Casa / Art / Valeu.art: Dai un'occhiata al lancio della nuova piattaforma di raccolta fondi virtuale

Valeu.art: Dai un'occhiata al lancio della nuova piattaforma di raccolta fondi virtuale

Per mantenere vivo il fiorente settore creativo della cultura, che impiega migliaia e delizia milioni di brasiliani, emerge uno strumento fresco e facilmente accessibile

Valeu.art

Piattaforma virtuale di raccolta fondi attraverso la quale i cittadini possono destinare parte della tassa dovuta al “leone” per finanziare progetti culturali di ogni dimensione

Pochi sanno che è possibile contribuire fino a 6% dell'imposta sul reddito dovuta per iniziative culturali. E anche questi non sanno come farlo. Per facilitare l'uso di questa risorsa, produttori e manager culturali a Brasilia lanciano il Valeu.art.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Una piattaforma sicura, navigazione intuitiva e semplici istruzioni, il cui obiettivo è mostrare passo dopo passo a persone fisiche o società di destinare parte della loro imposta sul reddito [dovuto] quando si fa culturale.

“Stiamo iniziando una trasformazione del modo di consumare la cultura che passa attraverso l'appartenenza, in cui il pubblico rispettabile si sentirà parte integrante dell'intero processo di costruzione di un evento, programma, prodotto o progetto artistico ", scommetto i creatori dell'iniziativa.

L'iniziativa verrà lanciata 4 Maggio 2021, Martedì, dalle 20:00, a un evento virtuale – vivere – attraverso il canale platform manager – Aprilo – il youtube.com/user/abravideo.

Il lancio sarà caratterizzato da presentazioni [registrato] esponenti della cultura nazionale e sostenitori della piattaforma come Olodum Band, Salvador, gli quintetto Violated, da Recife, e da Brasilia a Orchestra Marafreboi e la Gruppo Choro Livre.

Cantante/songwriter Marcia Tauil, maestro di cerimonie dell'evento, farà alcune domande a Ruy Godinho, uno dei creatori della piattaforma. La chat sarà intervallata dalle performance musicali.

L'idea è vecchia, apparso in 2008, e da allora Ruy Godinho e Elizabete Braga, si sono dedicati ad aprire solide strade per la realizzazione di questo sogno, che ha guadagnato slancio con la partecipazione di Jefferson Oliveira. "UN Valeu.art dormì a lungo, quando dobbiamo spostare la nostra attenzione su progetti più urgenti ", giustificare i partner.

Tempo, tuttavia, che è servito da maturazione con studi e ricerche per trovare la forma migliore e il momento opportuno. È stato allora, nel mese di settembre 2019, dopo esperienze con piattaforme di finanziamento collaborativo, cosa a Valeu.art ha iniziato a focalizzarsi sui manager e ha iniziato a contare sul contributo di altri due partner, fratelli Bruno e Vitor Soares.

La quarantena imposta dalla pandemia del Covid-19, con la conseguente contrazione delle attività culturali, insieme all'incapacità dei governi federale e distrettuale di affrontare la crisi, ha dato loro la certezza che era ora di sbrogliare il progetto. “Riteniamo che questo sia un momento opportuno e necessario per lanciare il Valeu.art", valutare.

Il settore creativo, corrisponde a 2,6% del PIL nazionale equivalente a R $ 170 miliardi di euro (dati da Firjan), è stato il primo a fermarsi, con la chiusura di tutti i suoi spazi di godimento, e sarà l'ultimo a tornare al suo massimo. Cosa ha portato alla disoccupazione di massa dei professionisti, che si stima siano in giro 5 milioni in tutto il Brasile tra diretti e indiretti. Solo in DF ce ne sono più di 40 migliaia.

Con questa, stimolare i risultati culturali e creativi è più che fornire un'opportunità per espandere la consapevolezza fisica e mentale, mitigare i livelli di stress emotivo e facilitare la conoscenza di sé e il pensiero critico salvando l'autostima, ma anche generare occupazione e reddito. E la Valeu.art invita tutti a farlo in modo collaborativo.

Secondo Beth, Ruy e Jefferson sono già in corso i colloqui e le conversazioni con istituzioni e società di produzione culturale. “La nostra idea è iniziare stringendo partnership con organizzazioni aziendali come sindacati e associazioni dei lavoratori, così come con progetti già consolidati ", avvisare.

