Casa / Art / Mostra “MOVIMENTO ARMERIALE 50 ANNI “, nessun CCBB-RJ

Mostra “MOVIMENTO ARMERIALE 50 ANNI “, nessun CCBB-RJ

Presenta il Ministero del Turismo
BB Seguros presenta e sponsorizza

Centro Cultural Banco do Brasil di Rio de Janeiro (CCBB-RJ) riceve la grandiosa mostra sul Movimento Armeriale, ideato e guidato da Ariano Suassuna (1927-2014)

“MOVIMENTO ARMORIALE 50 ANNI"
Apertura: 29 Marzo 2022
Esposizione: di 30 della Marcia 27 Giugno 2022
CCBB-RIO - 2° piano

Ho iniziato a preoccuparmi per l'errata caratterizzazione della cultura brasiliana. Ho pensato di riunire un gruppo di artisti che lavorassero in tutti i settori e che avevano preoccupazioni simili alle mie in modo che noi, insieme, cercavamo un'arte brasiliana erudita basata sulle radici popolari della nostra cultura. E, attraverso questo art, lottiamo contro questo processo di errata caratterizzazione della cultura brasiliana”. Ariano Suassuna – in un'intervista andata in onda su Rede Globo Recife, nel mese di novembre 2013.





Il Centro Culturale Banco do Brasil apre al pubblico il 30 Marzo, a mostra ”MOVIMENTO ARMERIALE 50 ANNI", un mostra che riunisce l'arte, incontri musicali e conversazioni sull'arte dell'Armeria. Questo movimento è stato creato e guidato dal drammaturgo, professore, pittore e noto scrittore Ariano Suassuna (1927-2014). Il progetto è sponsorizzato da BB Seguros e Banco do Brasil.

A cura di Denise Mattar, la mostra intitolata ARMERIALE 50 ha circa 140 fabbrica arte (la stragrande maggioranza non aveva mai lasciato Recife) in diversi formati con importanti artisti per il Movimento Armeriale, tra loro il proprio Ariano Suassuna, Francisco Brennand, Gilvan femminile, Aluisio Braga, tra i tanti altri artisti che fecero parte di questo importante movimento artistico lanciato a Recife, il 18 Ottobre 1970. "Curare la mostra commemorativa del 50 gli anni dell'Armeria furono una sfida. Ci sono così tanti artisti straordinari coinvolti., come Gilvan Samico, Francisco Brennand, Miguel dos Santos, Romero de Andrade Lima e lo stesso Ariano Suassuna. Si tratta solo di Belle Arti. Per assolvere il compito, la mostra è stata suddivisa in moduli che presentano la Vita e l'Opera di Ariano, le fasi del Movimento Armeriale, e i Riferimenti che erano alla base di tutto: Cordel e feste popolari. La mostra cerca di mantenere la magia, o umorismo, Alegria, i colori e la fantasia, che caratterizzano l'arte popolare e il pregiudizio accademico dell'Armeria", dice Denise Mattar.

Di 31 Possa il 13 Giugno, il pubblico avrà un contatto ancora più profondo con questo Movimento. periodo in cui spettacoli musicali e Conversazioni sull'Armeria Art unisciti al programma della mostra, che è fissato al CCBB di Rio de Janeiro fino a 27 Giugno, mese in cui Suassuna avrebbe completato 95 anni.

Il curatore musicale è il venerato artista Antônio Madureira, un importante rappresentante del Movimento sin dalla sua nascita, essendo stato invitato da Ariano Suassuna a produrre gli arrangiamenti e dirigere l'Orchestra Armeriale. Lui fa, lontano, il collegamento della musica Armorial del Brasile. Madureira porta al pubblico all'Esposizione musicisti strumentali di altissima qualità, noi Incontri musicali.

