Casa / Art / Julianna Vidnik - "La purezza e la gioia dell'arte", Edmundo Cavalcanti

Julianna Vidnik - "La purezza e la gioia dell'arte", Edmundo Cavalcanti

Edmundo Cavalcanti é Artista Plástico, Colunista de Arte e Poeta.

Edmundo Cavalcanti Plastic Artist, Editorialista Arte e poeta.

1- Dove sei nato? E qual è la tua formazione accademica?

Nasce a São Paulo, Capitale. La mia residenza / studio è a Brasilia e attualmente vivo a Budapest / Ungheria perché sono anche cittadina ungherese, Sono venuto per trascorrere un anno sabbatico e con la pandemia è diventato un anno monastico.

Sono laureato in scienze informatiche, con studi universitari in qualità e produttività.

2- Come e quando si dà il primo contatto con le arti?

Ho iniziato ad apprezzare l'arte sin dall'infanzia, ottenendo sempre il massimo dal mio lavoro artistico a scuola e ottenendo sempre i voti migliori.

3- Come hai trovato questo o regalo?

Sono sempre stato appassionato di arte, quando ero adolescente amavo andare alle mostre d'arte e rimasi stupito e mi chiedevo come riuscissero a realizzare questi bellissimi dipinti!

In 1981 Ho deciso di fare un corso veloce in 3 mesi di pittura all'ESPADE in Rua Pamplona in SP, solo per vedere se avevi un regalo. La mia gioia era l'insegnante dicendo, vai dritto, puoi armonizzare i colori molto facilmente e con calma.

4- Quali sono le vostre influenze principali?

Le mie influenze provengono dalle bellissime mostre a cui ho partecipato da adolescente, dove c'erano alcune opere di grandi artisti che ho imparato ad amare e ad apprezzare ognuno di loro che lo sono: Pierre-Auguste Renoir, Claude Monet, Caravaggio, Vicent Van Gogh, Rembrandt, Leonardo da Vinci, Salvador Dalí, Michelangelo.

5- Quali materiali si usa nelle sue opere?

I materiali che uso su tela sono: i colori ad olio, spazzole, pagaie, cavalletto, Tessuti, guanti di gomma per lo sviluppo della mia pittura artistica. A volte realizzo scenari o utilizzo una foto di un luogo che ho già visitato.

6- Qual è il tuo processo creativo in sé? O che ispira?

Prima di iniziare un'opera d'arte, immagina cosa intendo fare ovviamente. Ma la mia grande ispirazione è venuta dal desiderio di onorare i miei antenati ungheresi (nonni paterni) e portando in Brasile la "Serie Ungheria". Così ho fatto due viaggi in Ungheria, uno in 2013 e un altro in 2015 quando ho iniziato a studiare la lingua ungherese, per chiedere la mia cittadinanza. Mi è piaciuto questo soggiorno 3 mesi a Budapest per scattare diverse foto e trasformarle in opere d'arte. È quello che ho fatto negli anni 2017 a 2019, creando così la "Serie Ungheria".

7- Quando si effettivamente cominciato a produrre o creare le loro opere?

Ho avuto due fasi:

In 1981 Ho dipinto molti quadri, Ho partecipato a una mostra studentesca e ho persino realizzato alcune foto su commissione per amici al lavoro, cosa che non mi piace molto, Preferisco sentire e dipingere con tranquillità. Andando al college e lavorando ho lasciato da parte il mio hobby, dedicandomi solo alla carriera e agli studi. Nell'anno 2015 quando sono andato in pensione, Ho pensato di nuovo alla pittura. Grande è stata la mia sorpresa per il regalo di Natale che i miei figli e mio marito mi hanno fatto, è stato indimenticabile e ciò che ha cambiato la mia vita fino ad oggi, che è andato: una valigia di legno con una grande quantità di spazzole, vernici, tele e un cavalletto.

Così, il 2016 Ho ricominciato a dipingere, regalare cornici a tutti i membri della mia famiglia.


pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima


8- L'arte è una squisita produzione intellettuale, dove le emozioni sono incorporati nel contesto della creazione, ma in storia dell'arte, vediamo che molti artisti sono derivati ​​da altri, seguendo movimenti tecnici e artistici attraverso il tempo, Possiedi un qualsiasi modello o l'influenza di qualsiasi artista? Chi sarebbe?

