che emana da me”

BASE Gallery apre la mostra di Guilherme Almeida | “Questo sorriso che emana da me”

Poeta, perché stai scherzando?
che triste malinconia.
È che la mia anima ignora
Lo splendore della gioia.
Questo sorriso che emana da me,
la mia stessa anima inganna
Carolina Maria de Jesus

La BASE apre la tua agenda con il primo individuo, nel circuito culturale, artista plastico Guilherme Almeida – “Questo sorriso che emana da me”, con 35 opere che includono un ritaglio della serie 'Distruzione dei mercati I', con dipinti su giornale; 'Distruzione dei Mercati II e III', con dipinti su tela, tutto creato nel periodo tra 2021 e 2022. L'eccezione è a causa di 'matricole', pittura di 2018, a cui si apre esposizione. Il curatore è Paul Azeco e coordinamento artistico Daniel Maranhão.





"Questo sorriso che emana da me”, estratto da una poesia di Carolina Maria de Jesus che intitola la mostra, non appare a caso poiché il ‘sorriso’ a cui si riferisce l'autore ha sempre ispirato l'artista: “Carolina è tutto ciò che è il mio lavoro. lui è su di esso, è il sorriso della vittoria, che riflette e ispira le persone, uno che cerca di cancellare ma un giorno risorge”. la tua ricerca, che si concentrano sulla loro esperienza personale, offrire il sorriso nero come arma contro pregiudizi preesistenti radicati nella vita quotidiana dei popoli. “Questo sorriso che emana da me, è una luce, è qualcosa di cui parlare di noi, la nostra generazione, la generazione passata, risultati e lezioni apprese”, spiega l'artista.

secondo Paul Azeco, “la mostra presenta un interessante parallelismo tra il carattere biografico delle opere e la rappresentazione di noti neri, vincitori. Il primo lavoro dello spettacolo, e solo precedente alla serie, aiuta a comprendere la pratica dell'artista utilizzando la sua esperienza per creare un vocabolario estetico. Presenta i giovani, proprio come lui, traboccante di gioia per l'ingresso nell'università pubblica”.

La serie 'Distruzione dei mercati', la cui ricerca è iniziata nel 2019, ritrae personalità diverse – Maju Coutinho, EMica, Elza Soares, Mano Marrone, Baco Exu do Blues, Basquiat, Dona Onete, Nath Finanza, Carolina Maria de Jesus, Daiane dos Santos, Viola Davis, tra l'altro – che hanno raggiunto il successo nelle loro aree di competenza e, con la sensibilità di Guilherme Almeida, sono ritratti con "sorrisi" pieni di oro e argento. In Distruzione dei mercati I, “la serie di ritratti sul giornale, il dipinto più grande e principale è un orgoglioso ritratto della sua famiglia, facendo eco alla gratitudine. Tutte le altre sono figure che l'artista considera come ispirazione., coloro che rappresentano che è possibile per una persona di colore essere vittoriosa e avere successo in tutti i campi” sottolinea il curatore.

Informazioni sul processo di creazione della serie, in un primo passo, i dipinti sono eseguiti su giornale e in quelli successivi l'artista ritorna sulla tela, supporto utilizzato in precedenza quando il suo tema era ancora legato all'astrattismo. quando astratto, Guilherme era legato alle forme e ai colori. La pittura non è mai unica. Le vernici colate sul supporto scelto sono a più strati, inchiostro su inchiostro, colore sovrapposto al colore. L'artista lavora con contrasti sia nella scelta dei colori che nei materiali scelti.: “il colore più chiaro che combatte con il più scuro; dal supporto economico con la vernice più pregiata e così costruisco”, spiega.

Guilherme Almeida è un artista che è supportato da note della propria visuale del mondo e delle persone che lo abitano. I suoi ricordi personali e alcuni documenti fotografici a supporto sono alla base delle sue creazioni.. non c'è bozza. Alcune parole vengono messe su carta per guidare il tema e inizia a dipingere.. Il processo è agile, Presto, con più freschezza, dove il tema viene levigato attraverso la ripetizione dove nascono le serie. La pittura non è mai unica.

fare arte per Guilherme Almeida ha obiettivi e linee guida. Posizionarsi in anticipo riguardo al messaggio che il tuo lavoro trasmetterà è di fondamentale importanza.. Ne è pienamente consapevole, anche se non è una nuova posizione, è diverso da quello che ci si aspetta da un artista nero nelle arti visive: “Voglio parlare delle nostre vite, cose buone e cattive, ma in un modo che porta i miei pari a rinvigorirsi, alza la testa, che distrugge i legami'.

“L'arte contemporanea cambia con il suo tempo.. Oggi cosa va di moda (e a volte fanno sembrare che sia anche moda) si parla di minoranze, questioni razziali, genere e sociale, come direi nel miglior dialetto, “Adesso sono i pettegolezzi della città“. Cosa sto facendo, semplicemente, sta parlando di me, parlare di ciò di cui faccio parte. il mio lavoro è vero. Non so se servirà per sempre l'art…" Guilherme Almeida

“Guilherme ha sempre capito, nella tua famiglia, che nonostante il modo modesto in cui vivevano, è possibile sognare ed è possibile essere felici. E questa mostra trabocca di sorrisi e di vittorie anche quando si scontrano con le ferite degli schiavi ancora aperte. Il set qui presentato è di forza creativa ed estetica uniche., ma soprattutto è un atto rivoluzionario». Paul Azeco

L'artista – Guilherme Almeida (Salvatore, BA 2000)

Vive e lavora a Salvador, BA. Laureato in Belle Arti presso la Scuola di Belle Arti dell'Università Federale di Bahia (UFBA), conduce la sua produzione in narrazioni che mettono in luce la composizione del corpo nero nel contesto contemporaneo. Residente nel quartiere dell'Uruguay, periferia di Salvador (BA), la sua produzione recente è influenzata dalla vita urbana e dalla cultura POP, soprattutto hip-hop. Sviluppa dipinti e opere tridimensionali su media non convenzionali come il giornale, Eucatex e altri rifiuti. Il tuo discorso urgente e firmato, non tutti i giorni, produce immagini in cui il corpo è pieno di potenza e autonomia. Da 2017 ha partecipato a diverse mostre collettive e interventi artistici in Brasile e all'estero.

Esposizione: “Questo sorriso che emana da me

Artista: Guilherme Almeida

A cura di: Paul Azeco

Coordinamento Artistico: Daniel Maranhão

Coordinamento Amministrativo: Leonardo Servolo e Cassia Saad

Assemblaggio ed esposizione: Arpia Design e Produzioni

Apertura: 12 marzo - sabato – il 12:00 a 17:00

Periodo: di 15 della Marcia 23 Aprile 2022

Tempo: da martedì a venerdì, dalle 11:00 alle 19:00; Sabato, dalle 11:00 alle 15:00.

Local: galleria BASE

Indirizzo: Al Franca 1030, Jardim Paulista || 01422-002 | Sao Paulo, SP

Telefono: (11) 3062 6230 || WhatsApp (11) 98327 9775 / (11) 98116 6261

E-mail: contato@galeriabase.com.br

Sito: www.galeriabase.com

Facebook: www.facebook.com/galeriabase

Instagram: www.instagram.com/galeriabase

Numero di opere: 35

Tecnica: acrilico senza giornale; acrilico su tela

Dimensioni: n/d

Prezzo: s / consultazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*