Per esplorare la versatilità del Movimento Armorial e il dialogo con i vari linguaggi artistici, il curatore ospite è il poeta, professore, romanzesco e saggista Carlos Newton Junior, uno dei consulenti della mostra e specialista del lavoro di Ariano Suassuna. “Conversazioni sull'Armeria Art” sarà un ciclo di incontri teorico/tematici che affronteranno la creazione di Armorial nei diversi generi: Letteratura, Teatro, Musica, Dança e Artes Visuais. "Promuovendo una retrospettiva del 50 anni dell'Armeria, la mostra rende evidente che la poetica del Movimento idealizzata da Ariano Suassuna è ancora viva e feconda, indicando una direzione che è stata seguita da artisti di più di una generazione, ognuno di loro va per la sua strada. non c'è bisogno di parlare, pertanto, nell'uniformità o nella restrizione della libertà creativa, tutto il contrario. L'inesauribile ricchezza della cultura popolare, più grande fonte di arte araldica, con i suoi elementi iberici, indigeni e africani, ha indotto la creazione di una poetica aperta, che ci collega, in ultima istanza, sia la tradizione della cultura mediterranea che le tradizioni dell'arte popolare dei paesi del terzo mondo", dice Carlos Newton Junior.

A mostra ”MOVIMENTO ARMERIALE 50 ANNI" ha preso un impegno coraggioso: reintrodurre al pubblico, soprattutto alle nuove generazioni, La proposta unica e stimolante di Ariano da realizzare, poco più di cinque decenni fa, uma arte erudita a partir das mais autênticas e tradicionais manifestações artístico-culturais populares do Nordeste e de outras regiões do país. Concebida para marcar o cinquentenário do Movimento Armorial, celebrato in ottobre 2020, il lancio del progetto è stato posticipato a causa della pandemia di Covid-19, e chega ao Rio de Janeiro em março após ter passado pelo CCBB Belo Horizonte. Após o Rio de Janeiro, gli spettacoli MOVIMENTO ARMERIALE 50 ANNI va ai CCBB di San Paolo e Brasilia.

Il progetto è della produttrice Regina Rosa de Godoy, direttore della società R. Godoy Marketing e Cultura. Il concept della mostra è stato ideato dalla pluripremiata curatrice Denise Mattar, che ha svolto un meticoloso lavoro di ricerca e di estrazione nella vasta collezione del Movimento da ricordare – con delicatezza, fascino e grazia – il patrimonio di conoscenze e pratiche culturali impregnate nell'arte dell'Armeria. L'esposizione e l'architettura erano sotto la responsabilità del designer Guilherme Isnard. La consulenza è fornita dall'artista plastico Manuel Dantas Suassuna (figlio di Ariano Suassuna) e poeta, romanzesco, saggista e professore all'Università Federale di Pernambuco, Carlos Newton Junior. L'identità visiva è firmata da Ricardo Gouveia de Melo.

Dal bianco e nero delle xilografie, passando per i variopinti addobbi e costumi delle feste popolari e le coreografie delle danze. Dai ritmi delle canzoni e della musica, di suoni di violino, piffero e viola. Dal suono dei versi degli archi e dei cantori. Tutti i percorsi portano a un'esperienza unica. Un percorso culturale senza confini, come l'idea piantata, dietro a, di Ariano e così via, ora, arriva rinfrescato, poco più di 50 anni dopo, l'esposizione.

LA MOSTRA

La mostra è organizzata in nuclei, ambientato nelle stanze al secondo piano del CCBB Rio de Janeiro. In ognuno di essi è stato definito un trattamento espositivo esclusivo che ne esalta la diversità, tradizioni e le radici più rappresentative della cultura popolare nord-orientale, come disegnato da Ariano Suassuna. E, come spiegato dalla produttrice Regina Rosa de Godoy, magicamente, giocoso e pieno di umorismo.

