Casa / Art / Averi in Brasile: storia, cultura e cittadinanza viene inaugurato a Brasilia
Edith Behring, (1916-1996), Untitled, Acquaforte. Foto: Rivelazione.

Averi in Brasile: storia, cultura e cittadinanza viene inaugurato a Brasilia

Banca del Brasile si apre al pubblico Museo che racconta la storia del paese
attraverso acquisito acquis
nel corso della sua storia

Fondata nel 1808, la banca del Brasile è una delle più importanti istituzioni del paese e, nel corso degli anni, acquisito la raccolta differenziata. Gran parte connessi all'esercizio dell'attività bancaria, come documenti di valore storico, schede elettorali, monete, attrezzature, oggetti e mobili, Oltre ai pezzi di arti decorative, dipinti, incisioni e sculture di importanti nomi delle arti visive. Tutto questo materiale è stato catalogato e verrà assemblato presso la banca di Museo del Brasile, Sarà aperta al pubblico in 12 Ottobre presso l'edificio di Tancredo Neves, in Brasilia, una delle più imponenti opere dell'architetto Oscar Niemeyer. Il progetto sarà lanciato con la Mostra "Holdings del Brasile: storia, cultura e cittadinanza", cui l'ordine di una riflessione sulla storia economica, Del Brasile, culturale e sociale.

"Stiamo parlando di un percorso 208 anni, Ciò dimostra che la banca del Brasile sempre camminato, e ancora passeggiate, fianco a fianco con lo sviluppo del paese. Il Museo servirà a condividere l'eredità e la memoria dell'istituzione con il pubblico", dice il direttore del marchio strategia, Louis Aniceto Silva Cavicchioli.

Lo spazio di 6000 m ² presenta momenti storici e le conseguenze dei fatti per i brasiliani, Oltre a tradurre la banca di sviluppo come un'istituzione di tutti. "Per conservare e condividere la memoria del Banco do Brazil, così come tutte le altre memorie che sono al confine dell'istituzione, è, pertanto, contribuire alla comprensione della storia del Brasile e la sua gente", Super account Mantovani Franco, Direttore di Expomus, società responsabile per il concetto del Museo.

Pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Per creare il Museo, la banca del Brasile mette in pratica nel corso di un'iniziativa che contribuisce alla formazione cultura del pubblico visita, come è già il caso con il CCBBs. Tutta la collezione selezionata, in concomitanza con la narrazione degli eventi che hanno segnato la storia del paese e della banca, saranno forniti dall'istituzione per la visita di pubblica generale, compresi i bambini serviti dal programma educativo sviluppato in centri culturali.

La ricchezza della banca del Brasile è stato catalogato e organizzato per il lancio del Museo ha 1.100 opere della collezione di arti decorative e Visual; 727 nomi degli artisti con opere registrati nella raccolta; 35 1000 elementi di valore storico come monete, schede elettorali e oggetti legati all'attività bancaria; più di 16 titoli di libri di 1000; 20 1000 record fotografica e audiovisiva di valore artistico e documentario; 5 fascicoli di valore storico documentario 1000, come ritagli di giornale, impianti architettonici, verbali delle riunioni tra gli altri oggetti presenti nell'insieme.

Dall'individuazione di elementi, una proposta per la classificazione delle parti, seguenti criteri di significato artistico e storico. La collezione sarà distribuita tematicamente, diviso in due moduli: Storia; cultura e cittadinanza. È uno spazio che sarà in costruzione permanente, così come la società brasiliana.

Le prime monete prodotte all'inizio del secolo 19 l'attuale universo delle transazioni online, il modulo Storia ti offre una collezione che ha collezione di opere connesse con l'attività dei locali banca: Numismatica, documenti, oggetti, piante e disegni architettonici, mobili e libri rari. C'è anche un'installazione-BB comunità – in omaggio a tutti coloro che hanno fatto e fanno Banco do Brazil. Attualmente l'istituzione ha 109 1000 dipendenti.

Il modulo Cultura e cittadinanza Esplora come la banca del Brasile è parte del background culturale della società brasiliana e presenta al pubblico la sua collezione d'arte nazionale. Investimento dell'istituzione nella cultura è antica e contrassegnato dalla creazione a Rio de Janeiro del Centro Cultural Banco do Brasile in 1989, seguito dopo gli stessi spazi di nome a Brasilia, San Paolo e Belo Horizonte. Sono, pertanto, più di 25 anni a promuovere lo sviluppo cultura del paese con mostre nazionali ed internazionali, spettacoli, Discussioni, sessioni di film e altre attività. Uniformi e altre procedure correlate e sport gli atleti già sponsorizzati dalla banca del Brasile sarà anche esposto in questo modulo.

Il modulo è principalmente costituito da dipinti e stampe, Oltre alle grandi sculture pubbliche. Saranno presenti in questo spazio opere di Candido Portinari, Di Cavalcanti, Carlos Scliar, Tomie Ohtake, Oscar Niemeyer, Athos Bulcão e Burle Marx.

Sarà inaugurata il Museo banca del Brasile 10 Ottobre, in una cerimonia alla presenza del Presidente del BB, Paul Caffarelli, Vice-Presidenti, Direttori e presidenti della banca, Oltre le autorità. L'apertura per la visita da parte del pubblico sarà il giorno 12 Ottobre, come parte di una serie di azioni che saranno sviluppate in il Brasilia CCBB per commemorare l'anniversario della banca del Brasile, Brasilia di CCBB e settimana dei bambini.

Servizio – Museo di banca del Brasile

Averi in Brasile: storia, cultura e cittadinanza
Dal 12 Ottobre
Tancredo Neves edificio
SCE, Estratto 02, batch 22
Brasilia (DF)
Dal mercoledì al lunedì, delle 13:00 a 19:00
Controllare Franca

Informazioni: (61) 3108-7600

www.acervosdobrasil.com.br

.

OPERE D'ARTE

Il modulo Cultura e cittadinanza consiste principalmente di quadri e stampe, Oltre alle grandi sculture pubbliche. All'inizio del secolo 20, la mostra presenta una serie di ritratti di personaggi che sono stati presidenti dell'istituzione, Oltre ai dipinti che rappresentano l'arrivo della Corte, scene dell'industria e dell'agricoltura. Sono anche presenti degli artisti collegati al modernismo in Brasile, come Alfredo Volpi e, Di Cavalcanti. Dalla metà del secolo spettacoli porta Carlos Scliar, Aldemir Martins, Djanira, Arcangelo Ianelli, WEGA Nery e Darel Valença Lins.

Rubem Valentim è rappresentato con un rilievo in legno che hanno partecipato alla Biennale di Venezia del 1962. Dal 1970, la mostra presenta opere astratte della natura geometrica di Abelardo Zaular, Dioniso del Santo. Manabu Mabe, Tomie Ohtake, Kazuo Wakabayashi e Tikashi Fukushima rappresentano l'astrazione lirica. Ci sono ancora opere di Athos Bulcão e Burle Marx, simboli architettonici legati al progetto di modernizzazione del paese nella seconda metà del secolo 20. Evidenziamo anche le incisioni con nomi come Fayga Ostrower, Marcelo Grassmann, Maria Bonomi, Edith Behring, Hiroshige, Anna Letycia, Marilia Rodrigues. Artisti autodidatti, come Francisco Stockinger e Miguel dos Santos, completare gli spettacoli con sculture e sculture in legno.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*