Casa / Art / Conto “Antofalla Test, Il mio rifugio” Edmundo Cavalcanti

Conto “Antofalla Test, Il mio rifugio” Edmundo Cavalcanti

Edmundo Cavalcanti é Artista Plástico, Colunista de Arte e Poeta.

Edmundo Cavalcanti Plastic Artist, Editorialista Arte e poeta.

Vi sono vicino il villaggio di Antofalla, sulle Ande, nella mia cabina.

È veramente freddo, la neve non smettono di cadere, paesaggi mozzafiato.

Gli asini selvatici e lama convivono pacificamente in questo scenario. I fenicotteri che cercano cibo nel lago. Puna è un deserto di vari colori, l'oro dalla sabbia a Biancaneve, sulle Ande. Nessuna meraviglia che le montagne sono coperte di ghiaccio. Il sole appare, ma il termometro indica 13 gradi sotto zero. Le montagne sacre di Macon sono così chiare che assomigliano alle dune di sabbia.

Molto freddo anche, luce il mio camino.

Una bottiglia di vino e una pagnotta presentato dalla cara amica Teresa de Antofalla.

Rivestito in pelle di pecora.

Accede a camino.

Fuori la neve non smettono di cadere.

Vado a vedere le mie pecore, Se si è protetti. Essi sono tutti insieme, fase di riscaldamento.

Mio giardino anche protetto. Teresa mi ha chiesto:

– Pablo non sentivo solitudine?

– Non, caro amico, Qui è tutto il che necessario: pace.

– Ma quello che la gente?

– Quando mi manca molto anche, Ho intenzione di villaggio hanno un bicchiere di vino con gli amici e chat.

– Gracias per il Carré di agnello che avete presentato a me. Io preparerò con un mazzetto di menta.

– Attenzione con il vostro ritorno al villaggio, i sentieri sono pericolosi e nevica molto. Domani mattina vado in città a comprare generi alimentari e vedere gli amici. Svegliarsi la mattina, Mostra la Blizzard e andare con mio jeguinho, molto lentamente.

– Non preoccuparti, Sto bene. Amico mio, Vi chiedo ancora una volta. Cosa vi aspettate di trovare in Antofalla?

– Amici di pace e di vero. Natura. È impagabile.

– È un povero, esaurito le risorse, con niente, dimenticati del mondo.

– Non mi interessa, lo renderà un felice, Abbiamo la natura, un popolo simpatico e amico, ricettivi, Alegre, partner. Saremo felici.

– Svegliarsi presto e gustare un buon caffè.

– Quando mi sento sola, Io prego, Ho intenzione di andare in campagna e ammirare la natura. Apprezzo ogni momento.

Il mio viaggio al villaggio trovato Sebastian ex residente di Antofalla. Mi ha detto come era la vita nel villaggio. Mi ha dato il benvenuto. Egli mi ha invitato per un bicchiere di vino e parlare della vita. Incontrare le persone della città.

– Amico mio, la conversazione è molto buona, ma la notte sta arrivando e ho bisogno di raccogliere legna da ardere per il mio caminetto di carburante, perché la notte promette di essere molto freddo. Dimmi una cosa: Lungo la strada ho notato una piccola cappella, non inserito… Ma mi sentivo tanta pace ci passano. In onore di chi è?

– È nostra signora del Monte Carmelo, Cile e protettivo del nostro villaggio.

– Tornerò con più tempo e ci, Vado a fare le mie preghiere e meditazioni.

Il sentiero, Io stavo raccogliendo bastoni, in lontananza ho visto un gruppo di lama al pascolo tranquillamente (Meravigliosa vista) e per arrivare alla mia cabina, C'era il mio vicino Raul, anche ex-abitante del villaggio, Sei venuto a darmi il benvenuto, con una bottiglia di vino, naturalmente. Mi ha chiesto se avessi bisogno di qualcosa.

Da tarda notte, combinare la schiena, per una buona chat il giorno successivo per raccontarmi la storia del villaggio.

Come promesso, Raul tornati il giorno successivo al mattino, Appena avevo scolarla a un caffè.

Dimmi un po' della storia della città e del vulcano che esiste. Raul ha confidato quasi segreto: Non sono tutte le persone che passano, che vengono ricevuti come si, Eleonora e Teresa. Sentite la vostra energia, buona, illuminati che porterà solo bene alla città. Sei benvenuto amico. E conta su di me come avete bisogno. Raul ha detto.

Non ho mai visto Teresa, invito all'estero per il vostro tavolo e bere vino, Né Teresa prendere un pane come benvenuto.

Solo per sapere il tuo: Eleonora nostro Patriarca e Teresa nostra matriarca.

Il Antofalla è in una regione quasi disabitata, fatta eccezione per la piccola città di Antofalla, abitata per circa 40 persone. Questa è la terra in tutta la regione, che è senza dubbio uno della più remota e desolata Argentina. Turismo qui è collegato principalmente con lo sfruttamento.

Il Antofalla è un vulcano di tipo stratovulcano attivo nella provincia di Catamarca, in Argentina. Si trova ad ovest del Salar de Antofalla. Rovine Inca possono essere trovate presso la sommità del vulcano 1, conforme a ciò che gli archeologi chiamano “Apachetas” Sei una sorta di altare di culto Inca. Tali Apacheta offre la prova definitiva di numerose salite pre-colombiane. Ha 6.437 metri e tre cime. Antofalla è una parola composta Cunza linguaggio e mezzi: il luogo dove il sole muore.

Il sole muore ma la speranza per un mondo migliore è rinato.

Raul mi ha chiesto: – Perché sei venuto a questa fine del mondo?

– Amico, Sono stanco di tanto Stress, pressione, delusioni, gente falsa, nella grande città, Oggi voglio solo pace.

Dopo lunghe ore di buona conversazione, Raul ha sparato perché avevo bisogno di prendersi cura del vostro giardino e la vostra creazione di lama, la sopravvivenza.

Sono stato molto felice con la vostra visita e con la capacità di risposta degli abitanti.

Persone di buon cuore e semplice.

Dopo pochi giorni di pura solitudine, Ho restituito alla città e si fermò presso la cappella di nostra signora del Monte Carmelo. Prua verso il basso per i piedi, Pregato e meditato, ricordare passate fatti, meditare molto e chiesto il vostro aiuto. Ho lasciato la mia anima sollevato, di sicuro hanno fatto la scelta giusta. La mia gratitudine alla nostra signora del Monte Carmelo, per questo illuminazione e guida il mio nuovo percorso.

Qui ho soggiornato, Trovato la mia strada.

Esterno Blizzard che cade, molto freddo.

Ho invitato eleonora, Teresa e Raul per quella bella Carré di agnello che Teresa mi ha dato, portare un buon vino cileno.

Autore: Edmundo Cavalcanti.

La mia gratitudine per: Recensione di Beatriz Fernandez Vaz testo Soft.

¹ Wikipedia.

.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*