il testo introduttivo, firmato da Denise Mattar, è il primo passo per immergere il visitatore nell'affascinante universo dell'arte dell'Armeria. il nucleo Ariano Suassuna, Vita e lavoro, fornisce una cronologia illustrata completa, Libri e manoscritti d'autore. e video dei suoi famosi show-class. un tuffo culturale, in ultima analisi,, nella fertile e ampia immaginazione creativa del maestro. In questo passaggio, evidenzia anche l'alfabeto sertanejo, creato da Ariano sulla base della ricerca Ferros do Cariri, un'araldica di paese.

nell'altro nucleo, chiamata Armeriale Fase Sperimentale, il visitatore entrerà in un altro ambiente ricco di cultura e tradizioni. Ora sfogliando la musica, Fernando Lopes da Paz danza e arti visive. La mostra salva, ora, per esempio, l'opera dell'Orchestra e dell'Armorial Quintet, gruppo emerso con il Movimento, il 1970, e ha agito fino a 1980, con grande successo, creando musica da camera classica con influenza popolare.

il premiato Quintetto araldico riunì rinomate figure della musica come membri, come o maestro, il chitarrista e compositore Antônio José Madureira e il multiartista Antônio Carlos Nóbrega. Il gruppo ha registrato quattro LP, discografia che la mostra rivisita con le copertine degli album, più foto e strumenti musicali, approcciare, melodico, il pubblico dell'universo araldico.

Nella danza, tutta la bellezza e la grazia del Balé Armorial do Nordeste, nella foto nella galleria fotografica. il visitatore passa, da lì, per entrare più intensamente nell'universo delle arti plastiche dell'Armeria, attraverso le opere degli artisti Aluísio Braga, Fernando Lopes da Paz, Miguel dos Santos e Lourdes Magalhães. ci sarà, anche, la Sala Speciale Samico, un punto culminante meritato che dialoga, secondo gli organizzatori dello spettacolo, con la coerenza e la permanenza dell'opera dell'artista Gilvan Samico (1928-2013), noto per le sue xilografie, allineato, a 2013, ai principi dell'Armeria.

Nello stesso spazio vengono presentati anche i costumi firmati dal ceramista e artista plastico di Pernambuco, Francisco Brennand. (1927-2019) per il film A Compadecida (1969). I costumi sono stati realizzati appositamente per la mostra dalla costumista Flávia Rossette. La produzione era basata sulla rinomata Auto da Compadecida, di Ariano Suassuna, che ha firmato la sceneggiatura del film e ha vinto un remake 2000, che ha contribuito a far conoscere l'opera di Ariano Suassuna in tutto il Brasile.

MARACATO, VIAGGIO DOS, ILUMIARAS, XILOGRAFIE E CORDE

nel tuo prossimo nucleo, la mostra presenta la Seconda Fase del Movimento Armorial, portando in scena gli illuminogravures (termine creato da Ariano che è un misto di miniatura e incisione) di Ariano Suassuna, in cui lo scrittore interagisce con l'artista plastico. L'autore ha prodotto due album, ciascuno contenente dieci schede: Sonetti con un motto alieno (1980) e Sonetti di Albano Cervonegro (1985) che insieme formano un'autobiografia poetica.

In questo modulo sono presentate anche le litografie e le ceramiche di Zélia Suassuna, pannelli fotografici di Ilumiaras (parola creata da Suassuna per determinare per lui i luoghi sacri) Acauhan, Giana, Zombie, incoronato (Residenza di Suassuna) e Pietra del Regno. Questo modulo è completato dal set Armorial Today and Forever., con opere di artisti come Manuel Dantas Suassuna e Romero de Andrade Lima. La danza è ancora una volta ritratta con le foto, costumi e proiezioni, attraverso il Balletto Grial, creato da Ariano e dalla danzatrice e coreografa Maria Paula Costa Rêgo. Oltre a produzioni cinematografiche e televisive, tratto dalle commedie di Suassuna, come Farsa di buona pigrizia, La pietra del Regno, Il Rapporto del Compadecida, Lunare Perpetuo.