Non, Non seguo nessuno. Faccio quello che sento e solo quello che vedo.

9- Che cosa significa per te l'arte? Se si dovesse riassumere in poche parole il significato delle Arti nella vostra vita…

Art è la purezza, una gioia profonda di poter produrre ciò che sentiamo o vediamo. L'arte per me è tutto al giorno d'oggi.

10- Quali tecniche si usa per esprimere le proprie idee, sentimenti e la percezione del mondo?

Penso a uno scenario prima di iniziare a disegnare e dipingere di solito quando è un paesaggio; ma quando è ancora in vita io preparo il palco, foto scattata, disegno e pulcino semplice come quello. Uso sempre la tecnica dell'olio su tela.

11- Ogni artista ha il suo mentore, che persona che si mirroring che incoraggiati e si ispirati a seguire questa carriera si, andare avanti e prendere i vostri sogni degli altri livelli di espressione, che questa persona è e come si introdusse nel mondo dell'arte?

È una storia molto interessante e super bella da raccontare.

Ho ricominciato a dipingere 2016. Stavo costruendo la casa dei miei sogni a Brasilia, quando Sanagê Cardoso ha suggerito a uno scultore di guidarmi nella finitura del traguardo, questo scultore è super famoso a Brasilia e non lo conoscevo, lui è, come dico, il mio padrino nell'arte. Quando ha visto i lavori che ho fatto 1981 e quelli che stavo dipingendo; al momento ha detto che devi far parte dell'ACAV-Associação Candanga de Artistas Visuales, Non sapevo nemmeno cosa fosse. Da qui, chiamava Malu Perlingeiro all'epoca, allora presidente dell'ACAV. Ha detto che aveva un artista perduto qui al Giardino Botanico. Ha chiesto di fotografare le opere d'arte e mi ha accettato subito dicendo che le opere erano perfette. Quindi Malu per me è anche la mia madrina dell'arte. Queste due persone e artisti, nel caso di Malu, anche un curatore, sono quelli che mi hanno dato quella spinta al mondo dell'arte. Sono molto grato a loro.

Presto in 2017 ha avuto un concorso da "Salão de Arte Riachuelo" di Marina del Brasile e poi ho pensato vediamo se ho davvero questo dono; ho preso 3 fabbrica, tre accettati e uno premiato, poi non ebbi più dubbi se tornare o meno al mondo delle arti.

12- Avete un'altra attività di là di arte? Ti insegna classi, conferenze etc.?

Non più, Ho lavorato per 30 anni con lo sviluppo organizzativo, implementare processi di qualità nelle grandi aziende “ISO 9000”. Ora solo divertimento: dipingere ed esibire.

13- Le sue principali mostre nazionali e internazionali e le loro premi?

Le principali mostre nazionali sono state quelle del "Salão de Artes Riachuelo" – Marina del Brasile il 2017,2018 e 2019 con premi nei tre.

Le principali fiere internazionali sono state nei paesi europei: Spagna / Barcellona; Svizzera / Ginevra; Italia / Roma; Austria / Vienna e Slovacchia / Bratislava negli anni 2018, 2019 e 2021.

14- I suoi progetti per il futuro?

Ritorno in Brasile, Vorrò dipingere di più nel mio studio e quindi partecipare a più mostre collettive, individuale, concorsi con i miei amici attuali e virtuali.

15- Secondo lei qual è il futuro dell'arte brasiliana e dei suoi artisti? (nel contesto generale) e perché così tanti artisti danno la preferenza a mostrare il loro lavoro a mostre internazionali nonostante i costi elevati?

Il futuro dell'arte brasiliana è luminoso dal mio punto di vista, sempre più artisti I brasiliani vengono riconosciuti e quindi stiamo conquistando il nostro spazio non solo in Brasile ma anche in mostre internazionali.

Credo che questa opportunità di esporre al di fuori del Brasile sia unica, hai l'opportunità di mostrare a Mundo la tua arte, il costo fa parte del processo di voler essere conosciuti all'estero.

