Casa / Art / La mostra d'arte ceramica incontra 13 espositori questo sabato, giorno 6/11, nessun mercato di Cobogó

La mostra d'arte ceramica incontra 13 espositori questo sabato, giorno 6/11, nessun mercato di Cobogó

Il Mercato Cobogó promuove la seconda edizione di

Cobogo in ceramica

Dove i visitatori possono apprezzare molteplici opere in ceramica artistica e utilitaria, con la possibilità di acquisirli dalle mani di chi li fa

momenti di calma, pazienza, pratica e introspezione – è attraversato e attraversato da questi spazi di tempo che i ceramisti sviluppano i loro metodi creativi e le fasi di produzione.





Dalla progettazione di una serie o di una collezione di pezzi, quale parte del disegno, passando attraverso la tecnica da utilizzare, fino ad arrivare alla scelta dei materiali, gli artisti che si esibiscono nel Cobogo in ceramica padroneggiare abilmente ciascuna di queste fasi.

Sono lavorazioni che si traducono in pezzi esclusivi, realizzati uno ad uno dalle mani dell'artista. Per raggiungere il prodotto o l'opera d'arte previsti, i ceramisti si dedicano a lunghi esercizi di sperimentazione e molto studio.

Con questa, tutta la produzione da presentare in evento, che si verifica il giorno 6 Novembre (Sabato), nell'area esterna del Mercato Cobogó (704/5 Nord), è esclusivamente artigianale, scala singola o molto piccola, e porta in ciascuno dei pezzi la firma e l'identità della persona che li ha realizzati.

Complessivamente, 13 artisti ceramisti partecipano al 2° Cobogó de Cerâmica, tutto da Brasilia. Tra più esperti e principianti, presentarsi, loro e loro, come uguali in questo incontro e firma come Strumento in ceramica; Amo la ceramica; Ana + Flavia; officina Ara; benedetto arti; Ceramica Lunare; Piccole ceramiche; Cris Martin; Sparer in ceramica; Fernanda Vasconcelos; Flavia pinto; Luciana Cosati; e Il tuo Barromeo.

Sostenibile – Tutto può essere riutilizzato, niente è di origine animale, tutti gli input sono atossici e non inquinanti, e ha un'elevata durata.

I pezzi grezzi possono tornare al loro stato naturale di argilla, le ustioni, frantumato e mescolato con argilla. Eccessi di smalto o ingobbi – anche misto – si traducono in nuovi colori e tonalità.

Tutto si trova in natura. la terra filtrata, diventa argilla. Ceneri, sabbia, argilla e ossidi ben dosati, diventare esclusivi smalti o ingobbi. Gli strumenti sono fatti di metallo e legno, nella maggior parte.

Bruciare ad alta temperatura, rende le parti refrattarie e ne garantisce la durata. Cosa li rende resistenti a molti anni di uso continuo. Tutti possono andare al forno a gas, elettrico o microonde, così come la lavastoviglie.

Un'esperienza che si è rivelata vincente

la prima edizione, con la partecipazione di altrettanti ceramisti, ha mostrato il crescente interesse del pubblico nel consumare e valorizzare l'arte sostenibile e unica rappresentata nella ceramica.

per tutto il giorno del primo spettacolo, tenuto ad agosto, una quantità espressiva di persone si muoveva tra i tavoli ponendo domande su tutto ciò che riguarda la produzione della ceramica.

Molti hanno lasciato lo spazio dopo aver acquistato parti per uso personale o aver fatto un regalo a qualcuno, altri hanno colto l'occasione per effettuare ordini esclusivi e tutti se ne sono andati con la promessa di tornare.

Servizio:
2º Cobogó della Ceramica
Posto coperto: Mercato Cobogó nello SCRN 704/5 Nord
giorno e ora: Sabato, 6 Novembre, da 10.00 a 20:0
Ingresso: Ingresso gratuito
Parental Guidance: Gratuito a tutti gli spettatori
Informazioni: @marketcobogo, no Instagram

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*