In un altro modulo dello spettacolo: Armorial – Riferimenti, il visitatore potrà contemplare la bellezza delle xilografie, firmato, altri, dai Maestri J. Borges, Noza e Dila, e anche il Comune di Cordel, creato appositamente per la mostra da Pablo Borges, figlio di J. Borges. È uno spazio instagrammabile che permetterà un viaggio giocoso attraverso la cultura popolare, con le sue storie e singolarità. Alla fine della mostra, ci sono riferimenti alle baldorie popolari, come Maracatu, Reisado e il cavalluccio marino, raccolta di maschere, abiti, striscioni e oggetti di scena.

EVENTI COMPLEMENTARI

Incontri musicali, fiduciaria Antonio Madureira
Conversazioni sull'Armeria Art, fiduciaria Carlos Newton Junior
programma in arrivo

ACESSIBILIDADE

La Mostra del Movimento Armorial 50 Anni segue gli standard di accessibilità e inclusione. Avrà un'audioguida bilingue e risorse dall'app Musea, piattaforma di contenuti orientati alla mostra, che consente un migliore inserimento nei contenuti, con descrizione audio, visita in sterline, oltre a fornire maggiori informazioni, come curiosità e visite virtuali.

COLLEZIONISTI

Tra collezionisti privati, artisti e istituzioni che metteranno a disposizione le opere per la mostra Movimentogli Armorial 50 Unsono l'Università Federale di Pernambuco (UFPE), Museo d'Arte Moderna Aloísio Magalhães (MAMAM), Officina Brennand, Manuel Dantas Suassuna, Eduardo Suassuna, Rosmarino di Andrade Lima, Gilvan femminile, Diogo Cantarelli, Maria Paola Costa Rego, J. Borges, Lourdinha Vasconcelos, altri.

SU DENISE MATTAR

Denise Mattar è oggi una delle curatrici più premiate. Ha ricoperto la carica di direttore tecnico di istituzioni culturali, come la casa museo brasiliana (1985-1987), il Museo di Arte Moderna di San Paolo (1987-1989) e il Museo di Arte Moderna di Rio de Janeiro (1990-1997). Da 1997, lavora come curatore indipendente, aver ricevuto negli anni quattro premi APCA (São Paulo associazione di critici d'arte) e due premi ABCA (Associazione Brasiliana dei Critici d'Arte). Ha accolto l'invito di Regina a questa sfida per ritrarre il Movimento Armorial, con i suoi animali fantastici e tutta la sua pluralità.

SU REGINA GODOY

Ideato dalla regista Regina Rosa de Godoy, con questo segno di spettacolo 30 anni di esperienza nella produzione e 20 anni di collaborazione con la curatrice Denise Mattar. Specializzato nell'organizzazione di eventi di particolare importanza per l'arte brasiliana, consente azioni creative e trasformative nei linguaggi più diversi, al servizio delle istituzioni espressive del segmento nel Paese. In collaborazione con il CCBB, ha portato avanti 15 anni eventi nei settori della Danza, Musica, Teatro, lezioni di Filosofia e Arte e mostre d'arte.

INFORMAZIONI SU CCBB RJ

Il 2° opera il Centro Culturale Banco do Brasil Rio de Janeiro, 4Dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 21:00, la domenica dalle 9:00 alle 20:00 e chiude il martedì. L'ingresso del pubblico è consentito solo dietro presentazione di un certificato di vaccinazione contro il COVID-19. Non è necessario ritirare il biglietto per accedere all'edificio., I biglietti per gli eventi possono essere ritirati in anticipo sul sito web eventim.com.br o di persona presso la biglietteria CCBB

SERVIZIO: “MOSTRA MOVIMENTO ARMORIAL 50 ANNI"

Tour virtuale: tourvirtual360.com.br/armorial

Apertura: 29 Marzo 2022
Esposizione: di 30 della Marcia 27 Giugno 2022
CCBB-RIO – 2º andar
Ingresso libero
First Street Marzo, 66 – (21) 3808-2020
www.bb.com.br/cultura/ www.twitter.com/ccbb_rj/ www.facebook.com/ccbb.rj

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*