E festeggia, “Siamo stati accolti molto bene dall'Unione dei lavoratori bancari di Brasilia, il Choro Club di Brasilia, l'Orchestra Marafreboi e dai Blocos Afros de Salvador (BA), tra le altre istituzioni. L'importanza di iniziare con queste grandi organizzazioni è “sensibilizzare un numero significativo di persone, che possono "sponsorizzare" azioni e programmi culturali a beneficio comune ", commento.

Società di produzione culturale, uno che è un riferimento nazionale e che le conversazioni sono a buon punto – Clube do Choro e l'adiacente Escola de Choro Raphael Rabello, per cui “stiamo già studiando modalità per rendere possibile la raccolta di fondi per la realizzazione di progetti sia dal Club che dalla Scuola”, svelare.

Due feste tradizionali nel calendario annuale dei principali eventi a Brasilia, con cui i negoziati sono a buon punto, sono il Festival Internazionale di Scena Contemporanea e il Corso estivo internazionale, della Scuola di Musica di Brasilia. Tra i gruppi musicali, anche in fase di negoziazione, sono la longeva Madrigale di Brasilia e la Liga Tripa.

Altri produttori locali hanno mostrato interesse come Aruwá Produções, Afá Sociocultural Productions, Incantevole, Agenda culturale di Brasilia, Temple Productions, Marafreboi e Rico Choro Produções. Da altre regioni provengono la Stanley Consultoria Cultural di Rio de Janeiro e Lenir Boldrin della São Paulo Cultural Production.

Iniziative culturali di tutti i formati, ambito e dimensioni sono i benvenuti Valeu.art, l'unico avvertimento è che sono registrati nella Legge sugli Incentivi Culturali della Segreteria Speciale per la Cultura del Ministero del Turismo. Tuttavia, quelli che non lo sono ancora, i suoi ideatori possono ricorrere alla consulenza di Valeu.art per farlo.

Il differenziale della proposta del Valeu.art in relazione alle piattaforme di finanziamento collaborativo, o raccolta di fondi, “È che sosterremo la creazione e l'esecuzione di campagne di comunicazione per coinvolgere e motivare le persone a collaborare, al di là di, naturalmente, del contributo a partire dall'imposta dovuta al 'leone' ", spiega Ruy, quali dettagli “i contribuenti possono fare donazioni durante tutto l'anno e questi – quando sono dichiarati nell'IR – rimborso della garanzia.

Nella valutazione dei responsabili dell'iniziativa, il potenziale di Valeu.art È enorme, "al momento, quasi 33 migliaia di persone – in Brasile – utilizzare la prerogativa di destinare una parte della propria imposta sul reddito all'arte e alla cultura ”, commenta Jefferson. La sfida è "fare in modo che la nostra campagna raggiunga le persone e motivarle all'abitudine di incoraggiare progetti artistici senza spendere nulla", completa Ruy.

Che cosa Valeu.art propone è senza precedenti a Brasilia, ma ne trova di simili in altre regioni del paese e negli USA, dove la partecipazione della popolazione genera risorse superiori a quelle conferite dallo Stato.

E i gestori della piattaforma stanno già pianificando di diffondersi in tutto il Brasile, “Quello che possiamo dire è che stiamo parlando con molte persone di Salvador, Porto Alegre, Rio de Janeiro e São Paulo, che stanno abbracciando la nostra proposta ", svelare. Per quanto riguarda la messa a fuoco, che oggi è nel fare culturale, ci sono piani per coinvolgere progetti nei settori dello sport e dell'ambiente.

La Valeu.art è gestito da Apri il video, Produttore multimediale NGO con 30 anni di esperienza nel mercato nazionale, ideato da Ruy Godinho e presieduto da Elizabete Braga. Ha anche Jefferson Oliveira, responsabile finanziario e articolatore, Bruno Soares e Vitor Soares nel compito di sviluppare la piattaforma e una consulenza speciale in LGPD (Legge generale sulla protezione dei dati).

I canali di comunicazione di Valeu.Art su Internet:

– Sito – valeu.art

– Instagram – www.instagram.com/valeu.art

– Facebook – www.facebook.com/valeu.art

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*