Social networking:

Sito: www.vidnikarts.com

Facebook: Julianna Vidnik

Instagram: @julianavidnik

REALE CONTRO REALE NEI DIPINTI DI JULIANNA VIDNIK

L'artista Julianna Vidnik osserva e dipinge la Natura morta, dimostrando grande abilità tecnica accompagnata da una morbidezza, a causa del trattamento con i colori. La sua rappresentazione attendibile ricorda il fatto che questa caratteristica pittorica è qualcosa che non ha mai smesso di sorprendere la maggior parte degli spettatori., dai tempi antichi.

L'altezza di questo impatto può essere vista in quella storia accaduta nell'antica Grecia sulla competizione tra Zeusi e Parrasio su chi fosse in grado di dipingere con maggiore maestria. Zeusi dipinse l'uva con una tale perfezione che ingannò gli uccelli stessi, che è andato a beccarli come se fossero uva vera. Certo che aveva vinto, Zeusi chiese a Parrasio di rimuovere la tenda che copriva il suo dipinto, e lui ha risposto: “questo è il dipinto!”. Parrhasios ha vinto il concorso per essere riuscito a ingannare un grande pittore.

Ana Mondini é Crítica de Arte, Doutora em Filosofia, Artista Plástica, formada pela Escola de musica e artes do Paraná e Idealizadora da “Galeria Virtual – Filosofia & Arte”.

Ana Mondini è Critica d'Arte, PhD in Filosofia, Artista di plastica, formata dalla Scuola di Musica e Arti del Paraná e ideatore della “Galleria virtuale - Filosofia & Arte".

Qualcosa cambia quando l'artista si sposta nei suoi paesaggi, in cui rilascia la mano con pennellate blu e riduce i dettagli degli oggetti, più precisamente, di navi, ciò che rende il mare e il cielo non solo elementi secondari della composizione. E, Inoltre, raggiunge un'atmosfera fluida come possiamo effettivamente percepire il mare. Lo stesso si ripete in altri dipinti, che elevano il cielo al posto di rilievo insieme al paesaggio concreto.

Quindi, I paesaggi di Julianna Vidnik passano ad un altro passo e possono arrivare a essere percepiti più chiaramente come la continuità dello sguardo dell'artista e la sensazione di interiorità. Uno sguardo gentile e gentile si manifesta chiaramente nelle sue opere. E, in un senso, non meno reale o mimetico dei suoi dipinti di Still Life. Anche perché, degno di nota, per gli antichi greci, la mimesi nell'arte non significava mera copia, ma la riproduzione della realtà così come si manifesta – che lascia spazio a molte riflessioni.

In ultima analisi, insieme, le opere di Julianna Vidnik, oltre a trasmettere bellezza e piacevoli sensazioni, ci invitano a contemplare diversi orizzonti basati sul rapporto tra ciò che è dentro e ciò che è fuori.

Testo: Ana Mondini

Reti sociali:

Instagram: @anamondinigaleriavirtual / Facebook: @ anamondini.galeriavirtual

Instagram: @anamondiniart / Facebook: @anamondiniart

Youtube: @Ana Mondini – Intervista ad artisti & Relazionato

 

.

….

.

1- Dove sei nato? E qual è la tua formazione accademica? Nasce a São Paulo, Capitale. La mia residenza / studio è a Brasilia e attualmente vivo a Budapest / Ungheria perché sono anche cittadina ungherese, Sono venuto per trascorrere un anno sabbatico e con la pandemia è diventato un anno monastico. Sono laureato in scienze informatiche, con studi universitari in qualità e produttività. 2- Come e quando si dà il primo contatto con le arti? Ho iniziato ad apprezzare l'arte sin dall'infanzia, sempre caprichando ao máximo meus trabalhos de artes na escola e…

Score

Eccellente!!

Conclusione : Valuta l'intervista! Grazie per la vostra partecipazione!!

Voto Utenti : 4.9 ( 1 voti)

1 Commento

  1. Ottima intervista . Uma história de vida regrada pela dedicação , trabalho reflexões e estudos . Uma referência de artista / pessoa e profissional ! Congratulazioni !

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*