Casa / Art / Attraverso il progetto Glass dà un nuovo significato allo smaltimento dei rifiuti nelle comunità di San Paolo
Progetto "Attraverso il vetro", Spazio del profumo - Produzione di Débora. Foto: Bruna Muri.
Progetto "Through Glass", Spazio del profumo - Produzione di Débora. Foto: Bruna Muri.

Attraverso il progetto Glass dà un nuovo significato allo smaltimento dei rifiuti nelle comunità di San Paolo

Alla sua 3a edizione, il progetto ideato dall'artista Débora Muszkat dovrebbe beneficiare di più 80 persone a Paraisópolis e Palheiros e alleviare la crisi economica della pandemia

Secondo il dizionario, la spazzatura è tutto ciò che è inutile o utile, tutto ciò che viene buttato via. Ma, per l'artista Débora Muszkat, questo non è un concetto molto adatto a tutti i tipi di vetro scartato o altro, perso momentaneamente la sua utilità. Nel corso della sua storia, l'artista ed educatore d'arte, ha scelto il vetro come oggetto principale di lavoro e di ricerca e, applicato questo al progetto "Attraverso il vetro" che giunge quest'anno alla sua terza edizione.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Il progetto è il risultato della passione dell'artista per l'arte del vetro, associato al riciclaggio, un altro tema che muove il tuo lavoro: tutte le sue opere sono realizzate con scarti di vetro domestici e industriali. Ed è attraverso l'upcycling - una tecnica che propone il riutilizzo di oggetti vecchi o scartati, per creare nuovi prodotti, utilizzando creatività e rispetto per l'ambiente. Per l'artista, questo è uno dei punti più importanti: la costante risignificazione dei rifiuti solidi attraverso l'arte e la sostenibilità.

Tutto questo sguardo speciale sul vetro ha iniziato a essere condiviso da Débora questo luglio, con laboratori didattici a Palheiros e Paraisópolis. Proseguono fino al mese di ottobre i corsi e i laboratori del progetto “Attraverso il vetro”. “Uno dei punti salienti di questa edizione di “Through Glass” è la donazione di due forni alla comunità di Paraisópolis, a São Paulo. Con questa, i partecipanti potranno utilizzare, dopo l'allenamento, la tecnica acquisita dall'arte vetraria come opera e fonte di guadagno, produrre e vendere i propri prodotti", festeggia Deborah.

Partecipanti, durante tutto il progetto, imparerà a sviluppare processi per la creazione e la produzione di oggetti artistici, progettare, e architettura, attraverso laboratori con tecniche di manipolazione del vetro a freddo, alte e basse temperature. Con la professionalizzazione dei partecipanti, la prospettiva è che ogni partecipante, con l'aiuto di G10 Favelas, creato da Gilson Rodrigues, entrare in questo mercato del lavoro, in cui l'artista si è inserito da anni 2000. "Il vetro è ovunque in uno stato tagliente, sporcare la natura e disturbare le persone, Essi ricevono, media, 15 centesimi per chilogrammo di vetro smerigliato, e spesso lo fanno per necessità di pulire lo spazio", giustifica. Questo sarà il primo investimento con le favelas G10 sul mercato. Vale la pena notare che il G10 è un'organizzazione che porta l'imprenditorialità a 10 baraccopoli più grandi del Brasile, e, con questo progetto, e con Deborah, lancerà sul mercato questo prodotto unico e innovativo. "Vogliamo compiere la missione di democratizzare la conoscenza dell'arte del vetro, promuovere i valori e ampliare la filiera produttiva. E, attraverso l'insegnamento, creare riflessi di una società sostenibile attraverso un materiale, il cui valore è diventato inesistente, poiché non esiste una distribuzione consapevole e che può dare il destino che onora ciò che la natura ci offre liberamente offers, completa Deborah.

Il “Attraverso il Vetro” è stato reso possibile dalla Legge Statale di Incentivazione alla Cultura – ProAc SP (Programma di azione culturale di San Paolo), sponsorizzato da O-I Illinois (Owens Illinos), e il supporto di G10-Favelas e Divinal Vidros. Per partecipare al progetto “Through Glass” e ai suoi workshop è necessario registrarsi attraverso il sito www.atravesdovidro.com.

passerella – ad aprile di quest'anno, in una prima azione progettuale, l'artista Debora Muszkat e Gilson Rodrigues, presidente del G10 Favelas, mettere in pratica l'idea di trasformare la favela in uno spazio turistico, togliere il vetro dalla natura e trasformarlo in sostenibilità. L'iniziativa si basa sul Parque Guell, Barcellona, Spagna, ideato da Antoni Gaudí, attraverso mosaici ceramici, e l'isola di Murano, Italia. Per questo, copriva un'area di 600m2 con vetri che sarebbero stati scartati come "spazzatura", trasformando la passerella in un vero cielo sul suolo di Paraisópolis.

A proposito di Deborah Muszkat- Débora è un'artista multimediale: progettista, pittore, fa uso della fotografia, video e, da 1984, si appropria del riciclaggio del vetro come uno dei mezzi della sua espressione artistica. a Debora, arte e sostenibilità sono processi inseparabili. Ed è l'importanza di questa riflessione che richiama l'attenzione nelle sue opere. Ha già tenuto mostre in diversi paesi, come l'inghilterra, Olanda, Germania e Italia, dove ha vinto un premio alla Biennale di Firenze, e in Danimarca, dove dividi?, attualmente, alloggio con il Brasile.

In questa traiettoria, Débora ha scoperto la possibilità di estrarre pigmenti da specchi rotti. Sai quella storia che rompere gli specchi regala sette anni di sfortuna? Perché l'artista ha trasformato questo e attraverso l'uso di forni speciali ha sviluppato una tecnica per estrarre i pigmenti metallici dal bianco al magenta, formando i colori dall'argento alle varie sfumature dell'oro.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*